Come creare l'impasto della pasta di mais

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La pasta di mais è una materiale ideale per la lavorazione e modellazione, adatta ai lavoretti per bambini, essendo realizzata con prodotti naturali. Simile alla pasta di sale ha il vantaggio che si conserva molto più a lungo, non teme l'umidità e si asciuga più velocemente possibile. L'unico svantaggio è che la preparazione avviene tramite cottura dell'impasto. Se viene avvolto accuratamente nella pellicola trasparente, può rimanere tale anche un mese e, se con il tempo la pasta tenderà ad essiccarsi, basterà passare sulle mani un leggero velo di crema e reimpastare per alcuni minuti. Diamo sfogo alla fantasia per la creazione di oggetti davvero originali e unici come ad esempio: palle di natale, angeli, macchinine, animali, bambole, bomboniere ecc... Leggete attentamente attraverso i passi di questa guida come creare l'impasto della pasta di mais.

26

Occorrente

  • 1 Tazza di maizena (farina di mais)
  • 1 Tazza di colla vinilica
  • 1 Cucchiaio di olio di vaselina
  • 1/2 Cucchiaio di succo di limone
  • Cucchiaio di legno
  • pentolino antiaderente
  • pellicola trasparente
36

Recuperare l'occorrente

Prendete un pentolino di media grandezza, antiaderente e, versate prima la tazza di maizena, poi la tazza di colla vinilica diluita con un po' d'acqua, ed in seguito mezzo cucchiaio di succo di limone (o lavanda), in ultimo un cucchiaio di olio di vaselina o paraffina. Adesso mettete sul fuoco a fiamma molto bassa, mescolando continuamente e facendo cuocere per circa 3 minuti o fino a quando non si otterrà un composto liscio e senza grumi.

46

Preparare l'impasto

Quando l'impasto si staccherà dalle pareti del pentolino, continuate a mescolare un paio di volte: la cottura si verifica quando prendendo un po' di impasto la consistenza sarà elastica e non troppo appiccicosa. Fate raffreddare l'impasto su un piano liscio e un po' unto, girandolo spesso con il cucchiaio di legno per evitare che si secchi troppo in superficie. Quando il composto si sarà freddato, impastatelo bene e riponetelo in un luogo fresco, dopo averlo accuratamente avvolto nella pellicola trasparente. A questo punto La pasta di mais è pronta!

Continua la lettura
56

Essiccare la pasta

Tuttavia gli li oggetti modellati con la pasta di mais non avranno bisogno di ulteriore cottura: basterà esporli in luogo arieggiato e asciutto, rigirandoli più volte affinché si asciughino uniformemente. Durante l'essiccazione è importante controllare che le varie parti rimangano ben incollate tra loro. Ovviamente la morbidezza delle forme che si conferisce durante la creazione non rimarrà intatta, perché la colla vinilica tenderà ad indurirsi (però nello stesso tempo levigherà la superficie). La pasta di mais essiccata ha un colorito bianco latte: per ottenere variazioni di tonalità è necessario ricorrere ad una colorazione della pasta, possibile sia a pasta fresca che asciutta.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come smontare un guidauncino

Cucire, ricamare oppure rammendare è un'arte che si tramanda da millenni. Mani instancabili e occhi attenti consentono di realizzare piccoli capolavori con il filo. L'arte del cucito si avvale anche di macchine che danno la possibilità di eseguire lavori...
Cucito

Come Eseguire Il Punto Pelliccia Ai Ferri

Molto spesso siamo pervasi dalla noia e dall'ozio. Per rendere le proprie giornate più interessanti e produttive sarebbe opportuno considerare l'idea di realizzare qualcosa con le proprie mani. A tal proposito esistono tantissime tecniche che ci possono...
Casa

Come imballare una lavatrice

Quando si è in procinto di traslocare e bisogna imballare la lavatrice per il trasporto, un imballaggio adeguato è la chiave di volta affinché l'elettrodomestico non subisca danni dovuti ad urti durante la fase di trasporto. Una valida soluzione sarebbe...
Bricolage

Come accendere una lampadina con le patate

In questo periodo si parla tanto di ecosistema ed energie alternative. I governi sono impegnati a smistare fondi verso il fotovoltaico, l'eolico e qualsiasi altra forma di energia pura che possa sostituire le classiche fonti energetiche che si stanno...
Giardinaggio

Come innaffiare le piante durante le vacanze: sacchetto di plastica

Quando arriva il periodo estivo giunge anche il momento dei weekend fuori porta e delle vere e proprie vacanze estive, tutti momenti di relax e divertimento ma non esenti da incombenze. Una delle incombenze più comuni che ci si trova a fronteggiare è...
Giardinaggio

Come Piantare L'Hippeastrum In Vaso

Il nome "Hippeastrum" deriva dal greco "hippeus" (cavaliere) e "astron" (stella), anche se non è affatto chiaro a che cosa si riferisce. Difatti, un nome di ambiguo significato si adatta ad un genere, ancora oggi, tutt'altro che definito e continuamente...
Bricolage

Come fare un sub in bottiglia

Quando si parla di sub, di acqua e di fluidi in generale non si può non fare riferimento al famoso principio di Archimede, il quale afferma che qualsiasi corpo immerso totalmente o parzialmente in un fluido, riceve una spinta rivolta dal basso verso...
Casa

Come montare la nuova cinghia della tapparella

In questo articolo vogliamo proporre il metodo corretto e semplice, per imparare come montare la nuova cinghia della tapparella, con le nostre mani e senza chiedere aiuto a degli specialisti. Sarà di certo capitato a tutti di avere a che fare con la...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.