Come coltivare la cineraria

di Erika Cecchetto difficoltà: difficile

Come coltivare la cineraria   flickr.com La Cineraria è il nome comune del Senecio, appartenente alla famiglia delle asteracee. Ne esistono centinaia di specie, tra cui le principali sono la Cineraria cruenta, la Cineraria Maritima, e la Cineraria Rowleyanus. Al di là delle diverse specie, la Cineraria è una pianta sempreverde, arbustiva, con fiori dai colori vivaci (possono essere blu, bianchi, viola, gialli o rossi) raggruppati in infiorescenze cosiddette "a capolino". Insomma è una pianta decisamente decorativa con cui possiamo rallegrare i nostri giardini e appartamenti: per sapere come coltivare al meglio la Cineraria, ecco qualche utile consiglio!

1 La Cineraria è relativamente facile da coltivare, sono necessari soltanto alcuni piccoli accorgimenti. Innanzitutto, è una pianta che ha bisogno di luce, quindi dobbiamo collocarla in un punto luminoso della nostra casa o giardino, ma attenzione: non alla luce diretta del sole! Se la teniamo in casa, dobbiamo anche evitare di collocarla vicino a fonti di calore quali ad esempio i termosifoni; inoltre, la temperatura non deve mai essere inferiore agli 8° C (consideriamo anche il fatto che la fioritura dura più a lungo se la temperatura è di 15-16° C).

2 La Cineraria non tollera i ristagni d'acqua, per cui aggiungiamo al terriccio sabbia e torba in parti uguali per renderlo più drenante. È una pianta che va innaffiata spesso, ma proprio per il fatto che dobbiamo evitare ristagni idrici, attendiamo che la superficie del terreno si sia asciugata prima di procedere con la successiva irrigazione. Possiamo posizionare dei cocci sul fondo del vaso per permettere l'eliminazione dell'acqua in eccesso; oppure anche collocare il vaso sopra un sottovaso contenente della ghiaia con dell'acqua che, evaporando, genererà umidità che rappresenta il microclima ideale per la nostra pianta. Inoltre ricordiamoci di non eccedere mai con le nebulizzazioni sulle foglie perché rischierebbero di marcire.

Continua la lettura

3 La Cineraria è una pianta che non si pota e non necessita di concimazione.  Solitamente è biennale o annuale, difficilmente poi rifiorisce, di conseguenza non ha senso cercare di curarla oltre questo periodo di tempo (infatti viene definita "il mazzo di fiori con le radici").  Approfondimento Giardinaggio: cosa seminare in estate (clicca qui) È soggetta ad attacchi da parte degli afidi verdi (o pidocchi), piccoli insetti visibili ad occhio nudo che possono essere eliminati attraverso appositi antiparassitari.  Per concludere, una piccola curiosità: pare che la Cineraria abbia proprietà decongestionanti per l'occhio, e infatti viene utilizzata per produrre colliri e nel trattamento della cataratta.. 

Come migliorare la fioritura Come coltivare la zucca rossa Come coltivare piante carnivore Come curare le piante carnivore

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili