Come coltivare basilico in casa

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Quella del pollice verde è una vera e propria attitudine e passione che richiede comunque un minimo di conoscenza specifica. In questa guida avremo l'opportunità di vedere più nelle specifico come prendersi cura in maniera efficace di una determina pianta. Vediamo, quindi, come coltivare il basilico in casa.

26

Occorrente

  • Semi di basilico
  • Vasi in terracotta
  • Terriccio universale
  • Argilla espansa
  • Acqua per le innaffiature
  • "Tessuto non tessuto" o foglio di plastica trasparente
36

Il basilico è una pianta erbacea a ciclo annuale, originaria dell'Asia tropicale e dell'India, gradualmente diffusasi, attraverso il Medio Oriente, in tutta Europa e infine in America, al seguito delle spedizioni nel Nuovo Continente.
La semina del basilico va fatta, preferibilmente, tra Marzo ed Aprile, seguendo file parallele e facendo attenzione a non interrare i semi ad una profondità eccessiva. I vasetti, il cui terreno andrà mantenuto costantemente umido attraverso l'utilizzo di uno spruzzatore, vanno posti in un luogo ombreggiato fino all'avvenuta germinazione. Se il tempo è ancora incerto, per proteggere il basilico nelle prime fasi dello sviluppo è opportuno coprire il vaso con del "tessuto non tessuto" o con un foglio di plastica trasparente.

46

Trascorsi una decina di giorni dalla semina, potrete già ammirare le piccole piante, che, se cresciute in quantità eccessiva, andranno diradate. La messa a dimora definitiva può avvenire solo quando le piantine avranno raggiunto un'altezza di circa 10 cm e presenteranno almeno 4 foglie ciascuna. Il trapianto andrà effettuato in vasi di terracotta, avendo cura di posizionare sul fondo uno strato di argilla espansa per evitare dannosi ristagni di acqua. Non è una pianta che presenta particolari esigenze di terreno, pertanto andrà bene un terriccio universale a ph neutro, purché ben drenato. Se il terreno utilizzato è abbastanza fertile, durante l'intero ciclo vegetativo, non necessita di alcuna concimazione aggiuntiva.

Continua la lettura
56

Per una crescita rigogliosa, il basilico predilige l'esposizione in un luogo assolato o semi-ombreggiato e lontano dalle correnti di aria.
Le temperature ottimali per la sua crescita si aggirano tra i venti gradi centigradi e i venticinque gradi centigradi ma, mantenendo il terreno costantemente umido, riesce a sopportare anche temperature più elevate. Le innaffiature devono essere costanti e abbondanti, preferibilmente da effettuare durante le prime ore del mattino e facendo attenzione a non creare ristagni idrici. Tollera invece difficilmente temperature al di sotto dei dieci gradi centigradi. Non mi resta a questo punto che augurarvi buon lavoro.

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Scegliere Il Periodo Adatto Per La Semina

A tante persone piace decorare il proprio terrazzo e balcone con vasi di fiori colorati. Per far in modo che le vostre piantine possano cresce in maniera ideale, dovrete seguire regole ben definite, come per esempio la scelta del periodo di semina. Tutte...
Giardinaggio

Come coltivare la ceropegia woodii

Nei passi seguenti di questa guida andremo a occuparci di capire come è possibile coltivare la Ceropegia Woodii. Si tratta di una pianta succulenta, appartenente alla famiglia delle Asclepiadacee che, per la presenza delle screziature presenti nelle...
Giardinaggio

Come coltivare prezzemolo in casa

Avere il pollice verde non è un'attitudine comune a tutti. Serve infatti una certa passione per il mondo del giardinaggio per avere delle piante sane e rigogliose. Il prezzemolo è un ingrediente fondamentale della cucina italiana, utilizzato per arricchire...
Giardinaggio

Come Seminare I Fagiolini

I fagiolini sono piante rustiche, come tutte le leguminose. Si possono seminare e coltivare con facilità. Non necessitano di concime e crescono rigogliosi in terreni umidi e in luoghi temperati. Hanno bisogno di esposizione diretta alla luce del sole....
Giardinaggio

Come seminare i piselli

Esistono diverse varietà di piselli, si va da quelle nane, la cui altezza media si aggira attorno ai 35 centimetri a quelle di tipo rampicante, la cui altezza può superare i due metri. Questo tipo di pianta predilige le zone a clima mite e che non sono...
Giardinaggio

Errori da evitare nella cura delle gerbere

Le gerbere sono piante che appartengono alla specie delle Asteraceae con bellissimi fiori colorati che vanno dal fuxia, al rosa, all'arancione. Se si vuole stupire qualcuno con un mazzo di fiori, sicuramente in esso ci saranno delle gerbere, perché questi...
Giardinaggio

Come coltivare l'euphorbia balsamifera

Per prendersi cura di una pianta non occorre solo la passione verso il mondo del giardinaggio. Occorrono infatti anche conoscenze specifiche che servono alla cura e alla coltivazione delle piante. In questa guida ci focalizzeremo principalmente su un...
Giardinaggio

Come fare per coltivare i cetrioli in serra

Il cetriolo è una pianta subtropicale molto gettonata in campo culinario. In Italia può essere coltivato all'aperto, poiché possiede un ciclo vitale piuttosto corto ed è quindi facile utilizzare coperture di protezione. Il suo consumo, oltre a donare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.