come costruire il compasso di galileo galilei

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Il compasso proporzionale o Galileiano ha rappresentato nei secoli scorsi lo strumento principale per il calcolo. Possiamo infatti considerarlo come il primo strumento utile a tale scopo mai inventato. La sua forma, anche se apparentemente molto semplice, permette di eseguire calcoli geometrici e matematici piuttosto complessi, poiché sfrutta la proporzionalità tra i lati omologhi di due triangoli simili. Nel passato ha permesso di portare a termine numerosi progetti, sia per usi civili che militari, ed ha in parte rivoluzionato il modo di lavorare in questi ambiti. Si compone di tre parti: i bracci, il quadrante e la zanca.
Realizzarne uno mediante materiali poveri è abbastanza semplice. Vediamo quindi, senza ulteriori preamboli e indugi, come costruire il compasso di Galileo Galilei, attraverso questa semplicissima guida articolata in pochi ed efficaci passaggi.

27

Occorrente

  • 3 fogli di cartoncino
  • 3 viti di rilegatura
  • filo resistente e colla
  • forbici e taglierino
  • piombino da pesca
  • forafogli o punteruolo
37

Per prima cosa dovete scaricare le tavole che vi serviranno per il montaggio del compasso. Collegarvi al sito http://brunelleschi.imss.fi.it/esplora/compasso/dswmedia/risorse/icostruire_compasso.pdf e stampatele, preferibilmente a colori. Con le forbici ritagliate tutte le varie sagome. Non abbiate fretta, altrimenti rischierete di fare tagli non lineari.

47

Assicuratevi che i cartoncini siano abbastanza ampi da contenere tutte le sagome, incollatele quindi su di essi e lasciate asciugare per qualche secondo. Incollate bene gli angoli, in modo che le sagome non si sollevino lungo i bordi. A questo punto ritagliate i cartoncini, sempre prestando la massima attenzione nel seguire il disegno, poiché le forme avranno acquisito spessore.

Continua la lettura
57

Praticate dei fori in corrispondenza dei cerchi disegnati sull'estremità superiore delle sagome, ed inserite in essi una vite da rilegatura. Unite così i due bracci chiudendo la vite stessa. Per utilizzare il compasso come quadrante, è sufficiente inserire le restanti viti nei fori posti lungo i lati e montare l'arco graduato tramite il medesimo procedimento.

67

Come ultimo passo, prendete un pezzo di filo sufficientemente lungo e legatelo alla vite centrale. Legate quindi il piombino ad esso. Regolate la lunghezza in modo che il piombino non tocchi la superficie. Questo compasso permette di svolgere misurazioni che possono essere inaspettate per uno strumento la cui realizzazione è così semplice, come ad esempio:
- Divisione di un segmento;
- Somma dei volumi;
- Scala delle pendenze;
- Quadratura delle superfici regolari;
- Misura dei calibri;
- Quadrante astronomico.
Al link Brunelleschi troverete un'utilissima guida all'uso. Ora tocca a voi, per cui vi auguro buon lavoro!

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se non avete una buona manualità, fatevi aiutare da mani più esperte nell'ambito.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come costruire un cannocchiale

Il cannocchiale è uno strumento che serve all'osservazione di oggetti lontani, attraverso la raccolta della radiazione elettromagnetica. Fu inventato all'inizio del 1600, utilizzando delle lenti di vetro. A migliorarlo in modo notevole e decisivo fu...
Bricolage

Come restaurare una pendola

Nel XVII secolo Galileo Galilei studiò la regolarità del moto del pendolo. Più tardi, nel 1936, fu Christiaan Huygens a sfruttare questo movimento creando un affascinante arredo che ancora oggi troviamo nelle case degli appassionati di antiquariato:...
Materiali e Attrezzi

Come usare un calibro ventesimale

Il calibro sarà lo strumento protagonista di questa guida. Come avrete compreso tramite la lettura del titolo stesso della nostra guida, ora andremo a spiegarvi, lungo questi tre passi, come riuscire a usare un calibro ventesimale. Incominciamo le nostre...
Cucito

Come realizzare un costume da pappagallo per Carnevale

Il vostro bambino vi ha chiesto un costume da pappagallo per Carnevale e non sapete come farlo? Non preoccupatevi, per fortuna, realizzarne uno in poco tempo è semplicissimo. L'importante è armarvi di tanta pazienza e fantasia. Con questa breve guida...
Bricolage

Come realizzare un'unione rotante a regolo nel legno

Quando decidete di lavorare il legno e necessitate di unire due parti, potrete realizzare un'unione rotante a regolo nel legno. Questa, rappresenta una delle tecniche di lavorazione più conosciute e diffuse nel settore. È inoltre chiamata anche giunzione...
Bricolage

Come realizzare un quadro con rose di carta

Se intendete ravvivare le pareti di casa con un quadro che sia al tempo stesso originale e poco costoso non dovete fare altro che mettervi voi stessi al lavoro e realizzare un fantasioso e colorato quadro con rose di carta. Ideale per la stanza dei bambini...
Bricolage

Come realizzare un Quadrante

Non tutti sono a conoscenza del metodo che usavano i navigatori del passato per orientarsi in mezzo al mare. Essi erano soliti sfruttare la presenza delle stelle durante la notte. I primi navigatori non possedevano le sofisticate apparecchiature di cui...
Altri Hobby

Come fare un cappello da chef di carta

La carta è un materiale con cui è possibile creare un infinità di oggetti utili sia per la casa che per la persona. Dalla classica barchetta, usata per far giocare ai bambini, fino a decorazioni e ornamenti da usare nei nostri spazi quotidiani. Addirittura...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.