Come far germogliare presto i semi

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Veder germogliare un seme affinché sia pronto per la semina, richiede un tempo più o meno lungo a seconda della stagionalità e del tipo di seme. Esiste però un metodo del tutto naturale che può accelerare questa fase senza l'utilizzo di agenti chimici. La guida che state per leggere vi aiuterà a capire come far germogliare presto i semi.

25

Occorrente

  • Una bustina di camomilla
  • Una scatolina di plastica trasparente
  • Forbici o taglierino
  • Carta assorbente
  • Semi
  • Acqua
35

Iniziate preparando accuratamente l'ambiente nel quale i semi dovranno germogliare. Procuratevi una scatola trasparente di quelle utilizzate, solitamente, per conservare gli alimenti e ricoprite il fondo con uno spesso strato di carta assorbente. Con l'aiuto di forbici appuntite, praticate dei piccoli fori sul coperchio del contenitore per permettere all'aria di circolare. Attenzione però! I fori non dovranno essere troppo grandi altrimenti potrebbero provocare il formarsi di muffe.

45

Ora che la piccola incubatrice fai da te è pronta passate ad idratare i semi utilizzando un prodotto biologico che avrete sicuramente in dispensa: la camomilla.
Mettete in infusione una bustina di camomilla in un bicchiere d'acqua. Dopo qualche minuto potete utilizzare l'infuso per idratare i semi. Non annegateli nel bicchiere di camomilla ma lasciate cadere alcune gocce di infuso direttamente sui semini. La camomilla disinfetterà i semi e ne ammorbidirà il tessuto superficiale - conosciuto con il nome di tegumento - facilitando la fuoriuscita dei cotiledoni ossia le prime radichette del seme.
Lasciate riposare i semi per circa 30 minuti per dare il tempo alla camomilla di fare il suo lavoro.

Continua la lettura
55

Con un vaporizzatore imbevete la carta assorbente che dovrà risultare leggermente umida, non completamente zuppa di acqua.
Disponete i semi nel contenitore adagiandoli sulla carta assorbente facendo attenzione che non siano troppo addossati. Per semplificare potete allinearli sul fondo della scatola formando una o più linee parallele in base alla grandezza della scatola.
Posizionate il contenitore in un luogo caldo e asciutto e lasciate che la natura faccia il suo corso. Per essere sicuri di aver scelto il posto giusto seguite le indicazioni che vi forniranno i semi stessi. Se la posizione è ottimale vedrete apparire sul coperchio alcune gocce di condensa. Se così non fosse, spostate la scatola in una posizione più calda. Dopo un paio di giorni, se le cose sono andate per il verso giusto, noterete la comparsa di piccole foglioline, segno che i semi sono germogliati. Staccatele dalla carta assorbente con delicatezza, evitando di strappare via le radici neonate, e proseguite pure con la semina.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Giardinaggio

Come far germogliare i semi prima di piantarli

Come saprete, interrare i semi non è l'unica maniera per riuscire a far nascere una determinata pianta. Difatti esiste un metodo per far germogliare le sementi prima di piantarle, in modo da assicurarne e favorirne lo sviluppo. In questa guida affronteremo...
Giardinaggio

Trucchi per far germogliare presto i semi

Se acquistiamo dei semi, ed intendiamo farli germogliare velocemente, ci sono alcuni trucchi da adottare per ottenere questa performance. Di fondamentale importanza sono tuttavia tre elementi: un contenitore, del terriccio e l'acqua. Nella lista che segue,...
Giardinaggio

Come Far Germogliare Un Fagiolo in un vaso di vetro

Uno dei primi esperimenti che vengono suggeriti ai bambini è il classico fagiolo nel vaso di vetro. Già dall'asilo i bambini vengono sottoposti a questi esperimenti per stimolare la loro curiosità scientifica. Tuttavia il far germogliare un fagiolo...
Giardinaggio

Come far germogliare i semi di lupino

I semi di lupino ovvero quelli ricavai dall’omonima pianta, oltre che commestibili si prestano anche per alcune particolari elaborazioni in erboristeria, e quindi usati per scopi medicali. La riproduzione è possibile ottenerla per seme e con essa...
Giardinaggio

Come far germogliare i noccioli dell'albicocca

Molti di noi si vantano di possedere il cosiddetto "pollice verde" e, con molta passione ed impegno, riescono a coltivare un fazzoletto di terreno con risultati davvero sorprendenti. Tuttavia anche chi non ha a disposizione un orticello, ma gode di spazi...
Giardinaggio

Come far germogliare il grano

Ultimamente va molto di moda un certo ritorno alle origini per quanto riguarda le nostre abitudini alimentari e quotidiane. Ricicliamo di più, cosa che fa bene all'ambiente, e si riutilizzano molte cose vecchie. Si prova a fare in casa di tutto, dagli...
Giardinaggio

Come far germogliare i semi di glicine secchi

Il glicine, altrimenti conosciuto sotto il nome di "Wisteria", è una pianta dal bel colorito violaceo, che risulta perfetta per pergolati robusti a cui farla aggrappare, è adornare così il vostro balcone, terrazzo o il giardino. Ovviamente, è possibile...
Giardinaggio

Come piantare un ciliegio dal nocciolo del frutto

Durante il periodo estivo la terra ci regala i suoi frutti migliori, zuccherini e succosi, colorati e profumati, degni di tutto il nostro interesse a partire dal cuore. Ed è proprio da questo, o meglio dal nocciolo, che nasce l'idea di piantare un ciliegio;...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.