Come Decorare Una Sedia Con Effetto Lapislazzuli

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Il fai da te da vita ad opere, ristrutturazioni, creazioni ed oggetti di ogni genere e tipologia. Attraverso il riciclo e la ristrutturazione di mobili ed complementi d'arredo si riesce a ridare nuova vita a molte cose ormai obsolete o rovinate. Anche una semplice sedia, opportunamente lavorata e decorata, può acquistare nuovo splendore ed arredare egregiamente un angolo della nostra casa. Per decorare e trasformare una sedia usando, ad esempio, la tecnica pittorica che riproduce l'effetto lapislazzuli, si creerà una decorazione molto suggestiva ed elegante. Occorre procurarsi i supporti necessari per tale operazione e, leggere con attenzione, le semplici istruzioni tecniche, descritte nella seguente guida. Vediamo insieme come decorare una sedia con l'effetto lapislazzuli.

26

Occorrente

  • Sedia di legno
  • pennelli
  • colori acrilci
  • olio di lino
  • recipiente
  • pennello a spugna
  • porporina
  • vernice opaca
  • colla riposizionabile
  • primer
  • carta vetrata
  • sverniciatore
36

Per prima cosa si dovrà utilizzare uno sverniciatore ed eliminare eventuali vecchi strati di vernice. Lasciar asciugare bene e carteggiare tutte le superfici della sedia in legno. Spolverare la sedia e, successivamente stendete una mano di primer su tutta la superficie della vostra sedia. Fate asciugare bene per alcune ore od una notte intera (dipende dalla temperatura esterna). Dopodiché, mescolate il colore blu acrilico con del nero acrilico e colorate la vostra sedia. Le parti che avete scelto di decorare con effetto lapislazzuli vanno lasciate bianche. Per creare l'effetto dovrete tamponare le parti lasciate bianche, con del colore acrilico blu e nero, insieme a terra il tutto miscelato con dell'olio di lino.

46

Dopo aver tamponato con delicatezza e cura, tutte le parti della sedia da decorare con tale effetto prezioso, utilizzando il colore ottenuto da tale miscela, create piccole macchie sfumate. Terminato tale decoro, spruzzate piccole macchioline bianche, usando un pennellino fine tondo e il colore acrilico bianco.

Continua la lettura
56

Ora dato che il lapislazzuli è una pietra che possiede delle venature dorate, dovrete riprodurle sulla sedia. Per far ciò fissate della porporina col pennello stencil e la colla riposizionabile. Per terminare il lavoro, rifinite i bordi dello schienale, con piccole quantità di colore oro, ma per far ciò dovrete utilizzare un pennellino fine. Infine, rifinite il vostro decoro con effetto lapislazzuli, stendendo diverse mani di vernice finale opaca su tutta la superficie del mobile o, in questo caso, della sedia. Lasciate asciugare per un giorno intero prima di utilizzare la sedia. Buon lavoro!

66

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come decorare una sedia di plastica con ritagli di giornale

Le sedie sono un complemento molto importante per ogni arredo. Tuttavia in casa sono sempre presenti e alcune vengono anche messe da parte. Queste si possono trovare di vari materiali, tra le tante quelle di plastica. Queste generalmente presentano un...
Casa

Come imbottire e foderare una sedia

Se possedete una certa dimestichezza manuale e siete amanti del fai da te, questa guida fa al caso vostro, perché vi fornirò una serie di suggerimenti utili su come imbottire e foderare una sedia senza investire cifre economiche esagerate (è sufficiente...
Bricolage

Come Restaurare Una Sedia In Stile Luigi Filippo

In ogni casa, soprattutto di quelle più vecchie o che appartenevano ai nostri nonni, sono presenti mobili antichi, sedie e quant'altro facente parte dell'antiquariato di famigli. Per non dover buttare un oggetto che potrebbe valere moltissimo, il più...
Bricolage

Come decorare una vecchia sedia

Il recupero creativo permette di dare nuova vita ai mobili obsoleti. Con tecniche diverse, come la pittura o il decoupage, una vecchia sedia torna come appena uscita dal mobilificio. Il risparmio economico è considerevole, così come il rispetto dell'ambiente....
Bricolage

Come riparare l'impagliatura di una sedia

Tutte le sedie sono delicate e quando sono rotte, vengono buttate nella spazzatura comune e ne vengono acquistate delle nuove invece di riparate. Ormai di sedie antiche non esistono più, se non nei musei etnologici, oppure nei soggiorni impolverati dei...
Altri Hobby

Come realizzare una sedia da doccia in plexiglas

Se le persone vogliono avere una seduta all'interno del box doccia e non trovano nulla di adatto una soluzione può essere quella di posizionarne una in plexiglas. Quest'ultimo è noto anche come vetro acrilico; è un ottimo materiale per creare una sedia...
Altri Hobby

Come riutilizzare una vecchia sedia

Se in casa abbiamo una vecchia sedia a cui siamo particolarmente affezionati, possiamo riciclarla ed utilizzarla per altri usi. Nello specifico si tratta di abbellirla o addirittura di trasformarla in un altro funzionale oggetto di decoro. In riferimento...
Bricolage

Come Realizzare Una Sedia Shabby Con Le Decorazioni Di Rose

Lo shabby è l'ultima tendenza in fatto di arredamento. È molto apprezzato da tanti, sopratutto dagli amanti del vintage. Infatti i mobili e i complementi d'arredo che lo compongono, sono tutti all'apparenza antichi e trasandati. In realtà una casa...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.