Come costruire un portavivande in legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se per la nostra sala da pranzo o per la cucina, abbiamo bisogno di un carrello portavivande, lo possiamo costruire con un minimo di spesa, pochi materiali ed attrezzi, e soprattutto renderlo elegante e in sintonia con il resto dell'arredamento. In questa breve guida illustrerò dettagliatamente come costruire un portavivande in legno in pochi e semplici passi, perciò suggerisco di continuare a leggere questo breve articolo per scoprire come fare. Attenzione: questa è una guida redatta a solo scopo informativo, pertanto non mi assumo alcuna responsabilità dell'uso che se ne farà.

26

Occorrente

  • Tavolette in legno
  • Cerniere di ottone
  • Murali in legno
  • Colla vinilica
  • Viti per legno
  • Seghetto alternativo e a mano
  • Cacciaviti
  • Ruote per mobili
36

Recuperare l'occorrente

Per trovare il legno necessario alla realizzazione del nostro carrello portavivande, ci rechiamo in un centro per il bricolage, dove acquistiamo a buon prezzo delle tavolette per creare le basi e una mensola, e un murale sempre in legno di 4 centimetri di spessore e 4 metri di lunghezza (standard), che è sufficiente per ottenere un carrello di un metro d'altezza. Per quanto riguarda invece gli altri materiali, abbiamo bisogno di 4 ruote per mobili, di colla vinilica e viti, oltre che di alcuni attrezzi per il taglio, tra cui un seghetto alternativo e mano. Con tutto l'occorrente a disposizione, nei passi successivi vediamo dunque come procedere con la lavorazione.

46

Tagliare il legno

La prima operazione da fare è di tagliare i murali tutti alla stessa misura di un metro, che poi teniamo insieme tra loro con tre tavolette di forma quadrata pari a 40 centimetri, rispettivamente fissate (con colla e viti) sulla parte alta, al centro e su quella bassa, ottenendo in pratica due basi e una mensola, quindi un sostegno efficiente. Adesso, sulla parte alta, fissiamo su entrambi i lati, altre due tavolette dello stesso spessore e larghezza, ma con una lunghezza pari a circa 60 centimetri. L'ancoraggio ai lati della base superiore, avviene con delle cerniere in ottone lucido, che ci consentono di ottenere un piano d'appoggio apribile e viceversa. A questo punto, con il seghetto alternativo, sagomiamo altre tavole in legno, in modo da realizzare un cassetto, che può ritornare utile per conservare le posate.

Continua la lettura
56

Rifinire il carrello portavivande

Per quanto riguarda i regoli del cassetto stesso, possiamo sia realizzarlo con il metodo classico ovvero con l'aggiunta sui due laterali di listelli in legno che fungono anche da guida, oppure (consigliato), acquistare l'intero sistema in metallo bianco, composto da due binari da applicare sui laterali e da un cursore dotato di rotelline in plastica che ne agevolano lo scorrimento. A lavoro ultimato, non ci resta che rifinire il carrello portavivande con aniline (se abbiamo scelto il legno grezzo), ed infine aggiungere sotto ai 4 piedi, delle rotelle in plastica snodabili, che ci consentono di spostare comodamente il carrello da una stanza all'altra, sia con movimenti verticali che orizzontali.

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come creare un portavivande con piante

È tempo delle feste in giardino e delle cene in terrazza! Anche tu stai organizzando una serata in allegria e vuoi rendere tutto perfetto e curato nei minimi dettagli? Che si tratti di un aperitivo o di una cena completa, uno degli oggetti più usati...
Bricolage

Come Realizzare Un Portavivande Da Cucina Effetto Usurato

Il portavivande effetto usurato che si avvicina allo stile vintage è un'idea davvero pratica, adatta ad ogni angolo della cucina. Quando si parla di effetto usurato, ci si riferisce ad un particolare procedimento, utilizzato da artigiani ed ebanisti...
Bricolage

Come costruire un mobiletto portavivande

Quando facciamo la spesa, nella stragrande maggioranza dei casi, si comprano delle bevande che possono essere succhi di frutta, o bevande gassate, o piccole birre in lattina. Queste quando le andiamo a posare nella nostra dispensa o scaffale nello sgabuzzino,...
Bricolage

Come Fare Un Vassoio Portavivande Per I Sedili Posteriori Dell'auto

Vi state preparando per un faticoso viaggio in macchina e non sapete come intrattenere i vostri piccoli? Vorreste farli mangiare e bere comodamente durante il tragitto ma avete paura che tutto si rovesci rovinosamente sui sedili? No problem! Con un po'...
Altri Hobby

Come realizzare un porta dolci a cascata

Se sei alla ricerca di una soluzione elegante per presentare deliziosi bon bon e fragranti cupcakes, puoi scegliere di realizzare un porta dolci a più piani, dal particolare effetto a cascata. I ripiani evidenziati da questa particolare tipologia di...
Cucito

Come cucire un porta vivande in tessuto

Attualmente è sempre più importante ragionare in termini di risparmio ecologico. Infatti, quando si va a fare la spesa oppure si ha bisogno di un sacchetto si può risparmiare utilizzando delle semplici ed utili buste in tessuto. La realizzazione di...
Bricolage

Come decorare un vassoio con un mosaico

La tecnica del mosaico permette, attraverso l'utilizzo di piccoli frammenti colorati di diverso materiale, accostati in modo da formare motivi geometrici o altri complessi figurativi, di decorare oggetti della vita quotidiana, come un semplice vassoio....
Bricolage

Come trasformare un carrello porta-tutto in un tavolino mobile

Gli oggetti fai da te si sa, specie in questi periodi di crisi, sono sempre di gran moda poiché permettono di coniugare alla perfezione creatività e risparmio economico. Nella guida che segue, a tal proposito, impareremo insieme come trasformare un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.