Come coltivare la gerbera da semi

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I fiori della gerbera sono molto amati da tantissimi. Essi sono dei fiori molto colorati e luminosi, e regalano al nostro giardino un effetto vibrante molto elegante. La loro coltivazione in casa è molto semplice, sempre che disponiamo di un giardino che abbia le giuste caratteristiche. Ad ogni modo possono essere coltivati anche su un semplice vaso in terrazzo. Vediamo quindi come coltivare la gerbera da semi. Questa pianta può raggiungere un'altezza di circa trenta centimetri, inoltre è conosciuta anche come margherita di Barbeton oppure come margherita di Transvaal. Essa ama il terreno piuttosto sabbioso, per cui sarebbe il caso di aggiungere un po' di sabbia di fiume al terreno predisposto per la sua coltivazione.

25

Occorrente

  • Vasi per piantine
  • Semi di gerbera
  • Vasi più grandi o un giardino per la coltivazione
  • Terreno sabbioso/ sabbia di fiume
35

Prima di tutto dobbiamo iniziare dai semi, questi possono essere acquistati facilmente. Quindi seminiamoli in piccoli contenitori per le piantine. Collochiamoli possibilmente su un davanzale piuttosto soleggiato per farli germinare. Quindi giriamoli ogni pochi giorni, in modo da favorire una crescita dritta. Quindi possiamo trasferire le piantine nel giardino o in vasi. Comunque inizialmente le piantine vanno tenute fuori un po' alla volta, esse infatti si devono abituare al clima esterno. Possiamo, qualora ne avessimo uno, tenerle sotto un portico.

45

Nel caso in cui scegliessimo di far crescere le piantine in vaso, sarebbe meglio sceglierne uno con un diametro di circa tredici centimetri. Proteggiamo le piante dai raggi solari diretti, ma comunque devono avere una sufficiente illuminazione, poiché la gerbera è una pianta che ama il sole.
Nel caso in cui decidessimo di piantarla in giardino, dobbiamo predisporre un terreno che sia ben rigirato. Magari in un'area che sia piuttosto ventilata e illuminata. Anche in questo caso però dobbiamo evitare i raggi solari diretti, poiché si potrebbe bruciare. Bisogna comunque proteggere la pianta nei mesi invernali da possibili gelate. Inoltre dobbiamo mantenere la corona di circa un centimetro sopra il livello del terreno, questo favorirà il benessere della pianta stessa.

Continua la lettura
55

Quando cominciano a spuntare i primi germogli possiamo iniziare a nutrire la pianta. I fiori nasceranno probabilmente dopo due mesi dalla semina che abbiamo compiuto. L'alimentazione, ovvero, il fertilizzante, favorirà la crescita di fiori piuttosto grandi e rigogliosi. Durante i mesi più caldi possiamo innaffiarla liberamente. Mentre durante i mesi più freddi dobbiamo innaffiarla con una certa parsimonia.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare la gerbera in terra e in vaso

Se siamo in possesso di una casa con un giardino o con balcone grande o un attico e ci piacerebbe riuscire a realizzare una bellissima area verde con tutte le nostre piante preferite, per prima cosa dovremo reperire tutte le informazioni necessarie per...
Giardinaggio

Errori da evitare nella cura delle gerbere

Le gerbere sono piante che appartengono alla specie delle Asteraceae con bellissimi fiori colorati che vanno dal fuxia, al rosa, all'arancione. Se si vuole stupire qualcuno con un mazzo di fiori, sicuramente in esso ci saranno delle gerbere, perché questi...
Giardinaggio

10 fiori rossi da piantare in giardino

Con l'arrivo della bella stagione, giardini e balconi tornano in primo piano. Per rendere il nostro open space una vera e propria esplosione di colori, perché non lasciarci ispirare dalle intense tonalità del rosso? In cromoterapia il rosso è un complementare...
Giardinaggio

Piante: come aver cura delle gerbere

Le gerbere sono dei fiori molto simili alle margherite ma di dimensioni maggiori e che amano il sole, anche se fanno parte delle specie di piante "perenni". Coltivarle non è difficile, ma tuttavia per ottimizzare il risultato sono necessari alcuni fondamentali...
Giardinaggio

10 piante perenni da coltivare in giardino

La caratteristica principale delle piante perenni è quella di durare nel corso del tempo, resistendo agli sbalzi climatici delle diverse stagioni. Si differenziano quindi dalle piante annuali o biennali, le quali, come indica il loro nome, durano solo...
Giardinaggio

Le 10 migliori piante per ufficio

Se nel nostro ufficio intendiamo posizionare delle piante, affinché servano come complemento di arredo e nel contempo svolgano una funzione disinfettante dell'aria, possiamo optare per alcune specie che sono adatte per essere coltivate in ambienti chiusi...
Giardinaggio

10 piante che depurano gli ambienti

Le piante sono fondamentali per la vita del pianeta, per tutti gli esseri viventi che lo abitano. È importante che nelle città ci siano degli ampi spazi di verde, e che anche in casa vi siano delle piante: ovviamente esse vi procurano l'ossigeno, assorbendo...
Bricolage

Come realizzare una composizione di fiori di campo

Il fiore è l'organo riproduttivo delle Angiosperme, nel quale si sviluppano i gametofiti, avviene la fecondazione e si sviluppa il seme. Il fiore deriva dalla differenziazione dell'apice di un rametto le cui foglie hanno perduto quasi sempre la capacità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.