Come coltivare la Stelvia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
18

Introduzione

La Stelvia è una pianta perenne che fa parte della famiglia dei crisantemi. Essa cresce all'interno di piccoli cespugli, posti su terreni sabbiosi. In molti la utilizzano da secoli come alimento. Si manifesta con foglie verdi di forma oblunga, col bordo seghettato. Costituisce un ottimo dolcificante, unito ad una totale assenza di calorie e glucosio. Di conseguenza, appare molto indicata contro il diabete. Inoltre, funziona molto bene come integratore naturale per l'ipertensione arteriosa e fronteggia al meglio l'obesità grazie alla sua totale assenza di calorie. Nella guida seguente, vi diamo alcune dritte su come coltivare la stelvia.

28

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • pianta
  • terreno adatto
38

Favoritene la crescita

Vediamo come coltivare la stelvia. Potete farlo sia in giardino che all'interno di un normale vaso. Le foglie costituiscono la parte più utilizzata della pianta. Concentratevi, dunque, sulla produttività delle foglie a discapito dell'armonia globale. Per ottimizzare la produttività della pianta, eseguite la prima cimatura quando avrà raggiunto un'altezza tra i 10 e i 12 centimetri. Ritagliate gli apici vegetativi e lasciate almeno un paio di nodi con le foglie, al fine di favorirne la crescita. In questo modo, sarete di fronte ad un'elevata produzione di foglie dal sapore un po' più dolce.

48

Scegliete l'ambiente giusto

Quando la stelvia raggiungerà i 50 centimetri di altezza, ritagliate i tralci. Tutto ciò perché le foglie più mature sono più dolci rispetto a quelle giovani. La pianta resiste al meglio in ogni condizione e sopporta anche temperature molto basse. Se volete coltivarla all'aperto ed esporla alla luce diretta, innaffiatela e concimatela spesso. L'acqua non dovrà mai ristagnarsi. In tali casi, rischiereste di far marcire le radici. Per raccogliere le foglie, vi consigliamo di farlo dalla primavera inoltrata agli inizi dell’autunno. Vediamo ancora come coltivare la stelvia.

58

Guarda il video

Continua la lettura

Approfondimento

Come coltivare i pomodori
68

Evitate che si ammali

Attenzione alle malattie che possono colpire la stelvia, di natura prettamente fungina. Evitate sempre l'utilizzo di prodotti chimici antiparassitari, dato che la stelvia funziona soprattutto per fini alimentari. Fatevi aiutare da esperti del settore per intraprendere le scelte giuste. In alternativa, utilizzate predatori naturali contro i temibili parassiti. Acquistate la pianta presso produttori professionali per evitare che si ammali. Riempitela di attenzioni quotidiane per mantenerla sempre in salute. Così vi garantirà una produzione di foglie molto apprezzabili, sia dal punto di vista della quantità che della qualità.

78

Seguite i nostri consigli

Avete scoperto come coltivare la stelvia. Ecco alcuni piccoli accorgimenti da intraprendere. Nei mesi più freddi dell'anno, ricopritela o riparatela dal gelo. Vi suggeriamo di piantarla in vasi, ma di conservarla in un'area ben riparata dal freddo. Replicatela, se volete, tramite talea o semi. Potete anche mescolare i semi col terriccio. Tuttavia, se i semi risultano molto piccoli, accertatevi di distribuirli in maniera uniforme.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Effettuare una prima cimatura quando la pianta è di circa 10-12 cm
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come coltivare la menta in vaso

In questa guida, vogliamo proporre il modo per imparare come poter coltivare la menta, magari sul proprio balcone o perché no anche nel proprio giardino ...
Giardinaggio

10 piante perenni da coltivare in giardino

La caratteristica principale delle piante perenni è quella di durare nel corso del tempo, resistendo agli sbalzi climatici delle diverse stagioni. Si differenziano quindi dalle ...
Giardinaggio

Come coltivare i ceci

Il cece, o "Cicer arietinum", è una pianta appartenente alla famiglia delle Fabaceae. I semi del cece sono i conosciutissimi ceci. Il consumo umano di ...
Giardinaggio

Come coltivare la beaucarnea recurvata

Conosciuta anche come Nolina o come pianta mangiafumo ed originaria delle zone semi-desertiche del Messico e dell'America centrale, la Beaucarnea Recurvata, è una pianta ...
Giardinaggio

Come coltivare il basilico

Il basilico è una pianta molto utilizzata in Italia e nella nostra cucina mediterranea. Oltre al buon odore che emana, ha anche varie proprietà benefiche ...
Giardinaggio

Come Coltivare Una Ficus Lirata

La Ficus Lirata detta anche Ficus Lyrata, è una delle tante specie di ficus che trovano posto in appartamento ed è originaria delle zone tropicali ...
Giardinaggio

Come coltivare il nasturzio

Il nasturzio è originario dell'America Meridionale; in Europa se ne trovano diversi ibridi. Appartiene alla famiglia delle Tropaeolaceae, con circa novanta specie sparse in ...
Giardinaggio

Come Coltivare Il Cotoneaster

Per chi ha il pollice verde, coltivare fiori e piante, è certamente un passatempo bello, divertente e stimolante. Il giardinaggio è una passione e, non ...
Giardinaggio

Come coltivare il tè

Anche se il tè, come tutti sappiamo, è la bevanda inglese per antonomasia, le sue origini sono ben più lontane. Oggi diffusa in tutto il ...
Giardinaggio

10 ortaggi nani da coltivare in vaso

Perché negarsi un angolo di campagna se si vive nei grandi appartamenti? La moda di coltivare piante se si abita in palazzoni al centro della ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.