Come calamitare piccoli oggetti di metallo come aghi e ditali

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Quante volte, mentre cucite o sferruzzate, vi è capitato di perdere aghi e ditali? Questi oggetti, essendo molto piccoli, hanno la capacità di infilarsi nei posti più impensabili. Il ditale spesso rotola finendo dietro mobili e cassettiere mentre l'ago, oltre a non essere sempre visibile, spesso è difficile da afferrare, soprattutto quando va ad infilarsi nella congiunzione delle mattonelle.
Per semplificarvi la vita in queste situazioni, la soluzione migliore è calamitare questi oggetti. Nel breve testo di seguito infatti vi forniremo qualche utile consiglio su come calamitare questi piccoli oggetti di metallo.

27

Occorrente

  • aghi
  • ditali
  • forbici
  • una calamita abbastanza grande
37

Prima di vedere come fare ricordiamo cosa si intende per "calamitare": I magneti si caratterizzano per la capacità di trasmettere delle proprietà attrattive agli oggetti in ferro che vengono accostati ad essi per un lasso di tempo sufficiente. Per calamitare aghi e ditali, come prima cosa dovete - ovviamente - procurarvi una calamita abbastanza grande. Andrà bene una classica calamita a forma di ferro di cavallo, di quelle che si rimediano facilmente in un qualsiasi ferramenta ad un costo davvero irrisorio. E potrete risolvere finalmente questo piccolo grande grattacapo. La calamita acquistata vi permetterà di attrarre i vostri piccoli oggetti di metallo e recuperarli facilmente.

47

Per fare in modo che gli oggetti metallici si magnetizzino. Prendete tutti i vostri oggetti metallici, in questo caso: aghi, ditali, forbici e quant'altro. Dovrete accostarli alla calamita e lasciarli a contatto con essa per un periodo di tempo che varia a seconda dell'oggetto in questione. Ad esempio, un ago avrà bisogno di poche ore per magnetizzarsi, una forbice invece, che ha dalle dimensioni nettamente maggiori, avrà bisogno d qualche giorno. Per gli oggetti più grandi potete utilizzare una o anche più calamite per far avvenire il processo di magnetizzazione più in fretta. Posizionatele su i vari lati, nel caso della forbice.

Continua la lettura
57

Ripetete l'operazione per tutti gli elementi in ferro. In questo modo, con una spesa molto contenuta ed un dispendio di tempo davvero minimo, avrete risolto un piccolo grattacapo. Da questo momento, ogni qualvolta che un ago, un ditale, uno spillo, o qualche altro oggetto metallico cadrà a terra, non dovrete più fare la fatica di recuperarlo con le unghie o di spostare mobili e suppellettili: basterà avvicinare ad esso la forbice ormai calamitata, ciò sarà sufficiente per far "attrarre" l'ago o gli altri oggetti a quest'ultima.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare un puntaspilli con stoffa di scarto

In ogni scatola del cucito che si rispetti, oltre agli aghi ed ai ditali, non può mancare il puntaspilli, comodo proprio per infilarci gli aghi, onde evitare la loro perdita e l'eventuale ricerca nella scatola. Usando la vostra fantasia e la vostra creatività...
Altri Hobby

5 modi per realizzare un bracciale

I braccialetti sono uno tra gli accessori più amati, da donne, ragazze, ragazzi, uomini e piacciono tanto anche ai bambini. Ora la moda vuole che se ne portino tanti tutti insieme, di diversa fattura e di vario materiale, come corda, cauciù, strass,...
Bricolage

Come realizzare un porta rocchetti

Siete delle vere wonder women multitasking, avete sempre tante cose da fare e amate cavarvela da sole. Per questo, invece di rivolgervi ad una sarta, preferite di gran lunga cucire personalmente. A molte può capitare però di non riuscire a trovare i...
Cucito

Come Organizzare Un Cestino Da Lavoro Per Cucire

Il cestino per cucire è molto importante poiché consente di tenere tutto a portata di mano, ed in modo ordinato, il che significa poter eseguire piccoli rammendi senza rovistare in un cassetto, cosi come usare del filo specifico per ogni tipi di cucitura...
Cucito

Come realizzare un porta aghi

Gli aghi e gli spilli, per il cucito o il ricamo, sono degli strumenti fondamentali. Ma la loro così ridotta dimensione li rende poco maneggevoli, al momento di tenerli in ordine. È probabilmente questa la ragione per la quale spesso si ritrovano disseminati...
Cucito

Come scegliere gli aghi per cucire

Cucire è un'arte oltre che un piacevole hobby. Spesso è necessario accorciare un pantalone, restringere una gonna o una camicetta. Alcuni capi, richiedono piccole riparazioni come una toppa, ad esempio. In questi casi, potrai rivolgerti a personale...
Giardinaggio

Come essiccare gli aghi di pino

La natura ci regala tantissimi prodotti e soprattutto semi e foglie da poter essiccare, per poi utilizzarli per preparare gustose e benefiche bevande e tisane, oltre che per alcune decorazioni per la casa come ad esempio cestini e corone ornamentali....
Casa

Come infeltrire la lana con gli aghi

Per infeltrire la lana si può procedere con acqua e sapone oppure con gli aghi. Quest'ultima tecnica è molto più semplice e meno ostica della prima. Non implica lo scolorimento della lana ed altri piccoli fastidi. Si potranno realizzare tanti simpatici...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.