Come fare degli antitarme casalinghi e profumati

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Le tarme si nascondono negli armadi e sono le peggiori nemiche dei vestiti. Anche se tutto sembra pulito ed in ordine a volte si notano dei buchini sul proprio maglione preferito; se ciò succede vuol dire che sono presenti le tarme. Leggendo questo tutoria si possono avere degli utili consigli e delle corrette informazioni su come è possibile fare, con i metodo fai da te, degli antitarme casalinghi e profumati.

26

Occorrente

  • foglie di alloro
  • stecche di cannella
  • spago (anche se colorato)
  • un ago grosso
36

A volte si è stanchi di utilizzare i soliti anti-tarme per armadi in quanto hanno tutti lo stesso odore e dopo un po' si esauriscono. Si possono utilizzare anche le bustine profumate, ma con l'utilizzo di queste ultime si corre il rischio che esse cadono ogni qualvolta si apre l'armadio. Un rimedio a queste situazione può essere la lavanda; non tutte le persone però riescono a sopportare il suo odore abbastanza intenso. Inoltre non è molto semplice da trovare.

46

La natura ha altri rimedi per poter far fronte a questo fastidioso problema; il rimedio più efficace, oltre alla lavanda, è sicuramente l'alloro. Con un po' di fantasia si può risolvere il problema realizzando un anti-tarme con il metodo fai da te. Creare un anti-tarme è molto semplice e non costa nulla. All'inizio bisogna procurarsi dei rami di alloro e delle stecche di cannella. Successivamente si devono staccare le foglie di alloro dai rami e tagliare le stecche di cannella in pezzi della misura di circa 3 cm.

Continua la lettura
56

A questo punto si deve prendere uno spago e con un ago grosso bisogna infilare circa 30 foglie che poi vanno legate ad un pezzo di cannella. Si deve continuare alternando le foglie di alloro e la cannella fino ad ottenere la lunghezza che si preferisce. In seguito si devono fermare le estremità con dei nodi e legare la collana che si è ottenuta all'asta dell'armadio. Adesso l'anti-tarme fai da te è pronto e quindi si è risolto i problema. Se si preferisce si possono aggiungere alla collana anti-tarme anche delle fette di arancia essiccate. Queste ultime contribuiscono a dare all'armadio una gradevole fragranza.

66

Esistono poi una serie di accorgimenti che consentono di mantenere intatti gli abiti e le coperte conservate nell'armadio. Quando si fa il cambio di stagione bisogna lavare i capi prima di riporli nell'armadio. Siccome le tarme sono attratte dall'odore del sudore è opportuno usare sacchetti di plastica con cerniera per conservare i vestiti da una stagione all'altra. Inoltre, bisogna pulire e disinfettare gli armadi almeno 2 volte all'anno per eliminare eventuali larve di tarme.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come realizzare sacchettini antitarme con girasoli

Attraverso i passaggi successivi di questo tutorial ci occuperemo di illustrarvi che modo è possibile realizzare, direttamente con le nostre mani, dei simpatici e molto utili sacchettini antitarme, decorati con dei bellissimi girasoli. Faremo il tutto...
Casa

come creare dei Profumatori per armadi in pasta di borotalco

Tenere profumati e puliti i propri vestiti è cosa piuttosto comune, ogni giorno si cerca il modo migliore per avere i propri capi puliti e ordinati, e soprattutto tenerli custoditi negli armadi sapendo che anche se aspettate molto tempo prima di indossarli...
Casa

Come ristrutturare un mobile

Sappiamo che i mobili antichi suscitano molta attrazione tra gli intenditori e gli appassionati.Tuttavia, con il trascorrere del tempo, il legno tende a rovinarsi e a sbiadirsi.Quindi, se disponiamo di qualche mobile a cui teniamo particolarmente, ma...
Bricolage

Come preparare dei sacchettini profumabiancheria

Che bella sensazione, aprire gli armadi di casa e sentire un profumo piacevole inondare la stanza. E che dire poi del profumo che si avverte, il momento in cui apriamo un cassetto dove generalmente teniamo la biancheria. Non c'è dubbio che la funzione...
Casa

10 modi per profumare i cassetti

A chi non piace sentire piacevoli profumi ogni volta che si apre un cassetto o un armadio? La profumazione dei mobili è un piccolo gesto che rende la casa più accogliente e dà un'idea di fresco e pulito. Ogni volta che cercherete qualcosa nei cassetti...
Bricolage

Come fare dei sacchettini naturali anti-tarme

Conservare i propri vestiti e le proprie coperte in modo adeguato è uno degli obiettivi maggiormente ambiti da tutti. Pur sembrando un processo piuttosto semplice da eseguire, nella realtà dei fatti, si nasconde un pericolo molto insidioso, ovvero,...
Casa

Come riparare i mobili rovinati dalle tarme

I mobili, soprattutto se non sono troppo nuovi, sono spesso soggetti alle tanto temute infestazioni delle tarme. Questi insetti sono particolarmente attratti da diverse tipologie di legno tra cui quelli di: conifera, faggio, betulla, ciliegio ed abete...
Bricolage

Come profumare l'armadio con i chiodi di garofano

Che sensazione di freschezza proviamo nell'aprire le ante del nostro armadio! Naturalmente il profumo che si espande è dato dai profuma biancheria che abitualmente mettiamo dentro gli armadi e che troviamo negli scaffali dei supermercati. Tuttavia, questo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.