Come eseguire l'impalmatura Sailmaker

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Per quanto venga eseguita bene, dopo un lungo uso e a seguito delle continue lacerazioni, anche la migliore impalmatura finisce per logorarsi e sciogliersi. Ora, per le corde soggette all'azione del vento (come, ad esempio, le drizze di bandiera), si deve necessariamente ricorrere all'impalmatura sailmaker (detta anche "da velaio") che si rivela molto più sicura e resistente di quelle eseguite con la tecnica a intreccio, in quanto viene realizzata direttamente nella trama della cima. Questo tipo di rifinitura delle funi ha l'ulteriore vantaggio di non necessitare di materiali costosi e difficilmente reperibili, nonché di avere una modalità d'esecuzione semplice e veloce. Di seguito, vi illustreremo i diversi passaggi per realizzare questo tipo di fissaggio dei legnoli di una fune, ovvero come Eseguire L'impalmatura Sailmaker attraverso questi semplici passi r mediante qualche informazione ricavata da siti esterni.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Una cima
  • Del filo in poliestere da impalmatura
  • Forbici
37

La prima fase del lavoro, che è fondamentale per la buona riuscita dell'impalmatura, consiste nell'allentare la cima della corda, a circa cinque centimetri dalla sua estremità. In tal modo andrete a scoprire le nervature della fune, ovvero i c. D. "legnoli" tra i quali opererete per realizzare il fissaggio della fune. Dopo aver fatto questo, create un occhiello con il filo in poliestere e fate passare all'interno dello stesso uno dei legnoli della fune, in modo che le due cime del filo emergano da due diversi legnoli (come mostrato nella foto che vedete qui a fianco). In questo sito sono presenti ulteriori informazioni. http://www.armare.it/it/dettaglio-prodotto?identificatore=43.

47

A questo punto, dovrete risistemare i legnoli, scegliere la cima del filo con cui iniziare l'impalmatura e, quindi, avvolgere la stessa attorno alla fune. Questa fase del lavoro si effettua partendo dall'inizio del cappio e fino al termine dell'estremità del filo da impalmatura, dopo aver posizionato la cima c. D. "dormiente" dello stesso lungo la fune. Nell'effettuare i giri di fissaggio, accertatevi che questi siano ben stretti e ordinati, così come mostrato nella foto allegata. Continuate il lavoro per tutta la lunghezza del filo da impalmatura, quindi posate l'occhiello lungo la fune e avvolgetelo a spirale, seguendo la scanalatura della fune stessa.
Ecco qualche altra informazione che può tornare utile. https://writetomagia.wordpress.com/tag/sailmaker/.

57

Guarda il video

Continua la lettura
67

Ora, posate la parte corrente del filo e annodate l'occhiello, tirando l'estremità c. D. "dormiente" del filo stesso (ovvero, quella posizionata all'interno dei giri di impalmatura).
L'ultimo passaggio del lavoro consiste nel posizionare la cima "dormiente" del filo da impalmatura lungo la terza scanalatura della fune e, quindi, nell'effettuare un nodo semplice, tra i legnoli, ripetuto tre volte e ben stretto. Un sito che fa a caso nostro. https://it.scoutwiki.org/Impalmatura_del_velaio.
Sicuramente non sarà immediato come procedimento ma col tempo e l'esperienza si acquisira la giusta manualità e sarà quindi un gioco da ragazzi.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Stringete bene la serie di nodi semplici che eseguite alla fine
  • Nell'effettuare i giri di fissaggio, accertatevi di tenere sempre in vista e ben steso l'occhiello iniziale del filo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Altri Hobby

Come Realizzare Il Prusik Francese

Il prusik francese, per chi non lo conoscesse, è un particolare nodo autobloccante molto usato nella scalata, nell'alpinismo, in speleologia, per il salvataggio e ...
Bricolage

Come costruire una bilancia

Quella di pesare buona parte degli oggetti che abbiamo nella nostra abitazione è diventata una vera e propria necessità, al giorno d'oggi, tanto da ...
Altri Hobby

Come Unire Due Corde E Fare Un Cappio Fisso Con L'Impiombatura

I nodi da marinaio, si sa, sono una tecnica raffinata e difficile da imparare. Tutti i nodi si suddividono in varie categorie o "famiglie", a ...
Bricolage

Come fare il nodo a piè di pollo

L'arte dei nodi è qualcosa che può rivelarsi utili in diverse situazioni quotidiane. Imparare quest'arte è molto semplice ma richiede una buona manualità ...
Bricolage

Come costruire un cavallo di legno

Il fai da te piace molto, consente di realizzare delle creazioni belle ed originali come quella di un cavalluccio di legno ricavato con dei semplici ...
Bricolage

Come realizzare il nodo savoia

Saper realizzare alcuni nodi fondamentali può essere utile in molte occasioni in cui si deve fissare qualcosa. Uno dei nodi più utili in alcune occasioni ...
Bricolage

Come costruire un attaccapanni

L' appendiabiti o attaccapanni è uno degli oggetti di arredo più comuni ma allo stesso tempo permette le realizzazione più originali molto spesso frutto di ...
Bricolage

Realizzare un tavolino di corda colorata

In commercio esistono numerosi elementi decorativi per la casa, alcuni di questi sono costosi ed altri non lo sono affatto. E’ il caso delle corde ...
Bricolage

Come realizzare il nodo di costrizione per giuntare una corda

Il nodo di costrizione è tra i migliori nodi di giunzione. È una tecnica che si adatta anche ad usi bizzarri: pensate che gli antichi ...
Bricolage

Come tagliare una bottiglia di vetro con una corda

Avete urgente bisogno di tagliare in due una bottiglia e non sapete come fare? Questa operazione risulta facile da eseguire se questa è di plastica ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.