Come Analizzare Un Terreno

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Analizzare un terreno significa determinarne le sue caratteristiche biologiche, chimiche e fisiche; tali caratteristiche condizionano la coltivazione delle diverse specie di piante.
Ma cos'è il terreno e com'è composto?
Per conoscerne le caratteristiche è possibile prelevarne piccole quantità da sottoporre ad una serie di misurazioni. Vediamole insieme.

26

Occorrente

  • rete metallica a maglie strette; bilancia;1 foglio di carta; n°2 becher graduati; n°2 imbuti; cotone; acqua
36

Prima di tutto preleva una manciata di suolo dal campione che puoi facilmente ottenere setacciando il terreno con una rete metallica a maglie strette.

Raccogli il terriccio, pesalo e registra questo valore di peso. A questo punto esponi il terriccio al sole distendendolo su un foglio di carta (in alternativa puoi disporre il campione prelevato su una teglia da mettere nel forno ben caldo).
Così facendo l'acqua evaporerà e il terriccio diventerà più leggero. Pesandolo prima e dopo la procedura potrai conoscere quanta acqua è evaporata.

46

Inoltre, una volta ben asciutto il terriccio ti fornirà qualche indicazione sulla sua natura dei minerali che lo compongono:
se prevalentemente rossiccio il costituente principale è rappresentato dall'argilla; se grigio conterrà prevalentemente sabbie silicee; se nero humus.

Per separare le principali componenti del terriccio, versalo in un grosso cilindro pieno d'acqua e rimescolalo.
Lascialo sedimentare, noterai che le componenti del suolo si stratificano fra loro perché hanno peso differente: l'humus galleggia sull'acqua formando uno strato nero; le sabbie, più pesanti, formano uno strato grigio sul fondo del cilindro mentre le argille si depositano in uno strato rossiccio sopra le sabbie.

Continua la lettura
56

Puoi inoltre prelevare campioni di suolo da due differenti siti per esempio dal giardino e da un campo, puoi facilmente controllare se essi presentano una differente porosità all'aria e permeabilità all'acqua. Le maggiori differenze si riscontrano tra i suoli rossastri argillosi e i grigi sabbiosi.
In pratica: raccogli 100g di terriccio e posizionali rispettivamente in due diversi imbuti di vetro (abbi cura di chiudere il fondo degli imbuti con un batuffolo di cotone); fatto questo poni gli imbuti in due becher graduati.
Adesso prendi due cilindri da 100 cc pieni di acqua e versa l'acqua nei due imbuti vedrai che se l'acqua copre un terreno sabbioso si liberano numerose piccole bolle di aria: il suolo sabbioso è infatti molto poroso, diversamente dall'argilla che libera poca aria perché meno porosa.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Con l'aiuto di una lente d'ingrandimento puoi osservare le particelle più piccole che lo compongono

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come utilizzare un biotrituratore

Volumi ridotti e biotrasformazione: due concetti che presi separatamente non dicono niente, ma messi insieme accomunano le peculiarità e l’essenza di un prodotto che, negli ultimi anni, si sta facendo spazio tra le macchine agricole accaparrandosi...
Giardinaggio

Come coltivare le patate idroponiche

Un'alimentazione sana include sicuramente le squisite patate. Fin dall'antichità, le patate hanno rappresentato un alimento gustoso e che si presta a tante ricette. Mangiate in modo semplice, cucinate in pietanze e piatti particolari, le patate sono...
Bricolage

Come realizzare un imbuto

L'imbuto è uno strumento indispensabile per travasare un liquido da un contenitore dall'imboccatura larga ad uno con l'imboccatura più stretta, come ad esempio una bottiglia. Spesso, però, nel momento del bisogno può capitare di non averlo in casa...
Giardinaggio

Come Migliorare la qualità del terreno di un Orto In Terra

Per realizzare un orto partendo da un terreno incolto è necessario valutare se sia adatto alla coltivazione. Esistono terreni apparentemente idonei a colture che in realtà celano carenze non valutabili ad occhio nudo: rientrano in questa categoria...
Giardinaggio

Come preparare un terriccio adeguato per grandi vasi

Vi sono degli ingredienti base necessari per la preparazione di un ottimo terriccio. Del resto, non bisogna dimenticare che le piante assorbono il nutrimento soprattutto dalla terra. Sarebbe consigliabile un mix di questi tre tipi di terreno: argilloso,...
Giardinaggio

Come fare per coltivare gli Echinopsis

Gli Echinopsis sono una famiglia di cactus, conosciuti anche come ricci di mare o gigli di Pasqua. Hanno una forma tondeggiante e prevedono ramificazioni con piccole spine. Molte specie producono bellissimi fiori in colori che vanno dal magenta al bianco....
Materiali e Attrezzi

Vetro di boemia: tecniche di lavorazione

Il vetro di Boemia, chi non ha mai avuto modo di ammirarne la trasparenza in suppellettili di produzione artigianale alzi la mano? Splendido vetro-cristallo decorativo e trasparente, i cui resti più antichi ritrovati in Boemia sono datati intorno al...
Materiali e Attrezzi

Come collegare un raccogli foglie ad un pluviale

Quando una casa si trova in prossimità di un zona alberata, può nascere il problema non trascurabile legato alle foglie che specie in autunno tendono ad intasare il pluviale, impedendo di conseguenza il corretto smistamento delle acqua piovane. Per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.