Come coltivare l'aubretia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Proveniente dall'Asia Minore e e dall'Europa mediterranea, il genere aubrietia comprende 15 specie, delle quali solo una viene coltivata, l'aubrietia deltoidea. Pianta non molto alta (raggiunge al massimo i 25 cm), è particolarmente adatta a tappezzare muri e giardini rocciosi grazie al suo portamento strisciante. Presenta fusti ramificati con foglie di colore grigio. I fiori violetti, più raramente azzurri o rosa, compaiono tra marzo e giugno in piccoli racemi. Ora passiamo a come coltivare l'aubretia.

25

Coltivazione

L'aubretia è una pianta che richiede poche cure e può essere utilizzata come ornamento per balconi e terrazzi. Richiede un terreno reso permeabile con l'aggiunta di 1/5 per volume di sabbiatine. Ogni anno rinnovate 2,5-5 cm dello strato superficiale del terriccio con della composta fresca. Le innaffiature non devono essere abbondanti per evitare l'eccessivo sviluppo dell'apparato fogliare a scapito della fioritura. In seguito, a questa si consiglia di eliminare una parte della ramificazione e di rimuovere i fiori appassiti. In autunno e inverno è sufficiente innaffiare una volta alla settimana.

35

Riproduzione

Le aubrezie si possono moltiplicare per semina, per divisione dei cespi o per talea. Nel primo caso i semi vanno piantati in febbraio-marzo in serre calde o fredde. Quando le piantine possono essere manipolate, trasferitele in vasi di 7-8 cm di diametro e, dopo averle fatte crescere a sufficienza. In autunno e in primavera si può procedere alla divisione dei cespi, ponendo subito a dimora le porzioni praticate. In primavera si semina, utilizzando i semi dell'anno precedente, in semenzaio o direttamente a dimora, diradando le piantine quando hanno prodotto almeno tre coppie di foglie.

Continua la lettura
45

Curare la pianta

Le talee vanno prelevate nei mesi di agosto-settembre, utilizzando i rametti ottenuti dalla potatura e privati dei fiori appassiti. Piantatele in un terriccio simile a quello adoperato per le semine e proteggetele in una serra. Trapiantatele dopo che avranno messo radici. La divisione dei cespi può essere effettuata in settembre: le piante così ottenute sono già pronte per essere trasferite nella dimora definitiva. Inoltre questo tipo di pianta teme le lumache e il marciume causato dal ristagno idrico. Le aubretie preferiscono terreni sciolti, soffici, leggeri molto ben drenati. Volendo si può utilizzare un substrato costituito terriccio da compostaggio e sabbia ben mescolati, a cui si può aggiungere terra da giardino e lapillo. Queste piante amano particolarmente i terreni calcare.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come moltiplicare l'erba cipollina

L’erba cipollina (Allium schoenoprasum) è una pianta piena di qualità, molto interessanti e molto utili all’organismo. Fa parte della famiglia delle gigliacee, è una pianta sempreverde, che sviluppa dei cespugli con fiori di vario colore, rosa,...
Giardinaggio

Come riprodurre le piante aromatiche

Le piante aromatiche sono uno degli ingredienti più utilizzate nella cucina. Che sia quella tradizionale o aromatica. Non solo. Sono usate anche per le bevande. Tè, tisane, acqua aromatizzata. Combinate con la frutta, ci forniscono bevande piacevoli...
Giardinaggio

Come coltivare la bidens

La Bidens è una pianta erbacea perenne, tipica dell'America Centrale. Nel mondo, conta circa novanta specie. In Italia se ne individuano solamente tre, tra cui la Bidens Tripartitus L. che cresce lungo i fossati. Questa pianta ha un fusto verde e ramificato...
Giardinaggio

5 ortaggi da seminare a settembre

Anche se per molte piante l'inverno è un momento di riposo vegetativo, non è detto che l'orto rimanga vuoto durante i mesi freddi; infatti a molte verdure giova un poco di gelo, che ne migliora le qualità organolettiche e spesso anche il sapore. Non...
Giardinaggio

Come coltivare una pianta di Astro

Astro, nome scientifico Aster: ossia stella, dal greco antico. La scelta non è casuale, bensì un omaggio alla forma dei suoi fiori. Una pianta di astro si può descrivere così: bellissima, facile da coltivare, generosa nelle sue fioriture dai colori...
Giardinaggio

Come coltivare il pungitopo dalle bacche rosse

Il pungitopo durante l'inverno freddo, rappresenta un particolare simbolo natalizio che tutti amano ed apprezzano. Bellissime bacche rosse nascono, impreziosendo questa magnifica pianta. Naturalmente, come per tutte le altre piante, dovrete avere molta...
Giardinaggio

Come coltivare i Gigli Africani

Appartenenti alla famiglia delle Liliaceae, presentano robuste foglie nastriformi e ricadenti. I fiori dei Gigli Africani sbocciano da luglio a settembre. Hanno una particolare forma a campanula. La loro colorazione varia da blu chiaro al blu scuro. Spesso...
Giardinaggio

Come curare la Petunia

La petunia è una pianta di tipo erbacea appartenente alla famiglia delle Solanaceae, e di questo gruppo fanno parte anche i pomodori, i peperoncini e le patate. È originaria del Sud America, ma esistono almeno 40 specie diverse, e dai suoi cespugli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.