16

Come creare delle mensole con le cassette da frutta

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Avete bisogno di più mensole nella vostra casa? Riciclare ormai è un'abitudine sempre più diffusa, specie per quanto riguarda l'arredamento della casa. Tra l'enorme varietà dei materiali che è possibile riciclare, in particolare troviamo le cassette della frutta in legno e in plastica. Queste sono ottime per creare delle mensole, da sfruttare per l'appoggio di soprammobili e libri. Oggi in questa guida vi spiegherò come creare delle mensole usando le cassette da frutta.

26

Occorrente

  • Cassette della frutta in legno o plastica , vernice, carta abrasiva, turapori,pennello, trapano, fisher, tasselli, ganci per quadri .
36

Innanzitutto le cassette della frutta, nella maggioranza dei casi, sono disponibili di due misure, ovvero larghe 50 centimetri ed alte 20 e 40 centimetri. Inoltre si possono trovare sia in plastica colorata, oppure in legno naturale. Nel caso in cui fossero di plastica, basterà attaccarle alle pareti, essendo già verniciate. Invece, nel caso in cui fossero in legno, questo può essere rifinito lasciandolo al naturale oppure tinteggiato con delle apposite vernici.

46

ll primo passo da cui iniziare è quello di mettere da parte il quantitativo necessario di cassette da frutta. La seconda operazione da svolgere è quella di ripulirle ed eliminare le porosità del legno carteggiando con della carta abrasiva e togliendo eventuali chiodi sporgenti. Una volta carteggiato, ripuliamo la nostra cassetta dalla polvere in eccesso. Dopo di questi passaggi fondamentali, potremo utilizzare un turapori: questo ha la funzione di compattare le superfici del legno e renderle più gradevoli alla vista; dopo aver applicato il turapori bisognerà attendere che la nostra cassetta asciughi e quindi potremo iniziare la fase della verniciatura: la nostra cassetta potremo verniciarla tramite pennello (metodo classico) o utilizzando bombolette spray o, infine, la verniciatura tramite compressore. Una volta completato il lavoro di finitura, potremo procedere con la posa sulle pareti di casa che potremo fare sia singolarmente oppure, nel caso in cui si voglia ottenere una libreria pensile, affiancandole più di una. Come attaccheremo alle pareti le cassete? Potremo usare il tipo di ganci che si usa per appendere quadri molto pesanti e agganciati alle pareti tramite fisher, metodo consigliato nel caso in cui la nostra cassetta fungerà da libreria. Un altro metodo è quello di fissarle direttamente alle pareti tramite dei tasselli (consigliato solo nel caso in cui la nostra mensola-cassetta debba sostenere pesi leggeri).

Continua la lettura
56

Nel caso in cui abbiamo scelto le cassette della frutta in plastica, il vantaggio, oltre a non levigarle e verniciarle, è che per appenderle alla parete possiamo sfruttare la gabbia di cui la cassetta si compone sul fondo, quindi, dopo aver individuato il luogo e l'altezza giusta e fissato alla parete dei ganci a pressione, le cassette verranno appese come se fossero un quadro e, in qualsiasi momento potranno essere smontate, sia per spolverarle che per lavarle. Grazie a questo tipo di riciclo, oltre a giovare per l'ambiente, potremo realizzare diverse mensole, creando anche delle forme geometriche che si adattano perfettamente a qualsiasi tipo di ambiente o anche a delle pareti inclinate o irregolari come le mansarde adibite a soffitta.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Usare dei guanti e mascherina
17

Come realizzare mensole a scomparsa

tramite: O2O
Difficoltà: facile

Introduzione

L'arte del "fai-da-te" non è solo un hobby, spesso si tratta di un vero e proprio lavoro utile per risolvere piccoli problemi nella quotidianità, magari risparmiando sulla manodopera di un professionista. Ad esempio, un ripiano sopra il calorifero può evitare che si formino degli antiestetici baffi scuri sulla parete; vi si possono poggiare libri, oggetti o, se si tratta di un ingresso, un contenitore per le chiavi o un vassoio per la posta. Ideali, in questo caso, sono le mensole a scomparsa che sostengono il ripiano senza essere visibili, ed evitano di dover smontare il calorifero. Solitamente sono acquistabili in kit di montaggio completi di tutti i pezzi necessari, il supporto di metallo è dotato di zanche che si inseriscono in fori predisposti nello spessore del ripiano. In questa guida verrà illustrata una procedura su come realizzare le mensole a scomparsa appena descritte, facendo riferimento a un classico kit acquistabile nei negozi del settore. Non è un'operazione molto difficoltosa basta essere un po' pratici nel bricolage.

27

Occorrente

  • ripiano (kit completo)
  • matita
  • livella a bolla
  • trapano e punta
  • cacciavite
37

Il primo passo consiste nel tracciare una sottile linea a matita sulla parete, a una distanza di circa 10 cm dal calorifero: sarà questa la posizione del ripiano (usare una livella per verificare che la linea sia orizzontale). Appoggiare il supporto di metallo alla parete, allineandolo alla traccia a matita, quindi segnare il muro inserendo la matita nei fori di fissaggio, a questo punto togliere il supporto.

47

Procurarsi un trapano ed eseguire i fori in cui verranno inseriti i tasselli, quindi fissare il supporto con le viti fornite con la scatola di montaggio. Si noterà che dal supporto sporgeranno le zanche di metallo precedentemente descritte, che andranno inserite nei fori corrispondenti, predisposti nel lato posteriore del ripiano. Sarà sufficiente allineare il ripiano al supporto, far coincidere le zanche con i fori, e spingere fino in fondo.

Continua la lettura
57

Non è necessario nient'altro per quanto riguarda il fissaggio, in quanto le zanche saranno sufficienti per mantenere il ripiano in modo molto sicuro (usare comunque il "buon senso" al momento di decidere il quantitativo di oggetti da posizionare sopra alla mensola). Di solito questi ripiani sono composti da legno truciolare, sia esso laminato o impiallacciato. Nel caso in cui si abbia la necessità di dipingere il laminato, è consigliabile procedere prima carteggiandolo, poi trattarlo dando una mano di fondo con un prodotto specifico, per poi terminarlo usando un'apposita vernice.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non sovraccaricate molto le mensole.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
16

Come realizzare delle mensole in cartongesso

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Per realizzare delle piccole migliorie domestiche, non è sempre necessario dover ricorrere a professionisti o ditte specializzate! Il cartongesso ad esempio, è un materiale di grande utilizzo soprattutto nell'ambito dell'edilizia leggera. Economico e facile da maneggiare, può diventare il nostro alleato per piccoli lavori di fai da te in casa. Perché allora non iniziare a sperimentare questo materiale per realizzare dei piccoli oggetti? Andiamo insieme a scoprire come realizzare delle mensole in cartongesso.

26

Occorrente

  • Foglio di carta millimetrata, matita, gomma
  • Pannelli di cartongesso
  • Profili in alluminio o zincati
  • Viti, dadi e bulloni
  • Stucco e carta vetrata
  • Riga e livella
36

Pianificare bene l'opera

La prima operazione da compiere per realizzare delle mensole in cartongesso solide e adatte ai nostri spazi, consiste nel pianificare l'opera che andremo a realizzare. Iniziamo quindi disegnando uno schizzo accurato. Questa operazione ci porterà via poco tempo, ma ci permetterà di progettare un lavoro preciso e rigoroso. Matita e gomma alla mano, sarà sufficiente riprodurre la parete sulla quale intendiamo lavorare su un foglio di carta millimetrata. Andiamo quindi a stabilire posizione e ingombro delle mensole che desideriamo sviluppare. Convertiamo le loro misure, in base alla scala adottata, in questo modo otterremo le dimensioni esatte dei pannelli di cartongesso e della struttura di supporto (in sostanza, una "gabbia" che si compone di profili in alluminio o in ferro zincato), che acquisteremo presso una ferramenta o un punto vendita dedicato al bricolage.

46

Montaggio della struttura di supporto

Il passo successivo consiste nel montaggio della struttura di supporto, che verrà sistemata in modo tale da aderire al muro e saldata a quest'ultimo attraverso dadi e bulloni. Pertanto, sarà sufficiente armarsi di matita, riga e livella per tracciare le linee guida e scegliere. In questo modo sapremo con affidabilità dove inserire i pannelli lungo la parete. A questi ultimi, andremo ad ancorare la stessa base metallica. Infine, ci sarà possibile integrare gli stessi pannelli di cartongesso, da saldare alla struttura portante per mezzo delle viti.

Continua la lettura
56

Carteggiare i ripiani per renderli lisci

L'ultimo passaggio sarà poi dedicato alle attività di rifinitura. In particolare, non dimentichiamo un passaggio essenziale. Ovvero carteggiare i ripiani al fine di rendere la loro superficie liscia e omogenea, così come è necessario l'uso dello stucco, che regala all'intera struttura un aspetto più solido e compatto. Infine, sarà sufficiente un'ultima passata con la carta vetrata. Nel caso in cui volessimo mensole colorate, procediamo alla loro pittura finale con apposite tinte.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitiamo di sovraccaricare le mensole una volta terminate.
14

Come rivestire delle mensole

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Per le persone che non hanno in casa uno sgabuzzino o, comunque, un angolo apposito per riporre oggetti di uso comune, le mensole rappresentano la soluzione ideale per ovviare al problema. Possono, infatti, essere applicate con semplicità al muro in pochi minuti, sono resistenti e ideali per essere utilizzate all'interno di qualsiasi stanza. In questa guida verrà indicato come rivestire le mensole, per preservarle dalla polvere e dall'usura dal tempo, adattandole perfettamente all'ambiente all'interno nel quale sono state installate.

24

Un primo materiale che può essere utilizzato per ricoprire una mensola è la tela cerata. Quest'ultima è disponibile in molti colori e fantasie, è in grado di dare un tocco di originalità alla stanza e può essere pulita con molta facilità da eventuali macchie. Per prima cosa, procurarsi una tela che si abbini all'arredamento e misurare con un metro flessibile il perimetro della mensola; quindi, con un paio di forbici, tagliare un pezzo di tela e disporlo sulla mensola, stendendolo con le mani per non lasciare pieghe. Infine, applicare sul retro dei pezzetti di nastro biadesivo per fissare la tela.

34

Se la mensola è di legno, prima di procedere alla sua copertura è opportuno stuccarla e renderla perfettamente liscia utilizzando della carta vetrata a grana fine. Per effettuare il rivestimento, si può usare della carta da parati, incollandola con della colla in polvere sciolta in acqua per renderla densa e senza grumi. Stendere la colla con un pennellino, lasciarla asciugare per qualche minuto e disporvi sopra la carta da parati; prestare particolare attenzione nell'eseguire l'operazione, la quale deve essere effettuata partendo dallo spigolo più lontano dal muro, allineando per bene la carta e stendendola dal centro verso l'esterno.

Continua la lettura
44

Sigillare i bordi e le cuciture. Per garantire che i bordi del tessuto non si mischino o si separino, è bene applicare un ulteriore livello di protezione verso l'esterno del tessuto. Utilizzare poi un rullo per spingere l'adesivo attraverso l'intero strato di tessuto e garantire la massima aderenza. Per gli adesivi spray, utilizzare la colla a caldo e quindi coprire l'intera superficie con uno strato di adesivo spray. Dopo aver lasciato le mensole asciugare per 24 ore, sono pronte all'uso. A volte è necessario aggiungere un ulteriore strato di adesivo per dare loro un aspetto più lucido e garantire una maggiore resistenza alla prova del tempo.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.