Come coltivare la sofora

tramite: O2O
Difficoltà: difficile
17

Introduzione

Ognuno di noi vorrebbe avere un giardino pieno di piante bene curate e colorate, ma non sempre questo è possibile, soprattutto perché prendersene cura richiede tempo e molta pazienza, e anche alcune basi di giardinaggio che non tutti hanno. Conoscere le varie specie di piante che abbiamo nel nostro giardino potrà aiutarci a coltivarle nella maniera corretta. Esistono un'infinità di piante bellissime che possiamo far crescere nel nostro giardino ed una di queste è la Sofora, ma per farla crescere sana e robusta è importante conoscere alcune caratteristiche.
La Sofora è una specie di pianta della famiglia delle leguminosae; il suo nome deriva dalla parola araba Sofera che sta a designare una varietà di specie di Cassia, altra pianta appartenente alle leguminosae comunemente conosciuta come Senna.
La specie più conosciuta tra i vari tipi di Sophora è la “Sophora Japonica” maggiormente diffusa nelle zone asiatiche, in particolar modo Cina e Giappone.
A questa pianta è legato il simbolo della “perfezione nascosta” in quanto dai fiori e frutti si estraggono sostanze medicinali con proprietà diuretiche e depurative. Inoltre si pensa che questo simbolo sia stato affidato in quanto i semi della Sofora Secundiflora contengono alcaloidi i quali vengono usati come allucinogeni durante i riti tribali dalle popolazione indigene localizzate negli Stati Uniti.
In oriente invece le Sofore è possibile vederle coltivare presso i templi o luoghi sacri in quanto i fedeli pensano che i rami penduli della pianta siano in grado di pregare gli Dei, facendo così da interpreti di desideri per gli uomini. In questa guida vedremo come coltivare la Sofora, attraverso pochi e semplici passaggi daremo utili consigli in merito che vi permetteranno di coltivare questa pianta nel migliore dei modi.

27

Occorrente

  • Ampi spazi
37

La Sofora cresce principalmente su terreni fertili e ben drenati, in un clima umido atmosfericamente tanto che in Italia sono comuni nelle zone antistanti i laghi lombardi. È una pianta che ama molto l’esposizione al sole ma può tollerare bene anche esposizioni a mezz’ombra e su terreni meno generosi. È una pianta particolare, ama l’esposizione al sole ma allo stesso tempo può arrivare anche a temperature rigide (fino a -20°). La crescita della pianta può avvenire da seme ma prima di vedere la fioritura ci vorranno anni, in base al clima è possibile che faccia aspettare anche 30 anni. Una cosa importante è trattare i semi a temperature abbastanza elevate e con degli acidi prima di poterli utilizzare, anche se alcune varietà di seme riescono a fiorire anche se piantati subito dopo averli raccolti. Per i semi raccolti da tempo invece basta immergerli in acqua bollente e lasciarli in ammollo circa 12 ore.
La semina di solito avviene nei periodi primaverili, quindi Marzo/Aprile, mentre il trapianto può avvenire anche in periodi autunnali, prestando però particolare attenzione alle piante con fusti particolarmente sottili.

47

La loro chioma pendulante forma veri e propri berceau, come se fossero dei chioschi immersi nel verde, dove è possibile creare delle zone relax all’aperto con sedie, tavoli e una bella bibita ghiacciata. Chi di voi non vorrebbe una magia simile nel proprio giardino?!
Particolarmente interessante è la forma che assumono i rami della Sofora Tetraptera, i quali si attorcigliano a mò di cavatappi oppure crescono a zig zag.
Questi rami sono particolarmenti richiesti per completare composizioni floreali ikebane oppure per comporre filari o viali consentendo così anche un po' di privacy.
Nonostante ciò sconsigliamo vivamente la fioritura in giardini medio piccoli per due validi motivi: principalmente la pianta nell’arco degli anni crescerà e maturerà un’ombra molto scura e potrebbe così togliere luce in parte o completamente alla vostra casa; seconda cosa è una pianta che lascia cadere foglie e oltre a raccogliere queste sarete costrette a raccogliere anche i residui che lasceranno gli uccelli dopo essersi cibati dei suoi frutti.
La Sofora non è una pianta che richiede potatura, solo qualche ritocco in caso di rami morti o danneggiati; eventualmente è possibile somministrare in primavera concimi a lento assorbimento sull’area ricoperta dalla chioma.

Continua la lettura
57

Come per ogni cosa ci sono i pro e i contro, oltre a quelli già elencati tra i contro è meglio sottolineare la presenza dei parassiti. Potrebbero presentarsi funghi che non andranno certo a condurre l’albero sulla via della morte ma i danni riportati non saranno da sottovalutare. I principali funghi che si possono presentare sono il Fusarum Lateritium e il Nectria, parassiti vegetali che possono provocare malattie alla pianta come l’oidio (patina bianca sulle foglie), l’antracnosi (macchie gialle sulle nervature delle foglie) o la peronospora (macchi gialle/marroni sulle foglie intere). Questi parassiti agiranno particolarmente sulla Sophora se il terreno sarà particolarmente “lacustre”, (è questo il motivo per cui questa pianta riesce a tollerare anche ambienti climatici più freddi nonostante ami l’umidità) per cui sarà sufficiente far sì che non ci siano stagnazioni d’acqua alla base della pianta.
Coltivare la Sofora richiede pazienza e una discreta conoscenza della pianta in questione, per far si che cresca nel migliore dei modi e soprattutto sana. I consigli di questa guida vi saranno certamente utili, e potrete metterli in pratica fin dal primo momento. Non mi resta che augurarvi quindi buon lavoro e buon divertimento.
Alla prossima.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non avete ancora un'idea sul giardino perfetto, la Sephora sarà il vostro punto di inizio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come cogliere i fichi d'India

I fichi d'india, sono la manifestazione fisica del proverbio "L'abito non fa il monaco" e per quanto quest'affermazione possa sembrare stonata, contiene in sé la spiegazione.Questa pianta di origini messicane (ma largamente diffusa in tutto il bacino...
Giardinaggio

Come Coltivare La Matthiola

La Matthiola è una pianta piuttosto sviluppata all'interno dei giardini di un tempo, ma che non perde mai la sua bellezza e rimane sempre molto diffusa e amata. Sono profumati e adatti anche a climi freddi e sono inoltre disponibili in quasi tutti i...
Giardinaggio

5 alberi mediterranei da piantare in giardino

Un giardino ben allestito è sempre quello dove crescono alberi e fiori di ogni genere. In natura le specie si classificano per ordine, tra cui quella delle zone dove crescono. Appartengono a questa lista anche gli alberi mediterranei. Questi sono un...
Giardinaggio

Come coltivare i fagioli

I fagioli sono tra i legumi più diffusi al mondo, e si contraddistinguono in varie specie. Per quanto riguarda la coltivazione, la procedura è identica per tutti i tipi, ma tuttavia è importante conoscerla a fondo per ottenere un raccolto soddisfacente....
Giardinaggio

Come coltivare i fiori di nemesia

All'interno della presente guida andremo a parlare di piante. Nello specifico, come avrete capito attraverso la lettura del titolo che contraddistingue questa breve guida, andremo a spiegarvi come coltivare i fiori di Nemesia. La Nemesia consiste in una...
Giardinaggio

Come Coltivare Una Pianta Di Tagete

La pianta di Tagete, detta anche Tagetes Patula, è una pianta originaria del Messico e dell'Arizona ed è particolarmente rustica, per cui la sua coltivazione risulta piuttosto semplice e adatta per aiuole e bordure. Appartiene alla famiglia delle Compositae...
Giardinaggio

Come coltivare la salvia in vaso

La salvia è un particolare odore appartenente alla famiglia delle lamiaceae, come timo e menta, tutte piante le cui foglie sono ideali per dare un gusto particolare a salse e pietanze. Per questa ragione la coltivazione della salvia è particolarmente...
Giardinaggio

Come riconoscere e coltivare la Feijoa

La Feijoa, chiamata anche Acca sellowiana, è un arbusto originario del Sudamerica. Essa è coltivata nell'Italia meridionale e nelle regioni dal clima temperato come la Toscana e la Liguria. È una specie sempreverde, arbustiva, cespugliosa a crescita...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.