Come coltivare il sedano rapa

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Molto spesso nella propria abitazione abbiamo uno spazio che possiamo dedicare alle coltivazioni di piante e fiori. Quello del giardinaggio è un hobby davvero molto diffuso, inoltre è anche molto appassionante. Chiaramente per ottenere dei buoni risultati bisogna conoscere in maniera approfondita determinati concetti per offrire alle nostre piante le cure e le attenzioni necessarie a una rigoglioso crescita. Quella che andremo a a vedere in questa guida è la coltivazione di un ortaggio molto particolare. Attraverso semplici e chiarissimi passaggi vedremo per l'appunto come poter coltivare in maniera ottimale e soprattutto efficace il sedano rapa. Ben differente dal più classico sedano, di quest'ultimo si utilizza solo la radice, per cui non è sbagliato definirlo come un ortaggio da radice vero e proprio. Da un punto di vista nutrizionale presenta pochissime calorie e ha un gusto piuttosto delicato. Lo si può utilizzare per preparare numerosissime ricette.

24

La prima cosa che dobbiamo fare è quella di scegliere il terreno migliore per il nostro sedano, che nel caso del sedano rapa, detto anche Apium graveolens rapaceum, deve possedere un'umidità sempre costante. È inoltre molto importante, che il terreno sia ricco di sostanza organica, che possiamo però anche aggiungere prima della semina, cercando di concimare con l'utilizzo di un po' di letame maturo e magari anche di un po' di calcio.

34

La semina del nostro sedano rapa, la possiamo effettuare in due modi e cioè sia a spaglio o anche a file in semenzaio. Il periodo migliore per farlo è quello che va da aprile a maggio e si deve fare ad una profondità di pochi millimetri. Mentre, dobbiamo sapere che il trapianto del semenzaio, lo dovremo eseguire nel periodo di giugno, e cioè quando le piantine avranno raggiunto un'altezza di circa 12-15 cm, cercando di potare sia le foglie che le radici. Dobbiamo ricordare che dobbiamo mantenere una distanza di circa 35 cm tra le file e 20 cm sulla fila.

Continua la lettura
44

Per quanto riguarda le cure colturali, è molto importante sapere che l'irrigazione, dovrà essere posta lungo tutto il ciclo vitale, e non dobbiamo per nulla al mondo dimenticare di effettuare un'innaffiatura subito dopo il trapianto. La raccolta di questo ortaggio, cioè del sedano rapa, la possiamo effettuare a scalare dal periodo che va dall'autunno fino alla bella stagione primaverile. Dobbiamo anche ricordare che è importante dissotterrare la radice, quando le foglie inizieranno a diventare gialle e la polpa sarà ben soda ed anche bella croccante. In questo modo, con questi semplici e veloci consigli, saremo in grado di coltivare con le nostre mani, il sedano rapa e poter così usufruire del suo utilizzo in cucina, in modo da poter anche godere delle sue proprietà benefiche per il nostro organismo!

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come Costruire Una Lanterna Con Una Rapa

Direttamente dalla capitale della Svizzera Zurigo e da una delle sue più caratteristiche feste quale è la Räbeliechtli (ovvero la festa della rapa) arriva una nuova e alternativa usanza: una fantastica lanterna realizzata con una semplice rapa. Ecco...
Giardinaggio

Mese di Luglio: i lavori dell'orto

Mese di Luglio: i lavori dell'orto riguardano soprattutto semine, trapianti, irrigazioni, concimazioni, zappature e raccolte. In questo periodo vengono eliminate le erbe infestanti che ostacolano la crescita delle piante da frutto. Man mano che le piante...
Bricolage

Come realizzare delle matite di carta e feltro a forma di ortaggi

Se siete alla ricerca di un metodo alternativo per ottenere simpatiche matite e usarle per fare apprezzare meglio lo studio ai vostri bambini, la guida che segue potrà aiutarvi. Vi saranno infatti date alcune dritte utili su come realizzare delle matite...
Giardinaggio

Calendario delle semine per l'orto

Coltivare un orto è una bellissima idea per avere un passatempo originale, stimolante e che, con le giuste cure e accortenze, può portare a risultati davvero soddisfacenti. La soddisfazione di avere il proprio raccolto è sicuramente tanta, così...
Giardinaggio

Come coltivare il cavolfiore in un piccolo orto

Tutti sappiamo, chi più chi meno, che le verdure fanno bene e sono utili al nostro organismo per depurarci dalle impurità e dai grassi di altri cibi, e per integrare diversi tipi di proteine e vitamine. In commercio si trovano già moltissime verdure,...
Giardinaggio

Mese di ottobre: semina, raccolto e lavori nell'orto

Ottobre è un mese davvero importante per le colture di ortaggi, frutta e verdure. È proprio durante questo mese, nel cuore dell'autunno, che dobbiamo avere una certa attenzione nei confronti del nostro orto. Per quanto riguarda i prodotti estivi come...
Giardinaggio

5 ortaggi da coltivare in autunno

L'autunno tinge le chiome degli alberi con pennellate infuocate, addolcisce l'aria con l'aroma della legna che arde e delle castagne arrostite. Per molti rappresenta una stagione dal malinconico sapore romantico. Eppure, anche l'autunno può essere un...
Giardinaggio

Come adottare la tecnica della consociazione di ortaggi

Per consociazione si intende la coltivazione contemporanea sullo stesso terreno di due o più ortaggi diversi. La determinazione nasce da una semplicissima constatazione: in natura nessuna pianta cresce da sola ma al contrario deve condividere lo spazio...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.