Come decorare un tavolino con i fiori secchi

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Primavera è sinonimo di rinnovamento e freschezza. La casa si veste di nuovi colori. Si cambiano i tendaggi, i rivestimenti dei divani, la biancheria delle camere da letto. I complementi d'arredo rimangono gli stessi di sempre, ma è possibile personalizzarli e renderli più originali. Prendiamo in esame un vecchio tavolino, anche di quelli a poco prezzo: carino, funzionale, dal design solido e robusto. Dopo qualche tempo però la superficie ed il colore si usurano. Provate a decorare il vostro tavolino con i fiori secchi. Non è un'operazione difficile. Forse un po' lunga, ma il risultato è decisamente soddisfacente. Ecco come procedere.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • fiori
  • carta assorbente
  • libri o pesi
  • cementite bianca
  • colore acrilico o pittura lavabile
  • vernice trasparente
  • pennelli
  • colla vinilica allungata con un po' di acqua (2 parti acqua e 3 parti colla)
  • carta vetrata
  • tavolino
  • pinzette
37

Per decorare il vostro tavolino, procuratevi innanzitutto dei fiori e delle foglie dalla forme particolari ed originali. Metteteli a seccare tra le pagine di un libro o tra due fogli di carta assorbente liscia. Ponete dei pesi sopra il libro. In questo modo, i fiori si assottiglieranno per bene. Lasciateli in questa posizione per circa un mese. A metà del periodo, sostituite i fogli di carta assorbente.

47

Adesso, preparate la base per la decorazione. Carteggiate leggermente la superficie del tavolino con la carta vetrata a grana medio-fine. Passate una mano uniforme di cementite e lasciate asciugare. Verniciate quindi tutto il tavolino del colore desiderato. Create eventualmente dei decori nuvolati, delle sfumature, oppure un naturale effetto legno.

Continua la lettura
57

Estraete con delicatezza i fiori secchi dal libro o dalla carta assorbente. Fate delle prove disponendoli sul tavolino, in combinazioni differenti. Ottenuta la soluzione più adatta, stendete un velo sottile ed uniforme di colla vinilica sul retro del fiore. Aiutatevi con un pennellino. Posizionatelo sul tavolino. Procedete così con tutti i fiori secchi. Completate la composizione e lasciate asciugare per almeno otto ore.

67

Trascorse le 8 ore, passate uno strato uniforme di vernice protettiva su tutta la superficie del tavolino.
Lasciate asciugare per altre otto ore. Poi carteggiate leggermente con una carta vetrata a grana molto fine. Fate però attenzione a non rovinare la composizione di fiori secchi. Spolverate con un panno morbido ed asciutto. Passate una seconda mano di fissante protettivo. Lasciate asciugare. Ripetete l'operazione di carteggiatura, spolvero e riverniciatura fino a che la superficie non risulta perfettamente liscia e omogenea. L'effetto sarà quello di una "vetrificazione" della decorazione floreale.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se volete un'effetto anticato scegliete una vernice non trasparente, ma leggermente ambrata

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come ottenere l'effetto mosaico su un tavolino

Spesso capita di avere un tavolino già segnato da tempo del quale vorremo soltanto sbarazzarci in quanto ormai antiestetico. Ma perché invece di cestinarlo non ...
Altri Hobby

Come decorare un tavolino di vetro con i fiori secchi

Poter produrre qualcosa con le proprie mani dona un senso di soddisfazione veramente impareggiabile. Ad esempio poter produrre qualcosa relativa all'arredamento della nostra casa ...
Bricolage

Come realizzare l'effetto mosaico su un tavolino

Spesso capita di ritrovarci tra le mani qualche tavolino segnato dal tempo del quale non vediamo l'ora di sbarazzarci in quanto ormai antiestetici. Ma ...
Bricolage

Come costruire il ripiano in parquet di un tavolino

Il tavolo è una parte importantissima d'arredo di una casa. È il luogo che oltre ad addobbare l'ambiente raccoglie tante persone intorno per ...
Casa

Come costruire un tavolino basso

Nel momento in cui si decide di arredare la zona living di un'abitazione è molto importante scegliere con cura i mobili, perché è proprio ...
Bricolage

Come realizzare un tavolino usando una finestra

I punti di appoggio sono sempre troppo pochi in casa o nel giardino, quindi un tavolino può rivelarsi utile. Negli ultimi tempi però c'è ...
Bricolage

Comecreare un tavolino con intarsi

Un intarsio in legno crea contrasto con la superficie liscia di un mobile ed è un elemento di design interessante, per qualsiasi complemento d'arredo ...
Casa

Come decorare un tavolino con la tecnica del decoupage

Il decoupage è un'arte decorativa che trae origine dalla parola francese 'découper', cioè "tagliare", divenuta molto nota tra i mobilieri di Venezia che riproducevano ...
Bricolage

Decorare in tavolino con cordoni di passamaneria colorati

L'arredamento, si sa, impreziosisce le case di tutti e conferisce stile e personalità ad ogni ambiente in particolare se studiato dai "padroni di casa ...
Altri Hobby

Come decorare un tavolino con sassi e conchiglie

Le passeggiate in riva al mare sono un toccasana per corpo e mente. Quanti di voi hanno la passione di raccogliere conchiglie? Quanti sono rimasti ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.