Come far germogliare i semi di olive

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

L'ulivo è un piccolo albero originario della zona mediterranea. È una pianta che sopporta bene il caldo e la siccità ed è per questo che si coltiva prevalentemente nei luoghi soleggiati. La moltiplicazione dell'albero generalmente avviene per talea, ma è tuttavia possibile fare in modo che questo particolare tipo di pianta si riproduca anche per seme, seppure in quest'ultimo caso il germogliare non sia molto veloce. In questa guida sarà nostra cura insegnarvi come far germogliare i semi di olive.

26

Occorrente

  • Noccioli di oliva, vasi, concime naturale, bustina di camomilla, carta abrasiva.
36

Innanzitutto una raccomandazione: non prendete il nocciolo dell'oliva per seminarlo ai fini di ottenere una piantina di ulivo. Il guscio è duro e i tempi di germogliazione sarebbero molto lunghi (dai 2 ai 3 anni). Il consiglio è quello di rompere il guscio e prelevare l'embrione interno. Altrimenti sarà necessario intaccare il guscio con la tecnica della scarificazione, che consiste nell'assottigliare il tegumento di un seme. Operazione tutt'altro che facile. Per eseguire comunque una buona scarificazione meccanica, sarà necessaria della carta abrasiva per la perforazione del guscio. Se si preferisse la scarificazione chimica bisognerà immergere il guscio nell' acido solforico ai fini di ammorbidirlo. È possibile, infine, anche una scarificazione fisica. Questa consiste nell'immergere il tegumento in acqua bollente per 24 ore.

46

Scelto il metodo a voi più congeniale per l'eliminazione del guscio, dovrete seminare gli embrioni all'interno di un vaso riempito con del concime naturale. È possibile far germogliare gli embrioni più rapidamente prendendo una bustina di camomilla e mettendola in un bicchiere con poca acqua calda, per poi comprimerla con un cucchiaio per far uscire l'essenza e infine bagnare il concime con qualche goccia dell'infuso ottenuto. Tutto ciò è necessario per una corretta idratazione dei semi. Saranno così in grado di crescere e riprodursi nel modo più naturale possibile.

Continua la lettura
56

Dopo due settimane, quando i semi saranno finalmente germogliati, è bene piantarli in un terreno adatto alla crescita della pianta. Da ricordare che l'ulivo resiste bene alla siccità ma una mancanza eccessiva di acqua favorisce di solito la crescita di frutti troppo piccoli e, in alcuni casi, si verifica persino la morte della pianta. Come visto, il procedimento per far germogliare i semi di olive non è affatto difficile. Basta solo avere costanza e seguire passo dopo passo la normale crescita della pianta.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non prendete il nocciolo dell'oliva per ottenere una piantina di ulivo. Il guscio è duro e i tempi di germogliazione sarebbero molto lunghi. Rompete il guscio e prelevate l'embrione interno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Trucchi per far germogliare presto i semi

Se acquistiamo dei semi, ed intendiamo farli germogliare velocemente, ci sono alcuni trucchi da adottare per ottenere questa performance. Di fondamentale importanza sono tuttavia tre elementi: un contenitore, del terriccio e l'acqua. Nella lista che segue,...
Giardinaggio

Come far germogliare i semi

Seminare qualcosa è un atto che per molti significa qualcosa di importante. Far nascere una piccola pianta e poi farla crescere non è semplice. Bisogna tener conto di alcuni fattori e di alcune precauzioni importanti. Generalmente quando si semina,...
Giardinaggio

Come far germogliare i semi di glicine secchi

Il glicine, altrimenti conosciuto sotto il nome di "Wisteria", è una pianta dal bel colorito violaceo, che risulta perfetta per pergolati robusti a cui farla aggrappare, è adornare così il vostro balcone, terrazzo o il giardino. Ovviamente, è possibile...
Giardinaggio

Come far germogliare i semi di lupino

I semi di lupino ovvero quelli ricavai dall’omonima pianta, oltre che commestibili si prestano anche per alcune particolari elaborazioni in erboristeria, e quindi usati per scopi medicali. La riproduzione è possibile ottenerla per seme e con essa...
Giardinaggio

Come Far Germogliare Un Fagiolo in un vaso di vetro

Uno dei primi esperimenti che vengono suggeriti ai bambini è il classico fagiolo nel vaso di vetro. Già dall'asilo i bambini vengono sottoposti a questi esperimenti per stimolare la loro curiosità scientifica. Tuttavia il far germogliare un fagiolo...
Giardinaggio

Come far germogliare i noccioli dell'albicocca

Molti di noi si vantano di possedere il cosiddetto "pollice verde" e, con molta passione ed impegno, riescono a coltivare un fazzoletto di terreno con risultati davvero sorprendenti. Tuttavia anche chi non ha a disposizione un orticello, ma gode di spazi...
Giardinaggio

Come scarificare i semi

Chiunque possegga un giardino o un piccolo cortile in cui seminare, per coltivare frutta, verdura, ortaggi, si sarà sicuramente interessato al tema della germinazione, cercando di renderla più veloce e naturale possibile. Questa guida, infatti, fornirà...
Giardinaggio

Come curare un manto erboso

Con il sopraggiungere della primavera, osservava Carducci, tutto è del color di prato. Non appena inizia la bella stagione si può incominciare finalmente a godere dei propri prati verdi. Ma come bisogna fare per raggiungere questo invidiabile risultato?...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.