Come coltivare il patchouly

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il Patchouli è una pianta appartenente alla famiglia delle Labiate ed è originaria principalmente della Malesia, dell’Oceania e dell’Asia tropicale. Nota anche con il nome di Pogostemon cablin è, al giorno d’oggi, coltivata in India, Cina e Filippine. La sua importanza è data dal suo olio essenziale, considerato prezioso nel mondo della cosmesi grazie alle sue innumerevoli proprietà e al suo particolare profumo. Anche per questo motivo il patchouli è diventato di uso abbastanza comune.
Vediamo dunque, con questa guida, come coltivare il Patchouly.

26

Occorrente

  • Semi di Patchouli
  • Terreno ben drenato
36

Il Patchouli è una pianta alta circa 1m ed ha il fusto color rosso intenso ricoperto da una leggera peluria; per queste caratteristiche viene erroneamente confusa con la pianta di menta. I fiori di Patchouli sono bianchi con striature rosse, e crescono in piccoli gruppi, mentre le foglie sono ovali e morbide con bordi dentellati. Il Patchouli sopporta molto bene le basse temperature, anche alcuni gradi sotto zero, ma è preferibile coltivarla ad una temperatura di circa 5-8°C. Solitamente viene coltivate all’ombra di alberi ad alto fusto per evitare la luce diretta dei raggi solari, ma può essere utilizzata anche all’interno della casa.

46

Per coltivare il Patchouli, è sufficiente acquistare i semi e piantarli in un terreno ricco e soprattutto ben drenato. Se si vuole, invece, coltivare il patchouli in vaso è importante considerare un rinvaso ogni 2 anni circa, così da fare in modo che le radici sviluppino bene. Per quanto riguarda l’annaffiatura, deve avvenire regolarmente e nei mesi più freddi bisogna annaffiare sporadicamente. Inoltre, il concime deve essere somministrato ogni 10-15 giorni circa e deve essere specifico per piante verdi. Tra gli innumerevoli benefici che l’estratto di Patchouli offre, è da citare quello contro ansia, tensione depressione utilizzato in fitoterapia.

Continua la lettura
56

Il Patchouli è addirittura usato nella medicina orientale per combattere i dolori reumatici e articolari, nonché mal di tesa e di stomaco; specificatamente nella medicina giapponese rappresenta un antidoto contro il veleno di serpente. Ma il suo uso si estende anche ad ambiti domestici, mostrandosi un efficace insetticida e repellente per insetti. Nell’industria alimentare il Patchouli viene utilizzato anche come aroma per dolciumi. Nel mondo occidentale, l’essenza di Patchouli è conosciuta maggiormente in aromaterapia come aggiunta all’olio da massaggi.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • La guida è solo a scopo informativo.
  • Ricorda di eseguire con una certa regolarità l'annaffiatura.
  • Ricordate di rinvasare ogni 2 anni circa.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come seminare e coltivare i carciofi

Abbiamo deciso di offrire ai nostri lettori, che sono amanti degli ortaggi sani, privi di concimi e del tutto naturali, una valida guida, attraverso cui, poter imparare veramente tanto ed in particolar modo come poter coltivare tutto ciò che si desidera,...
Giardinaggio

Come coltivare i broccoli

Con il nome di "broccoli", si identifica una particolare varietà di cavolfiore riconducibile alla grande famiglia delle Brassicaceae. Dotate di infiorescenze commestibili e di foglie edule, le piante di questa specie sono state spesso le silenziose protagoniste...
Giardinaggio

Come evitare la bolla del pesco

Quando si ha la passione per l'orto, si cerca di curare ogni pianta nel migliore modo possibile. Purtroppo però può accadere che, nonostante tutto l'amore che possiamo trasmettere a ciò che si coltiva, funghi o parassati attacchino la vegetazione con...
Giardinaggio

Come coltivare la verbena

Eccoci qui, pronti a parlarvi delle tante erbe che crescono libere nelle nostre campagne e di cui, magari conosciamo ben poco, in particolar modo i loro benefici e proprietà, che sono molto utili per il benessere del nostro organismo. Nello specifico,...
Giardinaggio

Come Coltivare L'hedychium Coronarium

L'hedychium Coronarium è una pianta dall'aspetto leggiadro, elegante e molto gradevole, sia per la vista sia per l'olfatto, grazie al suo delicato ma persistente e piacevole profumo. Presenta delle foglie di un bellissimo verde bosco intenso. I fiori...
Giardinaggio

Come riconoscere la glycyrrhiza glabra

La Glycyrrhiza glabra è comunemente conosciuta come "liquirizia" ed è una pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae; inoltre, è largamente utilizzata sia in medicina che in cucina. Il genere Glycyrrhiza comprende circa 18 specie di perenni a...
Bricolage

Come decorare un vaso con i girasoli

Il fiore di girasole è considerato portatore di gioia, per il suo colore giallo acceso, brillante e splendente, come un piccolo sole che illumina e dà un senso di calore. Per i Cinesi il girasole rappresenta longevità, esprime un messaggio di vero...
Giardinaggio

Come moltiplicare le piante da talee di fusto

Molte piante possono essere moltiplicate per talee di fusto, il periodo più indicato è quello estivo in quanto le alte temperature favoriscono la radicazione delle talee. Se in casa si possiedono delle piante da appartamento verdi, come la Euonymus...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.