Come Curare La Pianta Calibanus Hookeri

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La pianta Calibanus Hookeri è una bellissima pianta grassa originaria del nord del Messico. La pianta Calibanus Hookeri non si trova facilmente, se non in un vivaio ben fornito e, forse proprio per questo può essere considerata una pianta unica nel suo genere e molto preziosa, sia in Italia che all'estero. La Calibanus Hookeri è un esemplare di pianta grassa che si presta molto bene alla coltivazione in vaso e, si adatta benissimo alle basse temperature invernali. La Calibanus Hookeri come tutte le piante grasse non richiede particolari cure. Tuttavia è una pianta ornamentale da appartamento. Continuando nella lettura di questa esaustiva guida scoprirete come curare la pianta Calibanus Hookeri.

25

Come detto precedentemente, non è semplice trovare la Calibanus Hookeri in commercio, però in alcuni vivai, sopratutto quelli grandi e ben forniti, oppure nei grandi mercatini della Domenica è possibile trovare la pianta già coltivata, pronta per essere portata a casa e da curare con attenzione. Assai più raro è, invece, trovare i semi della Calibanus Hookeri. La pianta sopporta bene la crescita in vaso e, cosa assai gradita, sopporta bene le basse temperature. È sempre consigliabile, in ogni caso, non tenerla in ambienti con una temperatura al di sotto dei 15 gradi, per evitare che le sue foglie possano rovinarsi o seccarsi.

35

Ricordiamo che questa pianta grassa può raggiungere i tre metri di diametro se la crescita anziché avvenire in un appartamento, ed essere coltivata in vaso viene eseguita in un terreno, che può essere: un giardino o un terrazzo grande, ad esempio. In natura esistono piante maschili e femminili di Calibanus Hookeri, entrambi i due esemplari di questa pianta presentano bellissimi fiori di colore rosa che sbocciano tra la tarda primavera e l'inizio dell'estate. La Calibanus Hookeri anche all'aperto avrà bisogno di poche cure e saranno quasi tutte concentrate all'inizio, quando la pianta è ancora piccola.

Continua la lettura
45

Potremo tenere la Calibanus Hookeri nel nostro terrazzo ed all'occorrenza anche in casa, però dovrà stare comunque alla luce diretta del sole. Quando la piantina è agli inizi della crescita avrà bisogno di una quantità moderata di acqua, circa una volta a settimana in inverno e, due volte in estate. Quando invece la pianta avrà raggiunto la giusta crescita le annaffiature si limiteranno e, per evitare i ristagni di acqua che rovinerebbero la pianta, sarà necessario rendere umido il terreno quando sarà asciutto. Poche cure quindi per una pianta davvero interessante che ci darà belle soddisfazioni.

55

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come Coltivare La Pianta Grassa Portulaca

La portulaca è una pianta grassa dalle coloratissime fioriture, che durano fino ad inizio autunno, Questa pianta, può essere tranquillamente coltivata in vasi e vaschette, su terrazze o in balcone. Non teme il caldo, anzi, la luce del sole le fa più...
Giardinaggio

Come coltivare la lavanda a casa

Tra i fiori più profumati che si possono trovare tranquillamente in Italia uno di questi è sicuramente la lavanda, pianta decorativa che viene all'occorrenza utilizzata per alcune ricette di cucine e nell'erboristeria, nonché per profumare gli ambienti...
Giardinaggio

Come Coltivare Una Ficus Lirata

La Ficus Lirata detta anche Ficus Lyrata, è una delle tante specie di ficus che trovano posto in appartamento ed è originaria delle zone tropicali dell'Africa. È un arbusto sempreverde che in natura raggiunge le dimensioni di un albero dalla chioma...
Giardinaggio

Come coltivare il pelargonium odoratissimum

Il pelargonium odoratissimum è una specie coltivata più per il profumo delle sue foglie che per i fiori. Questa specie infatti, presenta una fioritura meno abbondante rispetto alle altre specie di geranio. In compenso ha delle proprietà terapeutiche...
Giardinaggio

Come propagare la pianta del fico d'India

Il fico d'India, il cui nome scientifico è Opuntia ficus indica, è una pianta succulenta che ha origini nel Messico, ma è oramai diffussissima in tutto il bacino mediterraneo, in America, Africa e Asia. La peculiarità è rappresentata dall'aspetto:...
Giardinaggio

5 piante che resistono al caldo

Le temperature estive sono piacevoli da alcuni punti di vista, ma per le piante il discorso è molto diverso. Il caldo infatti può risultare dannoso per alcuni tipi di vegetali, danneggiandoli. In questa guida vi indico quali sono le principali piante...
Giardinaggio

Come coltivare le azalee in terrazzo

Le azalee sono delle piante che presentano un portamento eretto e sono facili da coltivare in terrazzo. Le piante se trattate nella maniera adeguata, offrono una fioritura abbondante e rigogliosa. Ovviamente, questo può dipendere anche dalla varietà...
Giardinaggio

Come coltivare le camelie in terrazzo

Benvenuti in questa breve guida che vi spiegherà nella maniera più semplice possibile come coltivare delle camelie in terrazzo. Le camelie sono davvero dei fiori meravigliosi e non c'è dubbio che tutti noi vorremmo poterli ammirare nel nostro terrazzo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.