Come Costruire Un Tavolo Luminoso

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il tavolo luminoso, conosciuto anche come tavolo retroilluminato, è una superficie piana semitrasparente con all'interno una fonte luminosa (neon o LED) che permette di dare una maggiore visibilità a foto, lastre di raggi X, disegni tecnici e tutto ciò che è tracciato su carta lucida. Si tratta, dunque, di un oggetto particolarmente impiegato da figure professionali come medici, architetti, tecnici progettisti ed ingegneri. Il costo di un tavolo luminoso spesso è inaccessibile per alcuni, ma in alternativa è possibile realizzarne uno con le proprie mani utilizzando oggetti abbastanza comuni. Vediamo allora come costruire un tavolo luminoso.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • tubi al neon, plexiglass, tavole di legno compensato, viti per legno, martelli, filo elettrico e spina, livella,seghetto
36

Per prima cosa procuratevi un tavolo da utilizzare come base per la costruzione, a meno che non vogliate costruire anche il tavolo. In tal caso, dovrete procurarvi il materiale adatto anche per questo: una superficie piana di legno e 4 gambe da fissare perpendicolarmente al piano.
È necessario scegliere i materiali di costruzione: dall'economico compensato fino ad arrivare ai legni più pregiati.

46

A questo punto, prendiamo la misura dei lati del tavolo e procuriamoci delle assi di legno pari ad esse. Sulle tavole, effettuiamo dei fori di aerazione con un trapano e fissiamo le tavole con delle viti per legno avendo cura di posizionarle a livello, in modo da non dover poi ritoccare la superficie di appoggio del vetro. Le tavole fissate ai bordi del tavolo vanno anche incollate tra di loro o saldate tramite altre viti per legno. Sulla tavola che va sul retro, prima di montarla facciamo un buco di dimensioni 1 x 1 cm per far passare i cavi della lampada.

56

Ora approntiamo la fonte luminosa. In base alle dimensioni del tavolo, valutiamo se utilizzare una o due lampade al neon a tubo o una di forma circolare, che garantisce una luce uniforme su tutto il tavolo. Facciamo passare i fili nel buco della tavola e attacchiamoli alla lampada. I fili andranno attaccati ad un interruttore, e da lì andranno ad una presa di corrente. All'interno possiamo inserire un supporto che tenga ferma la lampada. Infine, fissiamo la fonte luminosa ad un supporto per neon.

66

Per semplificare il lavoro, possiamo lasciare un lato del tavolo aperto, in modo da evitare di dover fare i fori di aerazione col trapano e avere la possibilità di cambiare la lampada senza dover smontare le tavole. Ultimo passo è la chiusura del tavolo con un ripiano di plexiglas, economico e più facile da montare rispetto al vetro: infatti, lo si può fissare alle assi tramite delle viti per legno.

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti