Come eliminare le bolle nelle superfici in legno

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La mobilia delle nostre case può essere di vario tipo. I legni che si impiegano per realizzare una cassettiera, un armadio, un tavolo o una credenza possono provenire da piante differenti. Quando abbiamo a che fare con le superfici in legno, uno dei danni più comuni che un mobile può subire è uno scollamento. Quest'ultimo deriva da un'eccessiva umidità e potrebbe generare una serie di bolle superficiali. Talvolta un'azione di restauro riesce solo ad aggravare la situazione, quindi sarebbe meglio risolvere il problema in altro modo.
Le bolle si formano quando il mobile è impiallacciato, cioè la sua superficie si compone di un foglio di legno nobile applicato su del legno di minor valore. In questa semplice e veloce guida vedremo come eliminare le bolle nelle superfici in legno.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Colla Vinilica per legno
  • Spugnetta
  • Blocchetto di legno
  • Morsetto
36

Per eliminare le bolle dai nostri mobili, dovremo agire con molta attenzione. Incidiamo la bolla con l'ausilio di uno spillo e adoperiamo una piccola spatola oppure un taglierino. Dopo aver eliminato l'aria all'interno del rigonfiamento, dovremo riposizionare i due lembi per ottenere una superficie liscia e priva di imperfezioni.
Procuriamoci della "colla aceto-vinilica ultra rapida" trasparente e iniettiamola direttamente all'interno della cavità. Ora immergiamo una spugnetta in acqua e passiamola sulla superficie del mobile. Così facendo, elimineremo la colla in eccesso.

46

Proseguiamo con la nostra riparazione disponendo uno strato di carta sulla superficie che abbiamo liberato dalle bolle. Esercitiamo una leggera compressione disponendo un blocchetto sul foglio di carta e pressandolo con un morsetto o del nastro adesivo. Generalmente il tipo di colla che andremo ad utilizzare ha bisogno di circa 3-5 minuti per agire efficacemente. Dopo aver atteso questo piccolo intervallo di tempo, cerchiamo di rimuovere con estrema delicatezza prima il morsetto e infine il blocchetto.

Continua la lettura
56

A questo punto, la superficie di legno del nostro mobile dovrebbe apparire liscia e priva di qualunque segno di incisione. Se il risultato che abbiamo ottenuto non ci soddisfa a sufficienza, allora proviamo ad iniettare altra colla all'interno della cavità. Scegliamo un altro punto in cui inserire il collante, magari aiutandoci con una siringa. In tal caso, dovremo ripetere la procedura che abbiamo seguito poc'anzi.
Se nel momento in cui ci apprestiamo a rimuovere il blocchetto dovessero restare dei residui di carta sulla superficie, niente paura. Ci basterà utilizzare una lama sottile, come ad esempio quella di un taglierino, e grattare via i frammenti di carta.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lasciamo il morsetto non troppo stretto sulla superficie del mobile.
  • Cerchiamo di non eccedere con la colla per riparare le superfici in legno colpite dalle bolle.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come Foderare I Cassetti: Materiali da utilizzare

Foderare l’interno di un mobile può rivelarsi necessario nel caso in cui questo risulti molto vecchio o usurato, o nel caso in cui il ...
Bricolage

Come utilizzare la tecnica dell'impiallacciatura

Avete un vecchio mobile in legno rovinato che volete ancora utilizzare? O avete comprato, o costruito, uno scaffale in legno grezzo, perché più economico? E ...
Materiali e Attrezzi

Come spruzzare il poliuretano sul legno

Quando parliamo di poliuretano, facciamo riferimento ad un materiale plastico che funge da isolante elettrico. Si tratta di una sostanza che si adatta egregiamente anche ...
Bricolage

Come modificare un mobile credenza per la cucina

La credenza è da sempre un elemento d'arredo non solo pratico e funzionale ma anche elegante, che dona quel tocco nostalgico e romantico che ...
Casa

Come eliminare le bolle che si formano nella carta da parati

Decorare pareti per renderle più belle ed accattivanti è un po' il cruccio di moltissime persone quando si tratta di restaurare e rendere più belle ...
Casa

Come Riparare I Bordi Di Legno Dei Mobili

Qualsiasi mobile, con il passare degli anni, subisce graffi, rigonfiamenti, screpolature: i danni più frequenti sono le scheggiature dovute a piccoli urti e il formarsi ...
Bricolage

Come fare tappi per i buchi

Quando abbiamo la necessità di fare delle riparazioni e nello specifico di tappare dei buchi, situati in qualsiasi posto, come ad esempio una parete o ...
Bricolage

Come verniciare l'impiallacciatura

Se volete rinnovare un mobile, ma vi siete accorti che si tratta di legno impiallacciato, non vi preoccupate! Non avete bisogno di comprarne uno nuovo ...
Bricolage

Come incollare una bolla e riparare un'ammaccatura al supporto di un mobile impiallacciato

Ormai sono di moda da diversi anni i mobili impiallacciati, cioè quei mobili realizzati con legno compensato e rivestiti di una pellicola molto spessa che ...
Casa

Come rimediare alle scheggiature dei mobili

È molto facile che nella nostra casa l'angolo di un tavolo in legno, oppure di un armadio possa subire dei colpi durante le quotidiane ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.