Come fare la carta vetrata

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Al giorno d'oggi non si ha molta pratica con il metodo del "fai da te". Uno degli elementi più utilizzati quando vengono compiuti dei piccoli lavoretti, è la carta vetrata. Questo strumento abrasivo viene utilizzato in molteplici campi. Quindi ha diverse applicazioni. In questa guida vedremo brevemente come fare la carta vetrata.

27

Occorrente

  • Policotone
  • Macchinari industriali
  • Granelli di sabbia
  • Resina
37

È paradossale che un materiale così abrasivo, possa rendere una superficie tanto liscia e levigata. A dispetto del nome, la carta vetrata spesso non viene costituita da carta, ma da un materiale chiamato policotone. Il primo passaggio ha luogo srotolando il tessuto in un macchinario dotato di testina stampante; i rulli, dotati di testine magnetiche in gomma, stampano sul tessuto le caratteristiche del prodotto. Il tessuto passa quindi sotto altri rulli che applicano a caldo uno strato adesivo sul lato non stampato.

47

A questo punto si passa a misurare la densità mediante un sistema computerizzato. Quest'ultimo verifica se lo strato viene applicato correttamente. Subito dopo si trasporta il tessuto in una camera elettrostatica sotterranea e proprio in questo ambiente caldo e umido si creano le condizioni perfette per fissare i granelli abrasivi elettrostaticamente. I granelli vengono versati nella camera attraverso una griglia, dove un apposito trasportatore spinge i granelli sotto il tessuto arrotolato tra gli elettrodi e i dischi di molatura. Questi producono un campo elettrico che scatena una specie di piccola tempesta di sabbia. Mossi dall'elettricità i granelli si incollano e si fissano allo strato adesivo, distribuendosi omogeneamente sul tessuto.

Continua la lettura
57

Il tessuto, ora ricoperto di granelli, può ritornare al piano superiore dove dei tecnici verificano. Infatti, esaminando la superficie al microscopio e calcolando il peso del materiale, controllano che la preparazione stia proseguendo sui giusti binari. La fase successiva, è una delle più importanti, e consiste nell'inserire la carta vetrata in un forno di circa novanta metri. Dove il materiale viene sottoposto a tre zone di cottura, e in cui le alte temperature hanno l'effetto di fissare definitivamente i granelli all'adesivo. La carta vetrata ora risulta abbastanza ruvida, ma il lavoro non lo si può definire ancora ultimato. Bisogna infatti passare uno strato di resina sulla superficie abrasiva che lega i granelli alla base. Dopo aver fatto asciugare la resina, i rotoli di carta abrasiva vengono disposti in magazzino dove vengono tagliati su misura. Ecco dunque svelati tutti i segreti che portano alla produzione di questo materiale così importante per tutti gli amanti del bricolage!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Prima di cominciare il procedimento verificate la presenza di tutto il materiale necessario
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Materiali e Attrezzi

Come usare la resina vetrificante

Oggi in commercio esistono numerosi prodotti che sono in grado di impermeabilizzare qualsiasi tipo di superficie, senza perderne il colore originale. Si tratta infatti di alcune resine vetrificanti che una volta essiccate, assumono un aspetto liscio e...
Casa

Come lucidare l'ottone grezzo

L'ottone è senza dubbio uno dei metalli più utilizzati in casa nostra. Si tratta di un materiale luminoso e brillante, che rappresenta una risorsa per qualsiasi arredamento. Maniglie, lampade, battenti e placche per interruttori della luce appaiono...
Altri Hobby

Ricetta per la pasta di sale

La pasta di sale è una pasta modellante che è adoperata per realizzare tantissimi oggetti che, a loro volta, possono essere utilizzati come soprammobili o per arredare una cameretta per bambini. La pasta di sale è relativamente semplice da manipolare,...
Altri Hobby

Come modellare la sabbia

Da bambini la sabbia rappresenta un materiale estremamente versatile nelle fasi di gioco. Modellare con le proprie mani è un'esperienza che coinvolge creatività e manualità allo stato puro. È pur vero che negli anni questa passione ha portato allo...
Bricolage

Come Realizzare Una Decorazione Cristallizzata Con Il Sale

Vi piace il 'fai da te'? Fate parte di quella categoria che deve replicare qualcosa che ha visto, imparando a farlo da solo e utilizzando materiale comune? Siete nella guida giusta. Vi verrà spiegato, infatti, come realizzare una decorazione cristallizzata...
Bricolage

Come sostituire la lampada di un proiettore

Il proiettore è indispensabile agli appassionati di cinema e della proiezione casalinga. Il dispositivo elettronico consente la visione, in pannelli specifici o sulle pareti, di un film o diapositive, Pertanto, risulta molto utile anche in ufficio per...
Bricolage

Come effettuare semplici riparazioni di porcellana e ceramica

In questa guida verrà indicato come realizzare delle riparazioni di porcellana e ceramica.Incollare i pezzi non è un esercizio difficile che richiede, però, molta pazienza e abilità. Per effettuare una buona riparazione e una buona riuscita del lavoro...
Casa

Come posare lame o piastrelle in PVC adesive

Rinnovare un pavimento da soli è possibile! Esistono, infatti, sistemi che permettono di posare lame o piastrelle in PVC adesive facilmente ed in poco tempo. La tecnica consiste nella posa e nell'incollare al pavimento preesistente le piastrelle in pvc....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.