Come combattere gli afidi delle piante

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Gli afidi, detti anche pidocchi delle piante per via della loro natura simile ai pidocchi che minacciano l'uomo. Essi attaccano sia le foglie che i rami succhiando via la linfa vitale. Per combatterli in commercio possiamo trovare diversi preparati ma anche la natura può offrirci una valida alternativa. Va benissimo difendere il nostro lavoro ma bisogna farlo consapevolmente e nel rispetto dell'ambiente. La soluzione che andremo a vedere, oltre ad essere più economica dei soliti prodotti chimici, è sopratutto a impatto zero. A base di ortica combatteremo gli afidi delle piante grazie all'elevato contenuto di acido salicilico e di acido formico, potremo avere un potente ed efficace antiparassitario.

25

Occorrente

  • ortica
  • recipiente
  • vaporizzatore
  • acqua piovana o distillata
35

Per preparare l'insetticida completamente biologico ed eco-sostenibile, bisogna innanzitutto ottenere un macerato di ortica. In un contenitore di terracotta o di vetro (importante è evitare l'uso di un recipiente di metallo poiché potrebbe emettere qualche sostanza nociva) versiamo un litro di acqua distillata, meglio ancora se fosse piovana. Per procurarcela basterà solo lasciare sul balcone un recipiente, con l'imboccatura ampia, durante un temporale.

45

Immergiamo, quindi nell'acqua un chilogrammo di ortiche fresche, avendo cura di prendere solo la parte aerea. Buona norma sarebbe indossare sempre un paio di guanti quando si raccolgono le foglie della pianta e, aiutarsi anche con un paio di forbici. Tutti sappiamo il grande potere urticante delle pianta. È una erbacee perenne, quindi potremmo trovarla in ogni stagione e, cresce spontanea ovunque. Resta chiaro che per i non avvezzi alle attività un po' più bucoliche, la reperibilità del materia fresca può non essere poi così semplice. Per cui possiamo rivolgerci ad una erboristeria di fiducia che sia soprattutto ben fornita e farci preparare circa un 200 grammi di ortiche essiccate. Fatto questo, lasciamo a macerare il composto per 12 ore.

Continua la lettura
55

Trascorso questo tempo, l'acqua ormai pregna di olio di ortica, sarà diventata scura. Quindi filtriamo il macerato e versiamolo in un vaporizzatore in modo da poter raggiungere con facilita ogni parte della pianta che è stata attaccata dagli afidi. Per una maggior efficacia, possiamo spruzzane un po' anche sulla superficie del terreno tutto intorno alla pianta. Nel caso i parassiti fossero più resistenti del previsto, dovremo ripetere l'operazione dopo tre giorni.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come difendere le piante d'appartamento con prodotti naturali

I parassiti sono una dei pochi motivi che possono rendere meno piacevole il compito di curare e mantenere le piante d'appartamento. Che si tratti di lumache alla ricerca di qualche foglia di lattuga o di afidi che rosicchiano i petali delle rose, un'infestazione...
Giardinaggio

Parassiti delle piante: rimedi naturali per eliminarli

Le piante, si sa, sono amate da tutti e presenti pressoché in ogni abitazione. C'è chi le tiene in giardino, chi in balcone, chi in vasi collocati nelle varie stanze per conferire un tocco di calore e colore in più alla propria casa. Il verde, però,...
Giardinaggio

Come eliminare gli afidi dalle piante

Se abbiamo la passione per il giardinaggio, può capitare di scoraggiarci quando le nostre piante vengono attaccate dagli afidi, consapevoli di dover necessariamente utilizzare antiparassitari chimici. In realtà non è così, poiché è importante sapere...
Giardinaggio

Come eliminare gli afidi con aceto e sapone di marsiglia

Chi possiede un giardino può godere delle belle giornate di sole e vivere all'aria aperta. Tuttavia, sarà senz'altro capitato di imbattersi negli afidi, fastidiosissimi insetti, pidocchi delle piante che una volta prese di mira le piante le attaccano...
Giardinaggio

Come eliminare afidi, oidio e cocciniglia con aglio e cipolla

Molto spesso, la bellezza e la salute delle nostre amate piante, può essere messa a rischio dall'arrivo di indesiderati parassiti. Anche se in commercio ci vengono proposti metodi più o meno aggressivi per eliminare questo fastidioso problema, è invece...
Giardinaggio

Come difendere l'orto dalle formiche

Una fastidiosa preoccupazione per chi possiede un giardino o un orto, è quella di difendere le seminagioni dalle formiche, infidi insetti che si nascondono negli angoli più remoti del nostro raccolto. Infatti le formiche posso arrecare danni gravissimi...
Giardinaggio

5 rimedi naturali contro i pidocchi delle piante

Delle migliaia di specie di afidi, chiamati comunemente pidocchi delle piante, circa 250 sono considerate dannose per fiori e arbusti. Questi minuscoli insetti infestano le piante, perforandone gli steli e privandole delle sostanze nutritive vitali. Se...
Giardinaggio

Come proteggere il nasturzio dai parassiti

Con l'arrivo del tepore primaverile, assistiamo al bellissimo miracolo del risveglio vegetativo. È lo sbocciare nuovamente alla vita dopo il lungo e freddo inverno. Eppure, come ogni anno, ecco presentarsi l'annoso e dannoso problema dei parassiti. Gli...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.