Come effettuare l'innesto sul ciliegio

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Il ciliegio un meraviglioso frutto rosso amaranto, succoso e dolce possiede proprietà organolettiche, ottenute grazie ai metodi di coltivazione a cui viene sottoposto. Infatti, per ottenere questi stupendi frutti che tutti conosciamo e abbiamo gustato, i contadini devono effettuare l'innesto cioè un metodo di moltiplicazione che consiste nell'unire porzioni di piante diverse in modo da formarne una sola. In un arbusto innestato si distingue una parte sottostante che si chiama soggetto o porta innesto, provvista di apparato radicale e una sovrastante che si chiama oggetto o Marza. Ecco come fare.

24

L'innesto ha due obiettivi

Il ciliegio è un albero che ci regala, ogni anno nel periodo estivo, gustosissimi prodotti tra i più apprezzati in agricoltura e da coloro che amano il cibo buono a tavola. L'innesto ha due obiettivi: migliorare la qualità dei frutti e mantenere la pianta sana e vigorosa per tutto il resto della sua vita. Senza questa operazione, non sarebbe in grado di produrne con caratteristiche così elevate a causa della sua impossibilità di propagarsi con un ritmo vegetativo equilibrato. I trapianti praticati su di essa, possono essere a spacco, a gemma o a corona. A spacco: prima di procedere con questo tipo di innesto sul ciliegio è bene potare la pianta livellando i tagli dei rami in modo parallelo al terreno. Dopo questa operazione, iniziate praticando un taglio orizzontale sul ramo (portainnesto) che dovrà ospitare poi i rametti nuovi (marze) da trapiantare; l'incisione dovrà essere profonda 2 o 3 centimetri:.

34

Ci sono due tipologie a gemma e a corona

A gemma: Nel periodo precedente la primavera, prima che avvenga la fioritura, prelevate alcune gemme dal ramo di un altro albero e mettetele a riposare in un luogo fresco e asciutto per non farle seccare. Nel periodo compreso tra luglio e agosto, eseguite sulla corteccia una fenditura a T e posizionate lì, il bocciolo precedentemente preparato. Terminate legando la parte innestata con appositi lacci, ma prima assicuratevi che il virgulto aderisca perfettamente alla nuova sede. Poi ricoprite la fenditura con del mastice per evitare che possano infiltrarsi agenti infestanti e compromettere il risultato. A corona: Inserite le marze (circa 2 o 3) precedentemente tagliate ad una estremità, tra la corteccia e il tronco del ciliegio in una parte che avrete preparato prima. Fatele combaciare bene; fissatele e isolatele con l'apposito mastice ed infine legatele saldamente al tronco.

Continua la lettura
44

Prelevare le marze che hanno dei germogli

Prelevate le marze che hanno dei germogli, da un esemplare sano e giovane, lunghi almeno 10 centimetri circa. Il loro margine va tagliato a zeppa con un coltello pulito e molto affilato in modo che, una volta inseriti nel portainnesto, possano aderire perfettamente alle pareti della fessura. Le marze vanno inserite in modo delicato alle estremità del portainnesto, avvalendosi anche di piccoli colpetti dati col martello; una volta sistemate, fissatele con appositi legacci stretti e chiudete la fessura con il mastice da innesto. I nuovi rametti, se tutto è andato per il verso giusto, dovrebbero germogliare entro un mese.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Consigli per l'innesto a corona

Per tutti gli amanti dell'agricoltura e del giardinaggio, questa guida fa al caso vostro.Infatti questa guida si occupa di descrivere e di darvi dei preziosi consigli per l'innesto a corona per le vostre amate piante.  Innanzitutto bisogna saper che...
Giardinaggio

Come fare l'innesto a triangolo

Nel campo del giardinaggio esistono diverse pratiche da sfruttare per le nostre piante. Oltre alle comuni cure per il loro mantenimento possiamo praticare delle modifiche. Un albero da frutto, da fiore e piante di vario tipo possono subire un innesto....
Giardinaggio

Come innestare l'ulivo

Per quanto riguarda la pianta dell'ulivo, l’innesto permette delle ottime possibilità di radicamento e una buona qualità di produzione. Difatti, l'ulivo fa fatica a riprodurre bene per seme, altrimenti darebbe vita in prevalenza a varietà selvatiche...
Giardinaggio

Come effettuare l'innesto sul fico

Se avete un albero di fico selvatico e volete che invece vi dia dei buoni frutti, dovrete provvedere ad effettuare un innesto. Esistono vari tipi di innesto, ma quello che vi propongo all'interno di questa guida è quello a corona e quello a spacco. Vediamo...
Giardinaggio

Consigli per l'innesto a triangolo

L'innesto a triangolo è un procedimento che si effettua soprattutto su alberi da frutto; viene così chiamato per la forma del taglio che si pratica sul portainnesto, cioè triangolare. In esso verrà inserita la cosiddetta marza, o nesto. Le probabilità...
Giardinaggio

Giardinaggio: i vari tipi di innesto

Se siete patiti di giardinaggio e volete cimentarvi nell'innesto delle piante, sappiate che ne esistono di vari tipi e che seguendo questa semplice guida sarete in grado di apprendere le tecniche più idonee per realizzarli. Scopo dell'innesto è quello...
Giardinaggio

Come realizzare un innesto su pianta da frutto

L'innesto è una tecnica molto utilizzata dagli agricoltori e dai giardinieri, in quanto grazie ad essa è possibile scegliere diverse combinazioni o replicare numerose volte lo stesso frutto mantenendo inalterata comunque la caratteristica della pianta...
Giardinaggio

Errori da evitare nell'innesto a corona

Per le piante da frutto in base alle varie specie, ci sono diversi tipi di innesti da utilizzare, per renderle più prolifiche. Tra i tanti, in questa lista parliamo di quello a corona; infatti, si tratta di utilizzare le cosiddette "marze" che consentono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.