Come coltivare i capperi in vaso

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I Capperi sono degli arbusti sempre verdi, rampicanti. Le piante appartengono alla famiglia delle Capparidaceae. Originari del Sud dell'Europa, del bacino del Mediterraneo e dell'Oriente. Questi crescono in particolar modo nelle regioni del Mediterraneo. Si tratta di una pianta perenne, che cresce nelle rocce o nei muri. Le loro foglie sono di un verde brillante e la loro forma è ovale e lucida. Mentre i fiori emanano un particolare profumo, quasi pungente. Nei mesi di giugno e luglio cominciano a fiorire, ed è così, che la pianta produce i capperi. I capperi non sono i semi, ma i boccioli dei fiori che non schiudono. La produzione migliore si ottiene nelle zone calde, e può avvenire sia in giardino che in un vaso. Nella seguente guida spiego come coltivare i capperi in vaso.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Semi di capperi
  • 1 Vaso
  • Terriccio
  • Torba
  • Calce
  • Attrezzi per giardinaggio
37

I capperi crescono come dei cespugli, e possono raggiungere fino ad un metro di altezza, con dei rami bassi, atti a creare in proprio la pacciamatura lungo il terreno. Vanno quindi coltivate vicino ai muri tra le pietre dove possono ricadere, o addirittura risalire. Ogni fiore di solito dura 24 ore, ma c'è una continua apertura di altri boccioli che non ne fanno rimpiangere la perdita precoce. I capperi hanno un grande uso in cucina. Infatti, salati e marinati nell'aceto, risultano un gustoso complemento di molte vivande. A questo punto se si vogliono coltivare in casa per un utilizzo personale è fondamentale procurarsi: un vaso, terriccio arricchito di torba, un sacchetto di drenaggio. Infine della calce, e semi di capperi.

47

Le migliori condizioni di crescita per i capperi in generale è in pieno sole, invece per coltivarli in un vaso, è necessario che questo sia abbastanza grande, ovvero di un'altezza di 50 centimetri e un diametro di almeno 30. L'importante è l'utilizzo di un terriccio arricchito di torba sminuzzata, quindi il cosiddetto compost misto, facilmente reperibile nei centri per il giardinaggio, in appositi sacchetti da 5 e 10 chili. Lo scopo di utilizzarlo è di ottenere un perfetto drenaggio anche nel vaso, come avviene in piena terra. Al terriccio acquistato per garantire questa particolare condizione, va aggiunto della calce. Questa va lasciata in posa, almeno una settimana prima di piantare i semi. Le piante di capperi in un vaso, richiedono irrigazioni fisse (in media tre volte a settimana), ed in primavera e autunno come concimazione, va aggiunta una miscela minerale organica.

57

Guarda il video

Continua la lettura

Approfondimento

Come piantare aromi in vaso
67

Dopo aver piantato i semi, la pianta si sviluppa in 10-12 giorni nelle stagioni calde, e il germoglio appare piuttosto stretto. Trascorsi altri venti giorni, si formano i primi cespugli, che producono un frutto di forma oblunga e con molti semi. Ecco che abbiamo ottenuto la riproduzione dei capperi in vaso. Inoltre, i semi piantati in un altro vaso con le stesse condizioni riescono a germogliare di nuovo. Consentendoci così, una costante raccolta. In questo modo, possiamo ammirare i suoi delicati e bellissimi fiorellini bianchi, che costituiscono un ottimo elemento di arredo per la terrazza o il balcone.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Mettere la pianta di capperi in una zona luce
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare la gloriosa rothschilandiana

Uno di modi più semplici per abbellire i nostri appartamenti , balconi e terrazze è coltivare fiori. I fiori permettono non soltanto di profumare l'ambiente ...
Giardinaggio

Come piantare e coltivare le piante grasse in vaso

Se avete il pollice verde, potreste piantare e coltivare le piante grasse in vaso. Tali piante, conosciute anche come succulente, sono perfette per gli ambienti ...
Giardinaggio

Come coltivare i peperoni in vaso

Il peperone è una pianta antichissima, risalente al 5000 a. C., ed è compresa nella medesima famiglia dei peperoncini, per cui come essi, ha una ...
Giardinaggio

Come piantare in vaso il sedano

All'interno della presente guida, andremo a sviluppare una tematica molto interessante sotto il profilo del fai da te, in quanto andremo a spiegare ai ...
Giardinaggio

Come piantare i semi del limone

Il limone è un tipo di agrume di colore giallo chiaro e dal profumo davvero gradevole. L'albero che produce questo straordinario frutto dall'inconfondibile ...
Giardinaggio

Come coltivare il coriandolo in vaso

Le erbe vengono utilizzate da sempre dall'uomo. Queste fin dall'antichità vengono apprezzate per il loro uso e proprietà. Ne esistono tante e ognuna ...
Giardinaggio

Come coltivare l'erica in vaso

L'erica è una pianta appartenente alla famiglia delle ericacee e si suddivide in diverse sottospecie. Tra le specie più note troviamo senza dubbio, l ...
Giardinaggio

Come coltivare l'ulivo in vaso

Gli alberi di ulivo sono sempre più utilizzati e non solo per la produzione, ma anche a scopo ornamentale; infatti, hanno un bell'aspetto, ed ...
Giardinaggio

5 ortaggi da seminare a settembre

Anche se per molte piante l'inverno è un momento di riposo vegetativo, non è detto che l'orto rimanga vuoto durante i mesi freddi ...
Giardinaggio

Come coltivare la Stelvia

La Stelvia è una pianta perenne che fa parte della famiglia dei crisantemi. Essa cresce all'interno di piccoli cespugli, posti su terreni sabbiosi. In ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.