Come eseguire il collegamento idraulico di un addolcitore

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

La durezza dell'acqua potabile è dovuta essenzialmente alla presenza di sali che vengono considerati solubili, ma una volta sottoposti a riscaldamento o a evaporazione, essi provocano la formazione di depositi calcarei in lavatrici e boiler, diminuendone così il rendimento generale. In questo modo, le prime laveranno peggio e in entrambi i casi, col tempo, alcune loro parti vitali saranno da sostituire. Per ovviare a questo problema, vi consiglio di installare un addolcitore d'acqua per eliminare la maggior parte di questi danni. Seguendo questa guida, capirete come eseguire il collegamento idraulico. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • un addolcitore completo di tubi, dadi e collarini e raccordi
  • metro
  • fascette
  • nastro di teflon
  • detersivo liquido
  • chiave regolabile
  • fermagli per tubi
  • sale
36

Anzitutto, in qualsiasi negozio di elettrodomestici, troverete senza dubbio i pezzi che vi servono, se vi manca qualcosa, potete recarvi anche in un negozio di ferramenta. Insieme all'oggetto per rendere meno "dura" la vostra acqua, vi verranno dati i rispettivi tubi di collegamento. Misurate la lunghezza di quello di scarico dell'addolcitore fino appunto allo scarico, quindi inseritelo nel raccordo dell'elettrodomestico e fissatelo con delle fascette. Fatto ciò, attaccate un tratto di tubo al raccordo del troppopieno che si trova al centro dell'addolcitore, dopodiché fatelo arrivare fino a una parete esterna, in modo da poter osservare facilmente se scarica dell'acqua correttamente.

46

Successivamente, collegate i raccordi di plastica prima all'uscita del pezzo e poi all'entrata, mettendo del nastro di teflon sui filetti. A questo punto, tagliate i tubi di alimentazione e di scarico alla lunghezza giusta, quindi lubrificatene le estremità con detersivo liquido. In seguito, infilate un dado ed un collarino sull'estremità del tubo e spingetelo sul raccordo fino a portarlo contro lo spallamento. Una volta fatto, inserite una guarnizione di gomma sull'estremità del raccordo filettato. Avvitate il tubo di uscita al suo posto e collegate quello di alimentazione.

Continua la lettura
56

Ripetete l'operazione per unire i condotti ai rubinetti di entrata e di uscita su quello montante, quindi utilizzate una chiave regolabile per serrare i raccordi, senza esagerare. Una volta effettuati tutti i collegamenti, sistemate l'addolcitore nella posizione prevista e fissate accuratamente i tubi alla parete e lungo lo zoccolo con gli appositi fermagli. Infine, riempite il serbatoio di sale e regolate il temporizzatore, quindi aprite i rubinetti. Col tempo, vi accorgerete dei vantaggi che questo cambiamento porterà alla vostra vita. I lavaggi saranno più delicati sui colori dei vostri capi e sui tessuti. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fissate bene i tubi alle pareti.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Casa

Come sostituire la cartuccia filtro acqua dell'addolcitore a resine

Quest'oggi vi illustrerò come sostituire la cartuccia filtro acqua dell'addolcitore. È un'operazione fondamentale per ottenere un'acqua priva d'impurità. Questo sistema, inoltre è alla portata di tutti per la sua semplicità. Non resta che continuare...
Casa

Come disincrostare la lavastoviglie

In questa guida verrà indicato un metodo semplice che vi permetterà di disincrostare la vostra lavastoviglie. Come ben saprete, tale apparecchio è un utilissimo elettrodomestico che è comunemente presente nella maggior parte delle cucine. Grazie a...
Casa

Come applicare Il Teflon Sui Raccordi

Teflon è il nome commerciale del politetrafluoroetilene, ovvero un materiale plastico molto utile, creato da una reazione chimica che unisce le particelle in gruppi di grandi molecole. Il teflon è la forma polimerizzata del tetrafluoroetilene, ha molte...
Giardinaggio

Come e quando irrigare un uliveto

L'ulivo è una pianta che predilige degli ambienti aridi, e quindi teme l'umidità eccessiva tranne che in primavera quando è in piena attività vegetativa. Inoltre per crescere ha bisogno di un terreno calcareo e asciutto, anche se si possono ottenere...
Casa

Come sostituire il vecchio wc

Cambiare un vecchio wc è un'operazione piuttosto complessa: se non siete pratici del fai da te è consigliabile chiamare un idraulico, altrimenti con molta attenzione potrete farlo da soli. Con questa guida vi spiegheremo come sostituire correttamente...
Casa

Come pulire l'interno di uno scaldabagno elettrico

Nel corso degli anni e soprattutto nelle zone in cui è in uso dell'acqua molto ricca di calcio, il calcare tende ad accumularsi all'interno dello scaldabagno dando vita a delle incrostazioni anche di rilievo. Per rendere lo scaldabagno efficiente, ed...
Casa

Come cambiare un lavandino

Se il vostro lavandino si sfortunatamente rotto, potete cambiarlo con le vostre mani, magari con uno a due vasche. È più facile di quanto pensiate e non è affatto necessario chiamare alcun artigiano. Per la messa in opera non ci vogliono specifici...
Bricolage

Come sostituire il contatore dell'acqua

Nella vita domestica, ogni tanto capita di inciampare in qualche lavoro di manutenzione o in un guasto apparentemente riparabile solo da un tecnico o da personale competente. Questo è il caso del contatore dell'acqua. Come sappiamo esso non è altro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.