Come coltivare la spathiphyllum wallisii

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

La spathiphyllum wallisii, conosciuta in Italia come "spatifillo" o "pianta cucchiaio" a causa della sua particolare forma a posata, è una pianta originaria di Panama, in America tropicale. La caratteristica principale di tale pianta è quella di essere sprovvista di fusto. Le foglio crescono da un rizoma da cui si sviluppano gli steli, sui quali a loro volta si formeranno i fiori. Questi ultimi hanno la forma "a pannocchia", riuniti tutti in infiorescenze al centro della spata di colore bianco, la quale non è altro che una foglia trasformata dalla pianta stessa per proteggere la sua fioritura. La spathiphyllum è una pianta molto diffusa in commercio ed è in grado di donare un tocco di eleganza in più alla casa. Vediamo quindi alcuni consigli e curiosità su come coltivare la pianta in questione.

27

Occorrente

  • Esemplare di spathiphyllum wallisii (in seme o già in fase di crescita)
  • Sottovaso con acqua e pietrine
  • Acqua
  • Terriccio umido (miscuglio di torba, sabbia e corteccia sminuzzata)
  • Concime
  • Caffè vecchio liquido (o fondi di caffè)
37

Le caratteristiche della spathiphyllum

La spathiphyllum wallisii è una pianta che soffre molto il ristagno idrico, ed è per questo motivo che necessita di una particolare attenzione nel momento in cui andrete a fornirle l'acqua. Nei periodi più caldi dell'anno come la primavera e l'estate, è di fondamentale importanza annaffiarla abbondantemente con dell'acqua che non sia né troppo calda e né troppo fredda. Nelle stagioni fredde l'innaffiatura va eseguita con moderazione, senza esagerare. La cosa migliore è sistemare la pianta in un sottovaso pieno d'acqua e pietre, come se fosse sistemata in un piccolo giardino fatto in casa, questo per evitare il tanto temuto ristagno. La spathiphyllum non richiede particolare attenzione alle temperature, anche se la minima non dovrà mai superare i 16°. Per quanto riguarda la temperatura massima, invece, non sussistono particolari problemi: la pianta ama la luce, ma il contatto diretto con i raggi solari la danneggia, motivo per cui sarà necessario spostarla nei pressi di una finestra. Evitate di trascurare la spathiphyllum per troppo tempo: in caso di temperature troppo elevate la pianta potrebbe morire, sopratutto nel caso in cui sussista un caldo eccessivo o, come già detto, il sole entri a contatto diretto con il fogliame.

47

La coltivazione della spathiphyllum

Per un'ottima coltivazione della spathiphyllum è necessario effettuare il rinvaso ogni anno, o al massimo ogni due. Terriccio fertile, torba, sabbia e corteccia sminuzzata mescolati insieme sono il terreno perfetto dove far crescere rigogliosa la vostra pianta e far invidia a tutte le persone, appassionate di botanica e non, che verranno a farvi visita. Ogni tanto nel terreno potete mettere del caffè vecchio liquido e i fondini della caffettiera, il tutto per rendere la terra ancora più fertile e favorire così la crescita della pianta.

Continua la lettura
57

La fioritura della spathiphyllum

Arrivato il momento tanto atteso della fioritura bisognerà procedere in modo preciso e oculato per far sì che i fiori spuntino rigogliosi e numerosi. La meravigliosa visione ed esplosione del bianco affascina chiunque si fermi a vederla, ma per ottenere questo risultato occorrerà operare con pazienza. I fiori cominciano ad apparire in primavera ed è in questa stagione che il terreno andrà concimato. L'operazione va compiuta ogni due settimane fino a fine estate, utilizzando un concime diluito con acqua. Se avete seguito correttamente tutti i passi sopra elencati per la cura della spathiphyllum wallisii, potrete godere della vista dei fiori ininterrottamente dalla primavera fino all'autunno, stagione in cui il ciclo della vita si ripeterà. Nel caso in cui desideraste altre informazioni sulla cura e la coltivazione della spathiphyllum wallisii consultate il link: https://www.giardinaggio.it/appartamento/singolepiante/spathiphyllum/spathiphyllum.asp.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Le foglie danneggiate o secche vanno rimosse immediatamente, onde evitare attacchi di parassiti come gli acari.
  • Rivolgetevi ad un fioraio sia per acquistare la pianta, sia per chiedere consigli a proposito della cura e della coltivazione.
  • Non acquistate la pianta solo per sfizio. La spathiphyllum, così come qualsiasi altra pianta, è un essere vivente, e pertanto ha bisogno di cure ed attenzioni; pensateci bene prima di effettuare l'acquisto.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare un vaso di fresie

La fresia fresia appartiene alla famiglia delle iridacee; è una pianta erbacea, perenne e bulbosa, originaria del continente sudafricano. La sua la fioritura avviene in primavera; genera grappoli di corolle coloratissime ed abbastanza profumate. La fresia...
Giardinaggio

Come Coltivare La Statice

Linneo, nella sua classificazione, aveva raggruppato sotto il nome di Statice, piante che avevano in realtà caratteristiche botaniche ben distinte; oggi queste piante sono state riclassificate nei due generi: Armeria e Limonium, mentre il termine Statice,...
Giardinaggio

Come coltivare e curare una pervinca del madagascar (catharanthus)

La Pervinca del Madagascar, detta anche Catharanthus Roseus, è una pianta da fiore originaria della fascia tropicale. Utilizzata spesso per abbellire le siepi e come ornamento, essa si presenta in forma di cespuglio. Le caratteristiche foglie di questa...
Giardinaggio

Come coltivare la lobelia

La lobelia è una pianta stagionale da fiore: è alta, in media, tra i dieci e venti centimetri ed è caratterizzata da una fioritura molto generosa che dura quasi tutta l'estate. I suoi fiori sono solitamente di colore blu, anche se esistono varietà...
Giardinaggio

Come coltivare le bulbose a fioritura estiva

Per avere un bellissimo giardino in fiore è necessaria cura e dedizione, ma anche una discreta conoscenza su come coltivare alcuni tipi di piante e fiori. Per sfoggiare un giardino rigoglioso anche durante il periodo più caldo, possiamo ad esempio ricorrere...
Giardinaggio

10 fiori rossi da piantare in giardino

Con l'arrivo della bella stagione, giardini e balconi tornano in primo piano. Per rendere il nostro open space una vera e propria esplosione di colori, perché non lasciarci ispirare dalle intense tonalità del rosso? In cromoterapia il rosso è un complementare...
Giardinaggio

10 piante da tenere costantemente al sole

Non tutte le piante necessitano della costante presenza di luce solare, poiché ogni tipologia presenta specifiche caratteristiche e richieste di habitat ideali per il loro mantenimento. Molte persone appassionate di giardinaggio cercano spesso piante...
Giardinaggio

5 suggerimenti per piantare i bulbi

Quanto ci piacerebbe poter sfoggiare un giardino fiorito e rigoglioso? Sicuramente moltissimo, ma non possediamo il proverbiale "pollice verde" per realizzare questo nostro desiderio. Anche se non siamo delle guru del giardinaggio però possiamo comunque...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.