Come coltivare i tartufi

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il mondo del giardinaggio ci consente di coltivare praticamente tutto quello che la terra può produrre. È sufficiente eseguire alcune regole, avere tanta pazienza e dedizione verso un hobby che può essere definito a tutti gli effetti una vera e propria arte. Non c'è cosa più bella che coltivare, nella propria casa, degli ottimi tartufi. Se siete interessati a questo lavoro, potete farlo seguendo i semplici passi offerti da questo tutorial.
Vediamo quindi, con questa guida, come coltivare i tartufi.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Tartufi da coltivare
  • Passione per il giardinaggio
37

Come coltivare i tartufi: il clima

Questi pregiati tuberi, molto costosi e simili alle patate (si sviluppano sotto terra) possono essere coltivati nel nostro giardino, purché ci sia del terreno adatto, un buon clima, spazio sufficiente e un bel po' di pazienza per aspettare il primo raccolto. Il clima è l’elemento fondamentale per coltivare i tartufi, questi infatti prediligono un clima temperato. Se quindi l’estate è calda e l’inverno è freddo ed entrambi si mantengono nelle giuste proporzioni di tempi e temperature, si crea il clima ideale per coltivare dei tartufi.

47

Come coltivare i tartufi: il terreno

Il terreno, elemento essenziale per coltivare i tartufi, deve essere ben drenato e il grado di acidità deve avere un pH 8. Affinché il valore rimanga costante va testato ed eventualmente utilizzata della calce per aumentare il livello di pH se troppo basso. La scelta del terriccio va fatta dietro consiglio di un esperto, ma tuttavia è importante sapere che quello fresco e ben concimato è l’ideale per una buona riuscita del prodotto. Per quanto riguarda l’albero adatto sotto cui piantare i tartufi, questo è senza dubbio la quercia ma, siccome dovrebbe essere vecchia, è più facile optare per una sana pianta il giardino come la nocciola, il faggio o il pioppo che pure sono ottimi per coltivare dei tartufi.

Continua la lettura
57

Come coltivare i tartufi: il drenaggio

Il drenaggio del terreno è un altro elemento fondamentale che consente la coltivazione del tartufo. Dovendo innaffiare l'impianto con una certa frequenza, ovvero tutti i giorni nel periodo estivo e a giorni alterni (salvo giornate molto piovose) in inverno, non bisogna mai far accumulare acqua poiché l'apparato radicale potrebbe marcire del tutto. Il terriccio va inoltre concimato almeno ogni mese con materiale organico e, dopo una buona sarchiatura del terreno, arricchirlo con torba sminuzzata che fa da concime e nel contempo è un ottimo assorbente di umidità. La cura, la pazienza e la dedizione di cui facevamo accenno all'inizio saranno quindi la base per una fiorente coltivazione di ottimi tartufi.

67

Come coltivare i tartufi: gli impianti

Molto importante per la coltivazione del tartufo è la densità dell'impianto che deve contenere da un minimo di duecento fino a quattrocento piante per ettaro. L'impianto ideale deve essere quadrato o rettangolare e le buche devono essere profonde almeno venti centimetri. È molto opportuno recintare l'apprezzamento per evitare che animali selvatici possano introdursi e rovinare le piantine. Ovviamente, per un'ottima raccolta ricordatevi sempre di fare effettuare un'analisi del terreno, di programmare le potature che dovranno essere collocate nei mesi di dicembre, gennaio e febbraio, ma dopo il secondo e il terzo anno di coltivazione. Infine, dovete essere consapevoli che una buona raccolta inizierà dopo circa sei o sette anni.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Assicuratevi che il terreno abbia sempre un valore del pH costante ad 8.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Tecniche di coltivazione del tartufo bianco

Il tartufo è un fungo sotterraneo. Come molti altri funghi, il tartufo non è in grado di trarre da solo le sostanze nutritive necessarie per ...
Giardinaggio

Come coltivare il tartufo nero

Il tartufo è il corpo fruttifero di un fungo denominato "Ascomiceto sotterranea" e fa parte della specie dei tuberi. I tartufi sono funghi ectomicorrizici e ...
Giardinaggio

10 ortaggi nani da coltivare in vaso

Perché negarsi un angolo di campagna se si vive nei grandi appartamenti? La moda di coltivare piante se si abita in palazzoni al centro della ...
Giardinaggio

Come coltivare e curare le fucsie da giardino

Se si è amanti del giardinaggio e si cerca una variante ai fiori profumati da piantare nel giardino oppure sui balconi e terrazzini questo tutorial ...
Giardinaggio

5 ortaggi da seminare a settembre

Anche se per molte piante l'inverno è un momento di riposo vegetativo, non è detto che l'orto rimanga vuoto durante i mesi freddi ...
Giardinaggio

Come iniziare a coltivare un orto

Oggigiorno sono sempre di più le persone che vogliono cominciare a coltivare un orto. Le ragioni possono essere le più svariate: si può farlo per ...
Giardinaggio

Come organizzare una fungaia a casa

Passeggiare nei boschi per funghi è una stupenda e rilassante attività da condividere con amici e parenti che hanno la stessa passione. Purtroppo, però, è ...
Giardinaggio

Come coltivare il cavolo cappuccio

La coltivazione di verdure ed ortaggi richiede un minimo di esperienza, ed un piccolo apprezzamento di terreno o qualche vaso rettangolare molto capiente, che consenta ...
Giardinaggio

Come Coltivare Il Coleus Blumei

I Coleus sono piante erbacee annuali, coltivabili in piena terra o in vaso. Possiedono un fogliame molto ornamentale, colorato, variegato, ricco di screziature o macchie ...
Giardinaggio

Come coltivare la gerbera in terra e in vaso

Un giardino ben curato è sempre molto bello da vedere e da un tocco di classe alla vostra casa. Se poi disponete di poco spazio ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.