Come combattere la cocciniglia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

La cocciniglia è un parassita particolarmente dannoso che si presenta con il corpo molle, solitamente mascherato da cera farinosa. Si insedia vistosamente sotto la rosetta ed il peduncolo di frutti o piante. Alcune specie ne infestano addirittura le radici. Questi insetti variano in base alla dimensione ed al sesso. Mentre i maschi hanno le ali, le femmine ne sono sprovviste. Può capitare che non posseggano nemmeno le zampe. Combattere la cocciniglia e tenere in perfette condizioni frutti e piante, richiede molta attenzione e controlli costanti. In questa guida, illustreremo come procedere per debellare in modo efficace e duraturo questo insetti fastidioso. Scopriamo insieme, nei prossimi passi come fare nel dettaglio.

27

Occorrente

  • Acqua
  • Olio bianco minerale
  • Cotton-fioc
  • Origano secco
  • Sapone di marsiglia
37

Per eliminare definitivamente la cocciniglia, occorre innaffiare la pianta con delle soluzione specifiche. Le possiamo preparare noi stessi in modo semplice e veloce. Prendiamo un pentolino, facciamoci bollire dentro dell'acqua per circa cinque minuti. Trascorso tale lasso di tempo, aggiungiamo un cucchiaio da cucina di olio bianco minerale. Lasciamo quindi raffreddare il tutto. Nel frattempo, spruzziamo con della semplice acqua la nostra pianta infetta dalla cocciniglia, in modo da inumidire tutte le foglie ed i ramoscelli. Questo metodo è perfetto solo per le piante senza frutto. L'olio minerale è tossico e quindi dannoso.

47

Una volta che la soluzione sarà pronta, possiamo inserire il liquido in uno spruzzino da giardinaggio. Andiamo ad innaffiare le piante bagnando ulteriormente le foglie. Essere costanti in questa operazione, ci permetterà di sterminare la cocciniglia. Ripetiamo questo lavaggio per circa 3 giorni. Può capitare, comunque, di trovare qualche cocciniglia una volta ogni tanto. In quei casi, procediamo immergendo un cotton fioc nella soluzione precedentemente preparata. Tamponiamo direttamente sulle zone in cui è presente o dove ci sono macchie in cui si sta per formare l'insetto.

Continua la lettura
57

Per quanto riguarda la specie di cocciniglia detta a virgola, l'ideale per eliminarla è l'infuso di origano. Lo possiamo preparare in casa, diluendo circa 150 gr. Di pianta secca per ogni litro di acqua. Dobbiamo spruzzare questo composto sull'intera pianta regolarmente. Per le zone maggiormente infestate, procediamo spennellando abbondantemente la parte. È perfetto da utilizzare nel periodo estivo, poiché è questo il momento in cui la cocciniglia prolifica. Un altro sistema valido, prevede l'impiego del sapone di marsiglia diluito con acqua. Anche in questo caso, per avere una maggiore efficacia, va spennellato.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Questo metodo è perfetto solo per le piante senza frutto. L'olio minerale è tossico e quindi dannoso.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come eliminare afidi, oidio e cocciniglia con aglio e cipolla

Molto spesso, la bellezza e la salute delle nostre amate piante, può essere messa a rischio dall'arrivo di indesiderati parassiti. Anche se in commercio ci vengono proposti metodi più o meno aggressivi per eliminare questo fastidioso problema, è invece...
Giardinaggio

Come coltivare la beaucarnea recurvata

Conosciuta anche come Nolina o come pianta mangiafumo ed originaria delle zone semi-desertiche del Messico e dell'America centrale, la Beaucarnea Recurvata, è una pianta molto diffusa nelle abitazioni, grazie alle sue caratteristiche ornamentali e...
Giardinaggio

Come tenere lontani gli insetti molesti

Sempre più spesso, nel nostro giardino o balcone, notiamo piccoli insetti che ad occhio nudo non si riescono a focalizzare ma che lasciano intorno alla pianta una sostanza appiccicosa che, in poco tempo fa morire le nostre piante. Sicuramente siamo in...
Giardinaggio

Le malattie dell'ulivo

L'ulivo è una pianta da frutto originaria del continente Orientale e fin dai tempi più antichi è stata impiegata con finalità alimentari. Produce le olive che sono utilizzate sia per la produzione del celebre olio extravergine di oliva che come alimento...
Giardinaggio

Come coltivare un ulivo sul balcone

Chi ha la fortuna di possedere un balcone, adora vederlo, quasi sempre, adornato da piante e fiori, in modo da possedere nel proprio appartamento un piccolo giardino. Nella maggior parte dei casi, questo tentativo, è accompagnato dalla scelta di acquistare...
Giardinaggio

Come coltivare l'alloro in terrazza

Grazie all'ampio uso delle erbe aromatiche in cucina, sono sempre di più le persone che preferiscono averne una piccola coltivazione in giardino o sul balcone. Questo perché avere le erbe aromatiche fresche sempre a disposizione permette di cucinare...
Giardinaggio

Come coltivare il ficus beniamina

Avrai visto mille volte questa pianta nelle case dei tuoi amici e ogni volta hai pensato a come starebbe stata bene nel tuo salone, vero? Allora è arrivato il momento di avere il tuo Ficus Beniamina, che tra le specie di ficus è una delle più diffuse...
Giardinaggio

Come coltivare il crinum

Con il termine "Crinum" (tradotto dal greco "krinon" significa giglio) si fa riferimento a delle piante bulbose che fanno parte della famiglia delle Monocotiledoni. Si tratta di piante che provengono dall'Africa, dall'Asia, dall'America e dall'Australia,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.