Come far crescere l'erba in un terreno argilloso

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Per ottenere i migliori risultati, sia nell'orto sia i giardino, è necessario conoscere la situazione fisico-chimica del terreno. Vi sono, in natura, terreni più o meno spiccatamente acidi, neutri, alcalini; possono anche essere argillosi, sabbiosi, calcarei. Un terreno argilloso è duro e non traspira: lo si può riconoscere dal fatto che si formano delle pozze d'acqua quando lo innaffiate ed è generalmente coperto da una crosta dura durante i mesi invernali ed estivi. In questo caso le radici dell'erba fanno molta fatica a spingere attraverso l'argilla e svilupparsi bene: ecco dunque una guida su come far crescere l'erba in un terreno argilloso.

27

Occorrente

  • Motozappa
  • materiale organico
  • nitrato o solfato di ammonio
  • semi erba
  • rastrello
  • tester per pH o cartina tornasole
37

Come prima cosa dovete misurare il pH del terreno: l'acidità o l'alcalinità dei terreni si esprime attraverso il pH, che si misura con particolari reagenti; questi sono liquidi che mescolati a un campione di terreno da analizzare assumono una certa colorazione. Questo colore, raffrontato a una scala cromatica, darà subito il pH del suolo analizzato. Potete ricorrere a correttivi per portare il terreno al pH desiderato come il potassio, ferro o calce, acquistabili in qualsiasi negozio di agraria. Se volete diminuire il pH del tuo terreno, dovete utilizzare nitrato o fosforo: è consigliabile un concime di tipo "nitrophoska gold".

47

Il terreno deve essere smosso e sbriciolato completamente, di preferenza con una motozappa o, qualora le dimensioni del giardino fossero ridotte, con una zappa, scavando fino ad una profondità di almeno 40 cm. Non lavorate il terreno argilloso nei mesi invernali ed estivi, privilegiate l'autunno e la primavera; aggiungete quindi degli ammendanti organici leggeri tipo sabbia mista a torba o terriccio di foglie e sabbia, per ammorbidire il terreno, distribuendone uniformemente uno strato da 10-15 cm. Per evitare il cosiddetto "effetto crosta", rilavorate il terreno per ammorbidire la superficie dopo alcuni giorni. Ripetere l'operazione almeno 3 volte prima della semina.

Continua la lettura
57

Per la correzione del terreno utilizzate fertilizzante a base di nitrato di ammonio oppure solfato ammonico: questo permetterà di equilibrare il carbone presente nel materiale organico e prepararlo all'erba. Spargete 2,5 Kg di nitrato di ammonio o 4,5 Kg di solfato di ammonio per ogni 300 m quadrati di giardino. Rimestate bene gli ammendanti nel terreno con la motozappa, quindi lasciate riposare per almeno 24 ore prima di seminare l'erba.

67

Al momento della semina spargete in maniera uniforme i semi sul terreno con la tecnica dello "spaglio" (lanciando un pugno di semi e sabbia in modo uniforme). Rastrellateli delicatamente su tutta la superficie del giardino, facendo attenzione a non interrarli per più di 2,5 cm e distribuite quindi uno strato sottile (da 3/4 cm) di torba per mantenere umida la superficie del terreno. Infine ricordatevi di innaffiare una volta al giorno, meglio al mattino, almeno per tutto il primo mese.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Si consiglia di effettuare il primo taglio quando l'erba ha raggiunto un'altezza compresa tra gli 8 e 10 cm
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

5 consigli sulla coltivazione del ranuncolo

Il ranuncolo è un fiore di origine asiatica, inodore e simile ad una rosellina. Può essere giallo, arancione, rosa e di altri colori ancora. Ne esistono oltre 400 varietà diverse. È una pianta bella ma molto delicata, esigente in fatto di terreno...
Giardinaggio

Come correggere un terreno argilloso

Il terreno argilloso non riesce ad assorbire l'acqua quando piove per cui si generano pozze d'acqua stagnante. Esso è composto da sabbia, limo ed argilla in proporzioni variabili. I suoli di argilla sono presenti in diverse parti del mondo; essi contengono...
Giardinaggio

Come preparare il letto profondo per la semina

Durante i primi mesi dell'anno l'orto invernale non richiede molto lavoro. Le gelate induriscono il terreno non permettendoci di fare alcun intervento, e le piogge o la neve lo rendono fangoso e impraticabile. Il consiglio è quindi di dedicarsi alla...
Giardinaggio

Come utilizzare la torba per far crescere l'erba

In questa guida, vogliamo aiutarvi a capire come poter utilizzare al meglio, la torba, per poter essere in grado di far crescere l’erba, nella maniera più rigogliosa possibile.Sono in tanti coloro i quali amano avere nel proprio giardino un bellissimo...
Giardinaggio

Come realizzare un orto personale

Orto è sinonimo di risparmio e qualità. Il risparmio ottenuto dall'attività agricola sta invogliando sempre più persone a seguirla. I vantaggi dell'orto personale sono molteplici, i più importanti da prendere in considerazione sono: prodotti sani...
Giardinaggio

Come rendere più drenante un terreno

Un terreno con problemi di drenaggio, risulta bagnato e con molte pozze di acqua stagnante. Dopo un temporale o semplicemente dopo una piccola pioggia, alcuni terreni tendono a trattenere l'acqua, causando dei ristagni difficili da prosciugare. La maggior...
Giardinaggio

Come far crescere un nespolo in vaso

Il nespolo, contrariamente a quanto si possa pensare, possiamo facilmente coltivarlo in un vaso. In un vivaio possiamo trovare una varietà nana, che si presta molto alla coltivazione in vaso, magari collocando quest'ultimo nel balcone o in terrazzo....
Giardinaggio

5 consigli per coltivare il rododendro

Il rododendro è una pianta bella ed elegante: l'ideale per abbellire balconi e giardini. Il nome ''rododendro'' deriva dal greco. Significa ''albero di rosa''. Questo nome ne descrive bene le caratteristiche distintive. Sui rami di questa pianta crescono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.