Come fare l'orlo ad una tovaglia

tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Le tovaglie sono oggetti di biancheria piuttosto semplici ma molto utili per proteggere la superficie dei tavoli dall'usura del tempo o da possibili danneggiamenti dovuti ad incuria. Oltre ad avere una funzione protettrice, le tovaglie sono diventate delle vere e proprie opere d'arte e complementi d'arredo in grado di dare un tocco in più alla propria abitazione. In commercio ne esistono tante, ma certamente possiamo utilizzarne una che già abbiamo in casa per personalizzarla e renderla ancora più bella. Se abbiamo una tovaglia un po' rovinata e vogliamo metterla a nuovo, possiamo provvedere realizzando un bellissimo orlo con le nostre mani.
In questa guida spiego come realizzare l'orlo per un tovaglia in 4 passi (dalla scelta della stoffa al completamento dell'orlo). Questo è un metodo standard per la creazione degli orli che quindi potrà essere utilizzato anche per altri oggetti. Vedremo come realizzare un ottimo lavoro, attraverso pochi e semplici passaggi, in cui daremo utili consigli in merito che vi aiuteranno a realizzare un lavoro ben fatto e che sarà ammirato da tutti. Mettiamoci quindi all'opera per fare l'orlo alla nostra tovaglia.

27

Occorrente

  • Ago
  • Filo da imbastitura
  • Stoffa (a piacere)
  • Forbici
  • Cartamodello o tovaglia già posseduta
  • Filo da cucito
  • Gessetto o matita (o qualsiasi materiale che non lascia segni evidenti)
  • Macchina da cucire (non obbligatorio)
37

LA SCELTA DELLA STOFFA. Il primissimo passo per la realizzazione di un orlo preciso è la scelta della stoffa della tovaglia. I tessuti più utilizzati sono "lino" e "cotone" ma su internet il campionario delle scelte è vastissimo. Se non avete un vostro rivenditore di fiducia, affidatevi al web!

47

IL TAGLIO. Il taglio della stoffa è forse la fase più delicata e difficile: se non si realizza un rettangolo con i lati belli dritti, risulterà complicato successivamente ottenere degli orli fatti bene.
Pu& amp; amp; amp; amp; amp; amp; amp; amp; amp; amp; amp; lt; span class="sub">ò essere utile servirsi di un modello preciso: una tovaglia che avete già o un cartamodello.
Bisogna posare dunque il modello sulla stoffa (stendere coerentemente la stoffa e appoggiare un peso sul modello) e segnare il contorno usando un gessetto o una matita o comunque un qualsiasi materiale che non lasci un segno troppo evidente. Fatevi furbi: disegnate questo contorno sul retro della stoffa!
Prima di iniziare con la fase di taglio bisogna tenere presente che facendo l'orlo le misure si riducono di circa 2 cm per lato. Le soluzioni sono 2: o, una volta tracciate le linee, queste si spostano di 2 cm oppure si tiene presente questo dato durante la realizzazione del cartamodello.
Potete procedere con la fase di taglio: affilate bene le forbici!

Continua la lettura
57

PREPARIAMO L'ORLO. Prendete del filo da imbastitura (che è possibile trovare in qualunque merceria), fate un nodo da un lato del filo e preparatelo sull'ago. Utilizziamo, in questa fase, il filo da imbastitura perché, essendo più economico, lo butteremo a cuor leggero una volta che avrà finito il suo lavoro. Tuttavia è possibile utilizzare anche un normale filo da cucito.
Ora piegate la stoffa per circa 1 cm dal bordo verso l'interno (la parte che nella tovaglia starà sotto) e fissatela in tale posizione con ago e filo facendo cuciture larghe e molto distanziate. Fate questa operazione per tutti e quattro i lati del rettangolo. Questa è un operazione veloce: serve solo per fissare la piegatura quindi la stoffa deve essere piegata bene ma la cucitura non deve essere precisa.

67

FINIAMO L'ORLO. Per ultimare ci sono 2 alternative.
1) USARE LA MACCHINA DA CUCIRE | Ripiegate la stoffa di 1 cm su stessa e fissate con del filo da imbastitura. A questo punto cucite tutto il bordo con la macchina da cucire e l'orlo è fatto! Infine togliete il filo da imbastitura sfilandolo e tagliandolo ogni tanto (tagliarlo aiuta a sfilare meglio). La tovaglia è pronta!
2) CUCIRE A MANO | Prendete del filo da cucito, fate un nodo e mettetelo sull'ago. Prendete un lato della tovaglia, piegate la stoffa per circa 1 cm dal bordo verso l'interno e fissatelo con cuciture fitte e piccole. Potete descrivere una linea con il filo, facendo entrare ed uscire l'ago dalla stoffa. In questo caso le cuciture devono essere molto fitte. La vostra tovaglia è pronta!
Realizzare l'orlo per una tovaglia è un lavoro piuttosto stimolante, che non richiede molto tempo, ma solo un po' di abilità manuali. Seguendo i consigli di questa guida riuscirete a fare il lavoro in pochissimo tempo, dando sfogo alla vostra fantasia e al vostro estro creativo, alla fine avrete una bellissima tovaglia da utilizzare nelle grandi occasioni. Non mi resta che augurarvi buon lavoro e buona fortuna e che sarà certamente ammirata da chi se ne intende.
Alla prossima.

77

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come Fare Una Tovaglia Con I Canovacci

Capita spesso di ritrovarsi per casa un numero spropositato di canovacci e tovaglioli in stoffa inutilizzati e quindi destinati a restare per lungo tempo in qualche cassetto della credenza. In questa guida ti fornirò quindi una serie di idee e consigli...
Cucito

Come ricamare una tovaglia a punto svizzero

Il ricamo a mano oltre che a rendere il nostro corredo più bello, lo impreziosisce. Esistono tantissimi punti da ricamo da quelli più antichi a quelli più attuali, in genere il ricamo abituale va fatto sulla stoffa a tinta unita e dai toni chiari....
Cucito

Come realizzare una tovaglia con inserti

Se fra le vostre passioni ci sono sia il cucito che l'uncinetto, questa guida è fatta apposta per voi. Vi svelerò il modo per combinare insieme le due tecniche e realizzare un unico lavoro. Farete una tovaglia con inserti. Procuratevi una tovaglia,...
Cucito

Come realizzare una tovaglia con il nido d'ape

Motivo e bordatura ornamentale molto conosciuta fra gli amanti del cucito, è il punto a nido d’ape. Questo viene realizzato spesso in sartoria per creare movimenti ondulatori dall’effetto arricciato. Riducendo il tessuto, increspandolo e movimentandolo...
Cucito

Come ricamare una tovaglia di margherite

Avete sempre voluto realizzare una bellissima tovaglia di margherite, portando così in casa una ventata di primavera? Ecco come ricamarla. Per una migliore riuscita vi consiglio di crearla in tessuto di lino colore verde acqua ricamata con due rami di...
Cucito

Come realizzare l'angolo a cappuccio sulle tovaglie

Esistono diverse modalità per realizzare i bordi di finitura di una tovaglia. La costruzione di un angolo a cappuccio renderà i vostri tessuti più preziosi e funzionali. E la vostra nuova tovaglia, così modificata, potrà assolvere ad ogni tipo di...
Cucito

Come decorare una tovaglia natalizia

Ormai il Natale è alle porte e le decorazioni cominciano a spuntare fuori per addobbare in maniera calda ed accogliente la nostra casa. In commercio esistono moltissime decorazioni, tra tovaglie e altro, ma spesso non soddisfano le nostre esigenze ed...
Cucito

Come confezionare le tovaglie

La confezione di tovaglie non solo non richiede grandi abilità sartoriali, ma comporta anche una spesa abbastanza economica, perché dipende infatti dal costo della stoffa che sceglierai di usare. Primo passo da fare è scegliere la stoffa: ideali sono...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.