Come cambiare il sifone del lavello

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Nel fai da te, può spesso capitare di incontrare dei lavoretti davvero molto difficili. Ma fortunatamente non tutti sono così difficili da eseguire, e quindi non è obbligatorio l'ausilio di un esperto nel settore. Tra questi semplici lavoretti fai da te, troviamo quello della sostituzione del sifone di un lavello. Per poter cambiare appunto il sifone del nostro lavello, che sia della cucina o della lavanderia o del bagno, si richiede soltanto una leggera dimestichezza con gli utensili da lavoro, e un una minima dose di ingegno. In questa guida, oggi vi spiegheremo nel modo più semplice ed esaustivo, tramite qualche passaggio, come cambiare il sifone del lavello.

24

Per iniziare il lavoro, dovremo innanzitutto, togliere tutto l'apparato che compone il sifone ovviamente. Per fare ciò dovremo semplicemente svitare leggermente, senza allentarle troppo, le due ghiere sopra e sotto. Queste agganciano il sifone sia alla parte superiore che è il lavello, che alla parte inferiore che è lo scarico. È importante sapere però, il materiale che costituisce le varie parti. Difatti, se ci dovessimo trovare di fronte dell'acciaio leggero, dovremo prestare parecchia attenzione a non alterarne la forma.

34

Una volta arrivati a questo punto, che avremo estratto il sifone da sotto il lavello, in base alle nostre esigenze, ci troveremo dinanzi a due scelte. La prima, è quella di, cercare di pulire il sifone stesso, e di riutilizzarlo. Per fare ciò, dovremo prestare parecchia attenzione, nel pulire tutte le parte che magari ostruiscono il passaggio dell'acqua. In maniera tale da ottenere un sifone come nuovo, e quindi poterlo riutilizzare nuovamente. Una volta pulito in maniera molto scrupolosa, dovremo passare al montaggio del vecchio sifone. Per poterlo montare nel migliore dei modo, è sempre consigliabile, rinnovare le guarnizioni, dello scarico che sta nella parete. Si consiglia sempre di bagnarle oppure passare della vaselina. Quindi, per poterlo rimontare, dovremo innanzitutto partire nell'incastrare per bene il sifone allo scarico. Successivamente, potremo attaccarlo alla parte sottostante al lavello. Quindi, controllare che l'acqua fluisca bene attraverso le tubature, senza perdite.

Continua la lettura
44

Il secondo caso, è quando avviene la sostituzione completa del sifone. A quel punto, dovremo semplicemente procurarci un sifone nuovo, ma dello stesso modello precedente, in maniera tale da non poter sbagliare. Quindi, una volta smontato il sifone, dovrete soltanto rinnovare come in precedenza, le guarnizioni dello scarico a parete. Una volta fatto montare il tutto, e controllare anche in questo caso, come fluisce l'acqua.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come riparare lo scarico del lavello che perde

I problemi all'impianto idraulico in casa possono capitare anche quando si presta molta attenzione a non crearli. Purtroppo però oggi è molto difficile poter contare sull'aiuto di una persona esperta e specializzata nel settore, per una ragione in particolare:...
Materiali e Attrezzi

Come sostituire un sifone del lavello che perde

La cucina è forse uno degli ambienti domestici più vissuti. Molte volte è questo il luogo dove oltre alla colazione, al pranzo, alla cena e agli spuntini, si trascorre il tempo a conversare, a guardare un film, a sistemare qualcosa, a volte perfino...
Materiali e Attrezzi

Come installare un sistema di scarico su un doppio lavello

Se in cucina avete un lavello e volete cambiarlo con uno a due vasche, il procedimento e le operazioni non saranno complicate, siccome ci sono delle tubazioni in PVC pratiche ed economiche che si possono incastrare assemblandole, perciò senza l'occorrenza...
Materiali e Attrezzi

Come montare un sifone esterno per lavatrice

Se abbiamo appena acquistato una lavatrice ed intendiamo collegarla allo scarico, è necessario utilizzare un sifone esterno. Quest'ultimo è semplice da montare, e non richiede un intervento di un idraulico, se non un minimo di praticità nel maneggiare...
Bricolage

Come installare un sifone a bottiglia

Quando c'è da eseguire qualche piccolo grande lavoretto domestico, non sempre è necessario ricorrere ad un esperto. La semplice chiamata ad un fabbro, un idraulico o un elettricista, può arrivare a costare anche 30 o 40 euro, senza contare il costo...
Casa

Come Installare Un Sifone Salvaspazio

Un tempo il sottolavello era occupato da ingombranti tubi e sifoni per lo scarico dell’acqua che non lasciavano molto spazio per riporre ordinatamente detersivi, bottiglie e pattumiere. Oggi gli spazi ridotti degli appartamenti e la necessità, per...
Casa

Come sgorgare un lavello o un lavabo

L'accumulo di molte impurità (come residui di sapone, capelli, avanzi di cibo, ecc.) sono la causa principale degli ingorghi degli scarichi. I metodi per disintasarli prevedono l'uso di un prodotto chimico oppure l'adoperare metodi meccanici come lo...
Casa

Come nascondere tubature sotto il lavello a parete

Se per la nostra cucina abbiamo optato per un lavello a parete, e non intendiamo però rendere visibili le tubature per lo scarico, non ci sono problemi poiché sono molteplici le soluzioni a disposizione. A tale proposito ecco una guida, con alcune idee...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.