Come eliminare umidità e muffa dai muri

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Com'è noto, l'umidità è un problema che solitamente si presenta sui muri di vecchia costruzione, ma può capitare anche in quelli di costruzione più recente. La muffa è composta da batteri molto resistenti che, oltre a rovinare i muri della casa, sono anche dannose per l'apparato respiratorio poiché vengono assorbite dai polmoni. Cattive abitudini come scarso ricambio d'aria, biancheria messa ad asciugare in casa e, acqua eccessiva nelle piante, possono favorire lo sviluppo di muffa. Ci sono parecchi sistemi per poterla combattere: l'importante è agire in tempo per rendere la casa più bella ma soprattutto più salubre. In questa pratica guida, vedremo come eliminare definitivamente l'umidità e la muffa dai muri.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • liquido antimuffa
  • spugna
  • spazzola
  • sifoni anti umidità
37

Tuttavia, se si tratta di poche macchie, basterà utilizzare un liquido antimuffa, facilmente reperibile in commercio nei negozi specializzati. Inoltre, è importante favorire una buona areazione della stanza ed utilizzare un buon deumidificatore. Se invece il problema riguarda superfici più grandi, conviene agire in modo profondo. È necessario rimuovere la muffa sempre con il liquido antimuffa e di seguito applicare un prodotto specifico alla parete, prima o durante la verniciatura, che abbia una funzione antivegetativa. Inoltre, è necessario eliminare la causa del problema; dunque sarebbe utile installare un aspiratore collegato con l'esterno.

47

Nel caso in cui l'umidità e la muffa siano penetrate in profondità, conviene agire invece con l'ausilio di martello e scalpello. Con lo scalpello dovrete rimuovere il vecchio intonaco per circa un centimetro, fino a mettere a nudo la parete sottostante (che sia di mattoni, sasso o cemento). Con l'ausilio di una spugna inumidita (va bene anche un pennello pulito o una spazzola lavate per bene il muro eliminando minuziosamente le parti che sfarinano e poi lasciatelo asciugare completamente. Infine, potete applicare l'intonaco d'aerazione. Lisciatelo con il frattazzo avendo cura di livellarlo con l'intonaco vecchio.

57

Guarda il video

67

Un'ultima possibilità per prevenire la formazione di umidità e quindi delle muffe sui muri consiste nell'inserire dei sifoni nel muro. I sifoni si presentano come dei tasselli da muro, sono forati e permettono una trasmissione di calore tra la temperatura del muro e quella dell'ambiente circostante: ciò favorisce l'asciugatura della parete. Per poterli installare, dovrete eseguire una serie di fori del diametro di circa 16 mm e, lunghi 2/3 dello spessore del muro. La distanza tra i fori deve essere tra i 15 e i 20 centimetri. In pochi giorni i sifoni attiveranno la circolazione dell'aria. In seguito, potete rifinire la parete con l'intonaco, facendo attenzione a non otturare i fori.

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti