Come eseguire ai ferri il punto alveolo

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Lavorare la lana ai ferri è senza dubbio una delle attività più piacevoli da svolgere durante le stagioni più fresche, perché coniuga la possibilità di allenare la propria creatività e di realizzare capi di abbigliamento e oggetti di arredo con le nostre mani. I filati in lana ben ritorti, grazie alla loro naturale elasticità, si prestano bene a essere lavorati con punti operati che ne risaltano volume e lucentezza. Il punto alveolo, conosciuto anche come “nido d’ape”, è tra le lavorazioni più belle e d’impatto, con il suo effetto 3D, fatto di pieni e vuoti. In questa guida vedremo insieme come eseguire questo punto, passo per passo.

26

Occorrente

  • ferri da maglia di varie misure, filati di lana ben ritorti.
36

Nell’aspetto ricorda un alveare e trasmette una sensazione soffice e familiare. Nella tecnica possiamo considerarlo come una variazione della mezza costa inglese, per cui chi di voi sa già lavorare questo punto, si troverà certamente avvantaggiato. Il consiglio è di provare sempre la giusta tensione per questo tipo di punto, che solitamente tende a cedere, con ferri di misure inferiori rispetto a quelli che utilizzereste per lavorare lo stesso filato a maglia rasata.
Come regola generale utilizzeremo esclusivamente la maglia dritta, semplice e doppia.

46

Per prima cosa, avviate un numero di maglie dispari e lavorate al dritto il primo e il secondo ferro. A partire dal terzo ferro, cominceremo a lavorare il vero e proprio punto alveolo: iniziamo con una maglia dritta e alterniamola ad una doppia, ovvero lavorata al dritto nella maglia sottostante, per tutta la lunghezza del ferro secondo uno schema 1/1. Il quarto ferro, come tutti i ferri pari, deve essere lavorato interamente al dritto. Il quinto ferro si lavora iniziando con una maglia doppia e alternandola con una maglia dritta, ripetendo questo schema 1/1 su tutta la lunghezza del ferro. Il sesto ferro, come abbiamo già visto, si lavora tutto al dritto. Dal settimo ferro, fino alla fine del lavoro, non faremo altro che ripetere lo schema di lavorazione che va dal terzo al sesto ferro compresi.

Continua la lettura
56

Come la mezza costa inglese, il punto alveolo è estremamente difficile da correggere nel caso vi cada qualche maglia o facciate un errore nell’alternare le maglie dritte a quelle doppie. Nella maggior parte dei casi sarete infatti costretti a disfare completamente il lavoro e ricominciare da capo. Allo stesso tempo, però, questo punto offre innumerevoli possibilità di personalizzazione specialmente con il colore. Potete provare, ad esempio, a lavorare due ferri con un colore e due con un altro a contrasto e, ripetendo questa alternanza, ottenere un meraviglioso effetto tweed.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fare sempre un campione, provando ferri di diverse misure.
  • Bagnare il campione e asciugarlo all'aria per valutare se si ritira.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come Realizzare Una Coperta Ai Ferri

L'arte del lavoro a maglia, inteso come passatempo per amabili vecchine, è da considerarsi ormai decisamente superato. La rivisitazione di questo luogo comune ha comportato il rovesciamento dei canoni tradizionali: il lavoro a maglia può considerarsi...
Bricolage

Come creare dei porta uovo

In casa abbiamo moltissimi oggetti che possono essere riciclati con facilità, donando agli stessi una seconda vita. In tal modo risparmieremo su due cose: la spazzatura e la spesa. In effetti, anche se non è consuetudine utilizzarli, dei porta uovo...
Cucito

Come realizzare delle pantofole in lana

Stare comodi, soprattutto quando siamo in casa è una cosa che vorremmo tutti. Indossare abiti comodi ed avere la possibilita' di toglierci le scarpe che portiamo abitualmente. Soprattutto indossare scarpe comode che possano farci rilassare i piedi, come...
Cucito

Come fare dei guanti di lana ai ferri

I Guanti di lana rappresentano sono un'ottima soluzione contro il freddo invernale, mantenendo le dita calde mentre si spala la neve, durante il pattinaggio su ghiaccio o per la costruzione di un pupazzo di neve. La lana possiede la proprietà di rimanere...
Cucito

Come creare un cappotto a maglia

Realizzare capi di abbigliamento con le proprie mani è sempre una soddisfazione. Inizialmente potrebbe sembrare un'impresa davvero ardua, ma se avete un po' di dimestichezza con i ferri, tanta pazienza e volontà, potrete riuscire a portare a termine...
Cucito

Come Fare Un Golfino Al Bimbo

Se vi piace lavorare a maglia e quindi sapete usare i ferri con la lana, potete cimentarvi con successo nella realizzazione di tanti capi di abbigliamento specie per bambini. In riferimento a ciò, nei passi successivi di questa guida ci sono alcuni...
Cucito

Come realizzare una coperta double face

Preparare delle piccole creazioni direttamente in casa, nella maniera del "fai da te", rappresenta veramente una grande soddisfazione personale: si tratta di mettersi in gioco con le proprie capacità e la propria creatività. Se avete una passione e...
Cucito

Come Realizzare Un Maglione Da Uomo A Punto Cacciatore

Il maglione a punto cacciatore era molto diffuso negli anni '60 ed ha visto un suo ritorno negli '80. In questo ultimo periodo è tornato ad essere un vestito stile vintage, ed in seguito è stato rinnovato. Non a caso, possiamo affermare che al giorno...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.