Come coltivare il cardo

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le piante e i fiori sono degli elementi fondamentali per abbellire un ambiente, oppure una pura passione per chi ha il pollice verde. Naturalmente non vi è che l'imbarazzo della scelta, per decidere cosa coltivare, si può scegliere tra una grande varietà di essi in base ai propri gusti. Per chi ha un piccolo orto, per esempio, una delle piante da coltivare è il cardo. Se mai decideste di coltivarlo, è bene saperne qualcosa in merito, per non sbagliare. Seguite attentamente i passi di questa esauriente guida che vi spiegheranno in maniera chiara come coltivare il cardo.

27

Cominciamo col dire che, il cardo è originario dell'area meridionale e mediterranea dell'Europa, delle Isole Canarie e dell'Africa boreale. Questo ortaggio appartiene alla famiglia delle composite come: l'indivia, la lattuga, il radicchio e il carciofo. Solitamente quando viene gustato, ha la particolarità di nutrire senza appesantire eccessivamente e, si caratterizza dal suo sapore leggermente amarognolo.

37

Per coltivare il cardo, avremo bisogno di un terreno abbastanza sciolto e profondo, in modo da favorire la penetrazione della radice nel terreno. Esso deve essere ben drenato perché teme molto i ristagni. Inoltre, è necessario che sia fresco, fertile e, con una buona componente organica, a pH leggermente acido. Per migliorare il terreno si può ricorrere ad una energica letamazione.

47

Guarda il video

Approfondimento

Come sbiancare gli ortaggi
57

Per la coltivazione del cardo, bisogna tener presente che, per ogni metro quadrato di terreno, si possono aggiungere circa cinque chilogrammi di letame maturo. Si dovrebbe effettuare una vangatura doppia per poter sfruttare il terreno in maniera più profonda. I cardi devono essere seminati nel periodo incluso tra i mesi di aprile e di maggio. Le buche devono distanziarsi l'una dall'altra di ottanta oppure cento centimetri circa.

67

È bene sapere che, i semi devono essere distribuiti contandone circa tre per ogni buca. Successivamente, ognuna di esse deve essere ricoperta con quattro centimetri di terra soffice che, deve essere appositamente messa da parte in precedenza. La germinazione può variare, in funzione della temperatura, dai dieci ai venti giorni. La temperatura minima per farla avvenire deve essere di circa 16°.

77

Certamente seguendo queste utili informazioni si potrà avere la certezza di veder crescere i cardi in tutto il loro splendore. Si tratta di un ortaggio proveniente da particolari zone del mondo, ed è proprio per questo che tutte le indicazioni dovrebbero essere seguite alla lettera. A questo punto non vi resta che iniziare le semina per vederli crescere rigogliosi.

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti