Come coltivare le piante nei vasi da appendere

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

L'estate, si sa, porta voglia di rinnovamento e desiderio di avvicinarsi alla natura. Da anni la passione per il pollice verde ha raggiunto anche i centri urbani, e oggi il concetto di giardinaggio o orto cittadino è sempre più diffuso. Non è affatto insolito infatti vedere case e balconi popolati da piante e fiori, anche quando non si ha un giardino a disposizione. L'ultima frontiera di questa tendenza si unisce al design, offrendo l'occasione di dare sfogo alla propria creatività, anche a costi bassissimi e con un occhio di riguardo per l'estetica. Sto parlando dei vasi pensili! Adesso è possibile creare piccole zone verdi, o semplicemente arredare la nostra casa, coltivando piante e fiori in vasi da appendere. Coltivare piante in questo modo è facile quanto nei i vasi da terra. In più i contenitori che si possono usare sono tantissimi e non ci sono limiti all'inventiva, quindi possiamo sbizzarrirci come vogliamo!

28

Occorrente

  • una pianta a scelta (se il vaso è grande se ne possono piantare diverse nello stesso vaso)
  • un vaso (pressoché qualsiasi contenitore si presta all'uso, ma se non si vuole che sgoccioli, non deve avere fori)
  • un rivestimento per le pareti interne del vaso
  • paletta
  • terriccio specifico per la pianta scelta
  • ganci e fili per sospensione
38

Realizzare un fioriera pensile fai-da-te non è per niente difficile. Se siamo pigri e non abbiamo problemi a spendere qualcosina in più possiamo tranquillamente recarci in una serra, in un negozio che vende articoli da giardinaggio, oppure in un negozio di arredamento e acquistarne quanti ne vogliamo, ce n'è per tutti i gusti. Se il fai-da-te non ci spaventa, ma anzi è la nostra passione, abbiamo una vasta gamma di possibilità, qualsiasi contenitore nuovo o riciclato si presta allo scopo: vetro, ceramica, rattan, plastica, metallo e oggetti riciclati a go go (secchielli, bulbi di lampadine, barattoli, cassette di legno, pentole, stivali, ecc.). Lo stesso vale per la sospensione: ganci di ferro, spago, gabbiette, reti da pesca, e così via. Per non parlare delle piante: pomodori, piante grasse o fiori? Anche in questo caso dipende dal nostro gusto e dalle dimensioni del vaso da appendere, che devono essere direttamente proporzionali. La tecnica di allestimento è quasi sempre la stessa.

48

Dunque, una volta scelta la pianta, bisogna tenere in considerazione che indipendentemente dal materiale di cui è costituito il vaso, esso deve avere la dimensione adatta, cioè essere sempre un po' più grande della pianta. Più grande è, maggiore sarà la ritenzione d'acqua nel terriccio al suo interno, e minore la manutenzione. Più piccolo è il vaso, più frequenti dovranno essere irrigazione e potatura. Inoltre se la piantina è giovane, bisogna calcolare preventivamente la sua crescita. Meglio adattare il vaso alla pianta, piuttosto che la pianta al vaso.

Continua la lettura
58

Oltre alla dimensione del vaso, anche la scelta del rivestimento interno è molto importante, poiché influenzerà il livello di ritenzione idrica del terriccio che porremo in seguito al suo interno. Si possono usare lo sfagno, fodere di tela, fodere in fibra di legno (di cocco, di cacao, ecc.), oppure il più modulabile Supamoss. Una volta volta foderate le pareti interne del vaso, se si vuole evitare il ristagno di liquidi e favorire il drenaggio, è possibile effettuare dei piccoli tagli laterali per lasciar defluire gli scarti. Quando invece si vuole evitare che il vaso sgoccioli, soprattutto quando è posto dentro casa, è possibile inserire un serbatoio sul fondo, acquistabile nei negozi che vendono articoli da giardinaggio.

68

Finalmente possiamo prendere la paletta e iniziare a riempire il vaso con il terriccio specifico per la pianta che abbiamo precedentemente scelto, anche questo acquistabile nelle serre o nei negozi specializzati. Inseriamo la piantina già preparata per essere piantata e finiamo di riempire il vaso col terriccio. Chi vuole durante la procedura, può inserire anche una riserva d'acqua per facilitare areazione e irrigazione. Anche quest'ultimo può essere acquistato o realizzato utilizzando materiali di scarto (come una bottiglietta d'acqua a cui sono stati praticati dei fori, da porre verticalmente in mezzo al terriccio in modo che il collo spunti in superficie, così da poter essere riempita una volta svuotatasi).

78

Passiamo ora, se non l'abbiamo ancora fatto, a decorare il vaso in base a come più ci piace. E infine calcoliamo bene il peso del vaso una volta riempito, in modo da scegliere un supporto adeguatamente calibrato. Eccoci pronti ad appenderlo dove preferiamo, ad un supporto già presente, verticalmente sulla parete o direttamente al soffitto.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non bisogna dimenticare che come ogni pianta, anche quelle in vaso pensile hanno bisogno di manutenzione.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come far crescere rigoglioso il tuo prato

Un prato bello e rigoglioso è il miglior modo di "arredare" il proprio giardino. Crescere un prato non è difficile, e curarlo è un modo salutare di rilassarsi nel tempo libero. Un bel manto erboso uniforme regala luce ed allegria agli spazi all'aperto....
Giardinaggio

5 errori da evitare nel giardinaggio

Gli appassionati di giardinaggio sanno bene che prendersi cura di piante e fiori richiede tempo, dedizione e costanza. Sia che si tratti di magnifici esemplari posti in un ampio giardino, disposti in terrazzo o in balcone, oppure di graziose piantine...
Giardinaggio

5 trucchi di giardinaggio

Fare giardinaggio è un modo utile per passare il tempo. Ma, per fare ciò, bisogna organizzarsi e dedicarsi alle piante in maniera ottimale. Esistono molti metodi per occuparsene. Per poi, mettere in pratica questo hobby. Pertanto, si può considerare...
Giardinaggio

Come coltivare i pomodori

La pianta del pomodoro, che è originaria del Sud America, viene coltivata comunemente per l'uso alimentare. Dei suoi frutti, i pomodori, se ne fa davvero un largo uso, si può infatti decidere di consumarli freschi, servendoli nell'insalata, oppure utilizzarli...
Giardinaggio

Come costruire un timer per l'impianto d'irrigazione

Tutti coloro che possiedono un giardino o un orto sanno bene quanto sia importante curare al meglio l'irrigazione di piante e fiori. L'acqua costituisce il primo essenziale nutrimento di tutti gli organismo vegetali ed è perciò fondamentale provvedere...
Giardinaggio

Le basi del giardinaggio

Se tra i vostri hobby vi è quello del giardinaggio, allora potete cimentarvi nel coltivare delle piante o anche delle spezie per avere così sempre a portata di mano dei prodotti naturali. Creare un intero giardino da coltivare per chi è alle prime...
Giardinaggio

Come impiantare un'irrigazione a goccia del prato

Per chi ha un giardino con molte piante e quindi molto vasto, l'irrigazione di tutto quanto può risultare difficoltosa e lunga, come operazione.Ma ci sono dei metodi che vi semplificano la vita e vi permettono di curare il vostro giardino: in questa...
Altri Hobby

Come fare un centrotavola con i ciclamini

Se tra i nostri hobby preferiti oltre a quello per il bricolage abbiamo anche la passione per il giardinaggio, possiamo divertirci a fare un elegante centrotavola. Nello specifico si tratta di costruire la struttura esterna in legno e poi inserire dei...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.