Come coibentare una parete

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Nei tempi antichi le case venivano costruite in pietra, oppure in legno o con altri materiali del tutto naturali, come testimoniato dai tantissimi e suggestivi borghi presenti nel nostro Paese. Il motivo principale per cui questo avveniva è rappresentato dal fatto che i mezzi a disposizione delle persone erano molto limitati e la pietra era facilmente reperibile nelle zone vicine alla costruzione da realizzare. Gli edifici di questo tipo hanno un indubbio valore "rievocativo" ed inoltre presentano una caratteristica interessante: le case in pietra si sono dimostrate molto più "isolate termicamente" e calde rispetto a quelle che vennero costruite successivamente tra gli anni '70 e '90 e questo in relazione al forte potere regolatore della temperatura posseduto dalla pietra. Se, pertanto, la vostra abitazione non è in pietra e risale agli anni genericamente compresi tra gli anni settanta e novanta starete probabilmente combattendo contro le muffe e la presenza di temperature disomogenee fra le varie zone della casa. In situazioni di questo tipo è importante sapere che una soluzione per ovviare a tale problema esiste e si chiama "coibentazione". Nella guida che segue cercheremo di capire meglio come bisogna procedere per coibentare una parete nel modo più semplice possibile. Ovviamente si tratta di lavori specialistici, pertanto è fondamentale avere delle buone conoscenze di base, nonchè un'ottima manualità: si tratta di elementi fondamentali per ottenere un lavoro perfetto sia dal punto di vista estetico che sotto quello funzionale.

27

Occorrente

  • Lastre di cartongesso
  • Secchio
  • Cazzuola
  • Spatola
  • Taglierino
  • Stucco
  • Colla
  • Retina
37

Trovare una soluzione

Cominciamo subito col dire che se siamo giunti a prendere la decisione di coibentare la casa, significa che la nostra abitazione è interessata da problemi d'isolamento termico, in quanto priva di "cappotto" che serve a limitare le dispersioni di calore all'interno del nostro immobile. Questo fatto, oltre a creare degli spiacevoli scompensi termici da un ambiente all'altro, con ripercussioni anche sulla salute, farà anche aumentare in modo esponenziale la bolletta del riscaldamento, pertanto è opportuno provvedere a porre rimedio alla questione con tempestività.

47

Procurare il materiale

Quando si tratta di una sola parete, magari quella esposta a nord e soggetta a condensa sui ponti termici, potremo eseguire noi stessi il lavoro; occorre soltanto buona manualità ed il possesso dei "giusti attrezzi" del mestiere per riuscire in questa impresa. Il rimedio migliore in questi casi è rappresentato dal cartongesso: si tratta di un buon isolante, che in commercio prende anche il nome di isolastra. È possibile reperire gli attrezzi presso un negozio di "Fai da te" più vicino a casa, oppure all'interno di centri specializzati in vendita di materiale edilizio. È bene essere a conoscenza del fatto che tali pannelli hanno dimensioni e spessori differenti, pertabto calcolate con attenzione sia i metri quadri che vi occorrono che lo spessore più adatto alle vostre esigenze abitative.

Continua la lettura
57

Raschiare la parete

Arrivati a questo punto dovrete verificare lo stato generale della parete, eliminare eventuali strati di muffa e tenere in considerazione eventuali "ostacoli", come prese elettriche, radiatori e finestre. Liberate la parete da eventuali oggetti e passate alla fase più noiosa, ovvero alla raschiatura della pittura precedente: si tratta di una procedura indispensabile per rendere più aderente l'isolante che andrete ad applicare. L'operazione in questione può essere effettuata con una spatola per mezzo di comune carta vetrata oppure utilizzando un raschiatore.

67

Passare la pittura

Ora preparate i pannelli della giusta misura e sistemate la colla apposita in modo uniforme, sia sui differenti estremi che al centro, quindi premete la lastra contro il muro. Riempite le fughe tra le lastre avvalendovi di stucco apposito, quindi immergete la retina nell'intercapedine e aiutandovi con la spatola, facendola aderire per bene alla giuntura. Quando il tutto sarà perfettamente asciutto rendete la superficie liscia ed omogenea utilizzando della carta vetrata con grammatura attorno ai 120 grammi. Una volta che avrete terminato il lavoro non dovrete fare altro che dipingere la stanza a vostro piacimento, senza dimenticare che in commercio esistono le cosiddette pitture termiche che potrebbero essere la soluzione perfetta in questi casi. Ed ecco che, in pochissimi e semplici passaggi, avrete finalmente pronta una stanza "moderna", in grado di assicurare il giusto livello di "comfort" durante qualsiasi periodo dell'anno, tanto in inverno quanto nei mesi estivi. Come avrete capito, si tratta di un'operazione molto semplice, ma che richiede del tempo e una buona dose di precisione; qualora non doveste essere in grado di effettuarla in maniera autonoma, potrete rivolgervi a un operaio esperto in tale settore.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzare una colla di ottima qualità.
  • Dopo aver eliminato la muffa lasciar asciugare la parete per almeno una settimana
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Consigli per coibentare un forno a legna

Per coibentazione si intende una tecnica che offre la possibilità di isolare termicamente due sistemi esposti a condizioni ambientali nettamente diverse, in modo da aumentarne la resistenza stessa. Nella seguente guida forniremo, in particolare, dei...
Bricolage

Come coibentare gli infissi in alluminio

Avere la capacità di svolgere piccoli grandi lavori domestici a volte può risultare davvero utile ed economico. Tuttavia, basta un po di buona volontà e predisposizione per certi tipi di lavori che si può arrivare a tutto e sentirsi realizzati. Questa...
Casa

Come coibentare un tetto

Il tetto ha la specifica funzione di preservare l'ambiente interno della struttura dagli agenti atmosferici e, dall'ingresso di animali. Altri scopi fondamentali dei tetti sono quello di impedire la formazione di umidità all'interno della struttura,...
Casa

Come coibentare un sottotetto dall'interno

Coibentare un sottotetto dall'interno di un edificio non è mai un processo semplice da svolgere. Per farlo sono infatti richiesti requisiti come: abilità, manualità e maturata esperienza nel settore edilizio. Isolare un sottotetto internamente tuttavia...
Bricolage

Come coibentare un muro in tufo

Se nella vostra abitazione ci sono dei muri in tufo e, recentemente avete notato delle macchie che si allungano dal pavimento e salgono lungo il muro, oppure l'intonaco viene giù sbriciolandosi e sotto compare la muffa, molto probabilmente vi trovate...
Materiali e Attrezzi

Come coibentare le tubature

Se nella vostra zona, durante il periodo invernale le temperature tendono a scendere molto, sopratutto se sotto zero, allora sicuramente avete notato che potete incorrere al fastidioso problema delle tubature ghiacciate. Per evitare che succeda ciò,...
Casa

Come coibentare il soffitto

Il miglioramento dell'efficienza energetica delle abitazioni consente di riqualificare l'immobile secondo le nuove normative in materia. Inoltre, si ha un risparmio economico sia per il riscaldamento che per il raffreddamento degli ambienti. Coibentare...
Casa

Come coibentare gli infissi in pvc

Se avete installato degli infissi in PVC in casa vostra ed intendete proteggerli con alcuni interventi di manutenzione, e nello stesso tempo vorreste provvedere ad isolare l'ambiente domestico dal freddo, potete adottare alcune valide tecniche di coibentatura....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.