Come decorare un tavolino con il decoupage

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Se in casa avete un tavolino che ormai è vecchio, se è sbiadito, o anche semplicemente non vi piace più il suo colore, potreste provare a rinnovarlo personalizzandolo secondo i vostri gusti. Stiamo parlando del decoupage, una tecnica che con l'utilizzo di vari ritagli di carta riesce a donare una nuova vita agli oggetti trattati. Si tratta di una tecnica di facile applicazione e poco dispendiosa.
Vediamo quindi insieme come decorare un tavolino con il decoupage.

27

Occorrente

  • Colla vinilica
  • Ritagli di giornali e riviste varie
  • Vernice trasparente
  • Pennello
  • Carta vetrata a grana grossa e fine
37

La prima operazione da effettuare per poter decorare un tavolino con il decoupage è procurarsi tutto il materiale e attrezzi necessari. Per la carta potete rivolgervi presso i centri di bricolage o vari cartolerie, o anche meglio se avete in casa delle vecchie riviste e giornali, ritagliare le varie figure e scritte. Cercate di dare uno stile unico al vostro tavolino, ad esempio potreste ritagliare vari titoli dei vecchi giornali per ottenere un effetto antichizzato. Inoltre dovrete procurarvi della colla, anche quella vinilica va bene, e della vernice trasparente, lucida o opaca, che applicherete alla fine di tutto per proteggere la vostra decorazione.

47

Ora dovete rimuovere l'eventuale vernice già presente sul vostro tavolino. Per farlo munitevi della carta vetrata a grana grossa carteggiate il tavolino, quindi prendete quella a grana fine e rifinite il tutto per ottenere una superficie liscia e omogenea. Di seguito con un panno pulito inumidito, ma ben strizzato, ripulitelo dalle polveri creatasi con la carteggiatura.
Ora preparate la colla vinilica: il rapporto della soluzione è di due parti d'acqua e una parte di colla. Mescolate il tutto in una bacinella.

Continua la lettura
57

Successivamente prendete i vostri ritagli di giornale e iniziate a immergerli nella bacinella, teneteli dentro poco tempo, il giusto per fargli assorbire la colla, e quindi tirateli fuori e applicateli sul vostro tavolino. Per stendere i vari ritagli in maniera omogenea usate un pennello. Procedete cosi finché non avrete ricoperto del tutto il vostro tavolino e ottenuto l'effetto desiderato. Ora lasciate asciugare il tutto per qualche ora. Di seguito date un'altra passata di colla per fare in modo che il tutto diventi resistente. In questa fase se volete ottenere un effetto antichizzato nel composto della colla potete versare un poco di caffè non zuccherato. Lasciate asciugare di nuovo il tutto e infine applicate la vernice trasparente. Una volta che anch'essa sarà essiccata il vostro tavolino sarà pronto all'uso.

67

Guarda il video

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come costruire un tavolino con vecchi libri

Siete dei lettori accaniti ed avete una grandissima quantità di libri già letti e riletti? Fate parte di quella categoria di persone che sostiene che i libri non vanno gettati via? Avete problemi di spazio e non sapete più dove sistemarli? Niente paura!...
Bricolage

Come Realizzare Un Tavolino In Legno Color Ruggine

Nel fai da te rientra quello di realizzare anche dei mobili di arredo per la propria abitazione, o anche per gli ambienti di lavoro. L'arte del fai da tè è eccezionale perché consente di realizzare componenti che sono davvero unici. Qualcosa fatto...
Bricolage

Come realizzare un decoupage per un portariviste

Leggere piace a tutti, soprattutto quando si tratta di riviste di moda o di arredo. In particolare in soggiorno sarà normale avere moltissime riviste sul tavolino. >Tuttavia, questi potranno creare confusione, in quanto, leggendole, il più delle volte...
Casa

Come Realizzare Un Tavolino In Ardesia

Il tavolino in ardesia è uno dei componenti d'arredo più comodi. A differenza del tradizionale tavolo, il tavolino ha dimensioni ridotte. Grazie a questa sua caratteristica, per esempio, è possibile accostare un tavolino in ardesia a divani. Un tavolino...
Bricolage

Come realizzare un tavolino da esterno

In questa guida vedremo come realizzare un tavolino da esterno. La procedura non è semplice, quindi segui con attenzione tutti i passi. Il risultato sarà eccezionale. Il tavolino starà benissimo sotto un gazebo oppure all'interno di una veranda. Completa...
Bricolage

Come trasformare una cassa di vino in un tavolino

Avete mai pensato di trasformare una cassa comune, tipo quelle di legno a doghe che si usano per trasportare le bottiglie di vino, in qualcosa di utile e molto interessante per il vostro arredamento? Nel vostro soggiorno sicuramente ci sarà spazio sufficiente...
Bricolage

Come realizzare un tavolino con piano alzabile

La realizzazione di un tavolino con piano alzabile è un progetto di falegnameria abbastanza semplice, più di quanto vi possiate immaginare. Il piano alzabile permette di portare il tavolino ad un'altezza ottimale per facilitare tutta una serie di normali...
Bricolage

Come ricavare un tavolino da una tavola da surf

Le tavole da surf sono nate alle Hawaii col nome di “papa he’e nalu”. Qui venivano originariamente costruite con il legno dell’acacia koa, per questo erano tavole molto robuste e potevano raggiungere una lunghezza intorno ai quattro metri e mezzo....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.