Come costruire un monopattino a motore

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

In questo articolo vedremo come costruire un monopattino a motore. Più o meno tutti noi abbiamo usato, durante l'infanzia, un monopattino per divertimento e sicuramente, non appena siamo riusciti a controllarlo, si è iniziato a pensare a come e cosa poter fare per modificarlo, in modo da poterlo utilizzare come un semplice mezzo di trasporto, anche se per brevi distanze. In mercato esistono dei monopattini che hanno installato su di essi un motore, elettrico o a scoppio, progettati proprio per una mobilità alternativa e semplice. L'unico problema di questi monopattini a motore è di certo il costo. Se noi non vogliamo spendere tanto e siamo amanti del fai da te, potremmo cimentarci nella sua costruzione.  

24

La prima cosa che dobbiamo fare è quella di capire come è strutturato un monopattino. La struttura tipica di un monopattino è composta da questi elementi e cioè da una pedana, che dovrà sorreggere il nostro peso ed alla quale è collegata la ruota posteriore, che è fissa e la ruota anteriore, che al contrario è sterzante. La ruota anteriore è collegata ad un'asta verticale, che termina con un manubrio. Sul retro della pedana è presente un freno, che tende ad agire sulla ruota posteriore, ed è attivato mediante la pressione di un piede, su quest'ultimo e con una leva posta nel manubrio. Alcuni modelli di monopattini, che sono molto moderni e molto costosi, presentano dei freni a forma di disco, sia sul posteriore che sull'anteriore. Compresa e focalizzata, è la struttura di base e noi dobbiamo capire che, nel caso volessimo montare un motore in un monopattino, dobbiamo costruire tutto con le nostre mani, poiché la struttura dei monopattini presenti in commercio, non ha abbastanza spazio. Nella pratica basterà copiare la struttura di un semplice monopattino e replicarla, ma in delle dimensioni del tutto maggiori.

34

È bene anche scegliere il tipo di motor che vogliamo montare, che potrà essere elettrico o a benzina. Per il motore elettrico, dobbiamo ricordare che andrà bene un motorino a 12 o 24 volt, come quelli che si trovano comodamente nelle sedie a rotelle elettriche. Per quanto invece riguarda il motore a scoppio, potremmo pensare di prelevarlo da una motosega. Noi in genere, consigliamo di utilizzare un motore elettrico in quanto è molto più semplice da gestire. Nel costruire la pedana, dobbiamo prevedere che quest'ultima deve avere le dimensioni sufficienti a contenere on solo noi ma anche il pacco batterie. Per quanto riguarda le ruote, per realizzarle ci serviranno una coppia di dimensioni discretamente grandi, di circa 5 o 10 cm di diametro. Al'asse della ruota posteriore, dobbiamo collegare una ruota dentata, per la trasmissione a catena. Sulla testa del motorino, colleghiamo un pignone, in modo tale da poter imprimere il movimento ad una catena e quindi alla ruota posteriore, a mezzo della ruota dentata.

Continua la lettura
44

Il motorino elettrico andrà poi collegato in modo saldo, a mezzo di opportune staffe in metallo, sotto il pianale del monopattino ed il più vicino possibile alla ruota. Ora non resta che posizionare un pulsante sul manubrio, che ci permetterà di accendere il motorino elettrico. I collegamenti vanno fatti tutti in serie, ovvero dobbiamo collegare il negativo della batteria al pulsante ed il pulsante al motorino. Ricordiamoci inoltre di isolare bene tutti i collegamenti. Terminati i collegamenti, dobbiamo costruire un coperchio per il motore, in modo tale da evitare che vi entri acqua al suo interno.  

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come costruire un inverter

In elettronica, un inverter è un dispositivo che permette il passaggio da una corrente continua (DC) in entrata a una corrente alternata (AC) in uscita ...
Altri Hobby

Come regolare il deragliatore posteriore

Spesso si pensa, erroneamente, che solamente i ciclisti professionisti o i meccanici possano essere capaci di regolare il deragliatore posteriore, invece le cose non stanno ...
Altri Hobby

Consigli per costruire un drift trike economico

Il Drift trike, tradotto letteralmente in italiano, triciclo derapante, è un triciclo composto da sole due ruote. Queste due ruote sono da carter con un ...
Materiali e Attrezzi

Come calcolare il consumo elettrico di un motore

Qualsiasi motore elettrico ha sia un consumo che un costo. Per poter conoscere in maniera approfondita e dettagliata le caratteristiche tecniche dei motori elettrici, e ...
Materiali e Attrezzi

Come costruire una levigatrice a nastro

La levigatrice a nastro è un ottimo strumento per tutti i lavori di levigatura grezza. Ma com'è possibile costruirne una? Per prima cosa, quali ...
Bricolage

Come costruire una motocicletta di legno

Volete fare un regalo originale per il vostro bambino, che sia anche utile? Con questa guida, potrete ottenere una moto senza pedali: un ottimo strumento ...
Materiali e Attrezzi

Sostituzione cuscinetti motore elettrico

Per far si che un motore continui a funzionare nella maniera più corretta possibile, che sia quello di una macchina o semplicemente di un attrezzo ...
Casa

Come regolare il freno cantilever della mountain bike

La Mountain Bike è la bicicletta tecnologicamente più evoluta, la necessità di adattarsi a terreni molto diversi fanno di lei un campo di studio senza ...
Altri Hobby

Come costruire un motore a scoppio per modellini

L'arte del modellismo affascina sempre più gente. Creare modellini unici e di buona fattura non è facile. Costruire dei modellini richiede, tempo, passione, destrezza ...
Altri Hobby

Come costruire una barca radiocomandata

Per gli amanti del fai da te costruire qualcosa gestibile a distanza è sempre una grande sfida, perché è necessario coniugare conoscenze in vasti campi ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore degli stessi, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.