Come Difendere Le Giovani Piante Dagli Animali Selvatici

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Le piante giovani e molto piccole sono facilmente esposte ad l'attacchi di piccoli animali erbivori selvatici o da allevamento, provocando in taluni casi dei danni non indifferenti. Gli animali selvatici possono compromettere la vitalità delle giovani piante, specie se questi animali passeggiano indisturbati nel tuo giardino calpestando le coltivazioni delle giovani piante. La guida che segue vi fornirà degli utili suggerimenti su come difendere le giovani piante dagli animali selvatici. Questa guida ti fornirà dei suggerimenti validi per proteggere e difendere le tue giovani piante, così le tue coltivazioni saranno finalmente al sicuro.

25

Per difendere le tue piante più giovani innanzitutto dovrai valutare il tipo di protezione da applicare per salvaguardarle dal predatore. Dopo dovrai appurare quale tipologia di animali selvatici transitano sul tuo terreno. Dovrai dunque operare una distinzione tra piccoli e grandi animali selvatici. Ad esempio potresti dover difendere le tue piante giovani dal coniglio selvatico. I conigli selvatici sono animali molto comuni nelle zone di campagna. In questo caso avrai bisogno di una rete alta circa 60 cm per recintare le giovani piante. Se abbiamo a che fare con animali selvatici di grossa taglia la situazione cambia. Ad esempio potrai ritrovarti a dover difendere le piante da un cervo. In questo caso la rete di protezione dovrà raggiungere i 180 centimetri. Fai molta attenzione in inverno, quando il terreno si ricopre di neve, devi calcolare anche l'altezza del manto nevoso.

35

Il sistema che ti consiglio è quello con rete a maglia fitta. Disponi la rete per difendere le piante in modo circolare, formando un recinto rotondo. Sostieni la rete per difendere le piante con adeguati tutori in numero non inferiore a tre. L'altezza dovrà tenere conto della porzione infissa nel terreno, di solito 60 cm oltre l'altezza della rete. Disponi il tutore ad una distanza di 20 cm dalle giovani piante. Fissa la rete al tutore con un sistema che la renda stabile sia all'azione degli animali selvatici che dal vento.

Continua la lettura
45

In commercio esistono anche dei tutori specifici detti "shelter". Generalmente trattasi di manicotti tubolari di forma quadrata o circolare. Dovrai infilarli nella giovani piante e dopo, fissarli al terreno con un tutore. Sono in materiale plastico con un diametro di 8-10 cm. Vanno bene per piccole piante e, nelle fasi iniziali dello sviluppo quando il tronco è di 1 cm di spessore. Puoi utilizzare questo sistema di protezione individuale insieme ad una recinzione complessiva della proprietà.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

10 piante da giardino per attirare gli uccelli selvatici

Le piante da bacca sono una fonte di sostentamento per gli uccelli selvatici del nostro territorio, specie in inverno quando procacciarsi il cibo risulta più difficile. Se abbiamo un giardino o un terrazzo, perché non piantare qualche arbusto per attirare...
Giardinaggio

Come difendere l'orto delle lumache

Attraverso il seguente tutorial vi illustreremo come difendere il vostro orto dalle lumache. Cominciamo subito col dire che è necessario compiere questa azione quando osservate le foglie delle vostre insalate e notate che esse sono piene di piccoli e...
Giardinaggio

5 dritte per difendere il giardino dal gelo

Con l'arrivo del periodo invernale fanno capolino le basse temperature ed anche il gelo che cala soprattutto nella notte e nelle prime ore del mattino. Se siete appassionati di giardinaggio e avete un giardino in casa vostra, non potete fare a meno di...
Giardinaggio

Come difendere gli orti dalle limacce

Quando si decide di allestire un orto, non è sufficiente arare il terreno, trattarlo per rimuovere le erbe infestanti e concimarlo con il compost. Bisogna saper scegliere le semenze, piantare ed annaffiare, ma si dovrà mettere a punto anche le tecniche...
Giardinaggio

Come difendere gli agrumi dalla carenza di potassio in modo naturale

Gli agrumi non sono mai semplici da coltivare, è necessaria molta attenzione e pazienza per poterli far crescere al meglio e senza troppi problemi. A volte inoltre è necessario effettuare delle operazioni per poterle rinvigorire e curarle da possibili...
Giardinaggio

Come difendere la vite dalla peronospora

Senza dubbio, la peronospora è una delle minacce più temute dalla vite, in quanto questo fungo attacca pesantemente la pianta creando gravi danni. I primi sintomi si manifestano sulle foglie, con la presenza di piccole macchie d'olio sulla parte superiore...
Giardinaggio

Come difendere le piante dal gelo

Normalmente si tende a curare le piante nei periodi di ripresa vegetativa e di clima mite, tendendo a trascurarle nella stagione fredda. Questa scelta ci obbliga poi a riscoprirle per evitare che si possano rovinate od addirittura morire. Proteggerle...
Giardinaggio

Come preparare un infuso per difendere le piante

Curare le piante, sopratutto se non siamo degli esperti in questo settore, non è mai una impresa molto semplice, proprio perché ciascuna pianta ha bisogno di cure particolari e diverse dalle altre. Affinché le nostre piante possano crescere sempre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.