Come Coltivare Il Buxus Sempervirens

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il Buxus sempervirens, noto anche Bosso comune, è un arbusto sempreverde di facile coltivazione, che con il tempo può raggiungere le dimensioni di un piccolo albero, con un'altezza di 5-6 metri e un diametro di circa 2 metri. Leggendo questa guida, scoprirete come coltivare il Buxus sempervirens nel modo corretto.

27

Occorrente

  • Sole
  • acqua
  • terreno
  • fertilizzante
37

Il colore

Anzitutto, nessun'altra specie riunisce le qualità estetiche del Buxus sempervirens, dovute soprattutto al fogliame persistente, compatto, di colore verde scuro. Si tratta di una specie indigena, monoica, con foglie piccole, ovali, opposte e persistenti. I fiori sono molto piccoli, di colore giallo, ed hanno un profumo decisamente poco gradevole. Il Bosso non ha problemi di esposizione: può essere posizionato sia in pieno sole sia in penombra permanente. Inoltre, tollera qualsiasi condizione climatica, anche i freddi degli inverni più rigidi. Per quanto riguarda le innaffiature, si consiglia di moderarle nella bella stagione, in modo da tenere il terreno umido.

47

La ripresa

Anche la messa a dimora non è critica, in quanto possiede delle fitte radici che favoriscono una veloce ripresa. Il periodo più favorevole è l'autunno, cosicché durante l'inverno, migliori l'apparato radicale. Se desiderate realizzare delle siepi, ricordate che andranno poste a 20-30 cm di distanza, e dopo la messa a dimora, dovrete tagliare la parte superiore dei germogli principali per favorirne lo sviluppo dei nuovi, che andranno a riempire gli spazi. Il Buxus suffruticosa è la varietà che si presta meglio per la realizzazione di una siepe, in quanto ha una crescita più lenta delle altre. In estate, è consigliabile aggiungere all'acqua delle innaffiature un fertilizzante liquido, almeno due volte al mese, per favorire una crescita più rigogliosa.

Continua la lettura
57

La tipologia di terreno

La pianta si adatta a qualsiasi tipologia di terreno, ma in quelli secchi e poveri, il Bosso può essere attaccato da un moscerino che infetta le foglie. La potatura è necessaria ma non viene eseguita ripetutamente, perché la crescita è molto lenta. Generalmente, viene effettuata in primavera e ad inizio autunno. Inoltre, va sottolineato che è importante effettuare una buona potatura nei primi anni, in quanto essa determina la ramificazione. La riproduzione viene effettuata generalmente per talea. Se invece avviene per semina, i semi vanno piantati in autunno. Infine, il suo legno molto compatto viene utilizzato per costruire oggetti quali pezzi degli scacchi, strumenti musicali ed altre piccole sculture.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare un albero di bosso

Il bosso può essere considerato per lo più un arbusto, sebbene possa raggiungere un'altezza anche di 5 metri in alcune varietà, di tipo sempreverde e dalla crescita abbastanza lenta. Viene spesso utilizzato come pianta ornamentale, sia singolarmente...
Giardinaggio

Come coltivare il bosso

Avere un giardino rigoglioso e pieno di piante è il sogno di moltissime persone, ma per far si che tutte le piante crescano nel migliore dei modi è bene imparare alcune basi per coltivare le nostre piante e farle crescere bene. Se siamo degli amanti...
Giardinaggio

5 consigli per coltivare un bosso

Il bosso è una pianta sempreverde, che si adatta alla coltivazione in giardino e su vaso. E’ un arbusto molto resistente, che non necessita di particolare manutenzione. Presenta un fusto sinuoso ed una chioma fitta e gremita. Le sue foglie, a crescita...
Giardinaggio

Come potare il bosso

Il bosso è un arbusto dalle foglie lucenti che cresce su diversi tipi di terreno senza risentire degli sbalzi termici dell'alternanza delle stagioni: cresce rigoglioso e può raggiungere un'altezza di tre metri. Tuttavia, se non viene periodicamente...
Giardinaggio

Come proteggere il bosso in inverno

Durante la stagione invernale le piante, specialmente quelle di tipo legnose, subiscono gravi danni, e tra queste la più vulnerabile è il bosso. Quest'ultimo è un arbusto sempreverde che si sviluppa nelle zone sud-occidentali dell'Europa, utilizzata...
Giardinaggio

Come coltivare il bosso comune

Il bosso comune è una pianta che cresce spontaneamente in Europa, nel Nord dell'Africa e nel Caucaso. Fino a qualche anno fa si poteva ammirare soltanto ai margini delle aiuole e come pianta da bordura. Attualmente le cose sono decisamente cambiate;...
Giardinaggio

Come potare le siepi

Per potare le siepi è necessario conoscere precisamente il periodo giusto e il tipo di taglio da eseguire. In alcuni casi infatti uno sfoltimento errato potrebbe danneggiare la pianta e provocare addirittura l'essiccamento della stessa. Così nei primi...
Giardinaggio

Come scegliere le piante sempreverdi per il giardino

Le piante sempreverdi offrono dei buoni schermi contro la luce solare, riducono i rumori provenienti dall'esterno e trattengono il vento. Le loro foglie persistono anche durante l'inverno, il che permette di mantenere un bel giardino tutto l'anno. Inoltre,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.