Come coltivare in casa o in giardino il Giglio

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il Giglio, anche conosciuto come Lilium, è un pianta bulbosa da fiore molto diffusa e facile da coltivare sia in casa che in giardino che fiorisce in estate. Questa pianta, che conta oltre ottanta specie differenti, grazie ai colori dei suoi fiori può arricchire con semplicità un balcone o un'aiuola. Il giglio è tra i fiori più apprezzati da coltivare non solo perché è molto bello ma anche perché è facile da coltivare e richiede attenzioni minime nella sua cura. In questa guida vi spiegheremo come coltivare il giglio nelle vostre abitazioni o all'esterno.

27

Occorrente

  • Giardino
  • Vaso diametro 30/40 cm
  • Bulbi
  • Concime
37

Il momento migliore per piantare i bulbi di giglio è la primavera, ma anche l'autunno va bene. Quando acquistate i bulbi, cercate di scegliere quelli più grossi e possibilmente con le radici, affinché attecchiscano con più facilità. Abbiate cura di piantare i bulbi il più presto possibile dopo l'acquisto, perché se attendete troppo potrebbero seccare. Se scegliete di farli crescere in un vaso non preoccupatevi, potrete trapiantarli successivamente e metterli in giardino senza problemi.

47

Se decidete di piantarli in giardino, scegliete un posto al riparo da vento (che potrebbe ritardarne la crescita) e in una zona dove non ristagni l'acqua piovana. Il terreno ideale è quello drenante, quindi se il vostro terreno è argilloso o sabbioso, dovrete aggiungere (al momento del trapianto dei bulbi) terriccio organico e ghiaia fine. Anche l'esposizione al sole è importante: scegliete un'area dove il sole batta diretto per almeno sei ore al giorno. Se piantate i bulbi in vaso, tenete sempre conto delle indicazioni date poco prima sulla composizione de terreno e lasciate la pianta in una zona della casa dove la luce diretta arrivi per almeno un terzo della giornata.

Continua la lettura
57

Passiamo ora alla parte pratica. Per ottenere l'aspetto migliore dei gigli, dovete trapiantare i bulbi a gruppi di tre o cinque sia in vaso che in terra. La distanza tra ogni bulbo deve essere 8/10 centimetri l'uno dall'altro, mentre la profondità sarà almeno una volta e mezzo il diametro del bulbo. I bulbi vanno piantati con la parte carnosa verso il basso e i ciuffi verdi verso l'alto. È consigliabile, durante la messa a dimora, aggiungere concime naturale per favorirne la crescita.

67

Se seminate in autunno, mettete il bulbo più in profondità: ci vorrà più tempo prima che spuntino le prime foglie ma sarà più protetto dai primi freddi. Annaffiate la pianta con regolarità e preferibilmente la mattina presto. Il giglio non necessità di troppa acqua, per capire quando dovrete annaffiarla tastate il terreno che se è secco necessiterà di nuova acqua.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • I gigli piantati in giardino durante l'inverno entrano in riposo vegetativo quindi sopportano bene il gelo

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come moltiplicare i gigli

Le piante per loro stessa natura amano moltiplicarsi, diventare sempre più grandi, creare semi e diffondersi. I gigli sono, tra i fiori, quelli che si prestano maggiormente alla moltiplicazione tramite bulbo o da seme. Se leggerai questa guida ti spiegherò...
Giardinaggio

Come coltivare il giglio sul balcone

Il giglio è il fiore che evoca purezza e candore; esso ha una profumazione intensa ed inconfondibile. Esistono diverse varietà, ma la più nota è sicuramente quella bianca. Se però si preferiscono i colori vivaci si può scegliere anche nelle tonalità...
Giardinaggio

5 bulbi da piantare in autunno

Siamo in autunno, la stagione più azzeccata per piantare i bulbi dei fiori che sbocceranno nel periodo primaverile, in un tripudio di colori che darà un tocco elegante ed eccentrico a giardini e balconi. Coltivare bulbi è un'attività non solo da pollice...
Giardinaggio

Guida ai bulbi da piantare in primavera

Il periodo primaverile è sicuramente uno dei più indicati per dedicarsi al giardinaggio e alla coltivazione di piante e fiori. Ci sono delle tipologie di piante che vengono definite bulbose, poiché si riproducono attraverso i bulbi che danno origine...
Giardinaggio

Come conservare i bulbi

Le piante da bulbo come il tulipano, i giacinti, il narciso, il ciclamino, il giglio rampicante, etc. Al termine della loro fioritura non vanno buttati via, ma conservati e ripiantati nella stagione successiva per regalarvi ancora fiori. Nella guida che...
Giardinaggio

10 bulbi da piantare in autunno

Avere un giardino ricco di fiori non è molto facile, bisogna conoscere bene il calendario della semina, studiare il tipo di pianta o bulbo che si vuole piantare. Generalmente la preparazione della fioritura primaverile avviene proprio in autunno, periodo...
Giardinaggio

Guida ai fiori da piantare in autunno

Nella seguente guida vogliamo far comprendere al meglio quali sono i fiori da piantare durante l'autunno. In questo modo il nostro giardino o balcone diventa veramente affascinante e colorato. La stagione autunnale fa da apertura al freddo inverno. Questo...
Giardinaggio

Come creare un'aiuola di bulbose

Avere un giardino o una villa in campagna è, per molti versi e per molte persone, una fortuna: ciò che però deve essere sempre sotto controllo è la gestione degli stessi. Molto spesso infatti, architettare la composizione delle piante negli spazi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.