Come fare la lana cotta

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La lana cotta viene ottenuta tramite follatura dalla lana cardata e filata, un processo che la farà restringere fino al 30%, utilizzando ancqua calda e sapone.
Ci sono due metodi che ti permetteranno di fare la lana cotta: il primo prevede l'utilizzo della lavatrice, il secondo invece no.
In questa guida voglio darti tutte le indicazioni necessarie che ti consentiranno di ottenere la lana cotta tramite questi due metodi, in entrambi i casi con buoni risultati.
Puoi utilizzare vecchi maglioni che non indossi più.

25

Occorrente

  • lana cardata e filata (oppure vecchi maglioni)
  • fornello
  • 2 pentoloni
  • cucchiai in legno
  • asciugamani
  • scolapasta con manico
  • lavatrice
35

Per il metodo che non prevede l'utilizzo della lavatrice, prendi due pentole molto grandi che siano in grado di contenere tutta la lana che vuoi follare. Prendi la prima pentola, rimpila solo per metà di acqua, e posizionala quindi sul fornello fino a che l'acqua non inizi a bollire. A questo punto immergi il capo in lana facendolo coprire completamente di acqua. Lascia bollire il capo muovendolo con il cucchiaio di legno fino a quando non avrà raggiunto lo spessore e la consistenza desiderata. Quando sarai soddisfatto del grado di follatura, dovrai togliere il capo dall'acqua bollente, e successivamente lo dovrai posizionare nella seconda pentola, nella quale avrai messo dell'acqua fredda.

45

Scola quindi il capo e cerca di togliere l'acqua in eccesso. Mi raccomando, non dovrai strizzarlo! Dovrai piuttosto metterlo su un asciugamano in cui dovrai arrotolare il capo, torcendolo con estrema delicatezza. Ripetere l'operazione più volte se necessario.
A questo punto metti il capo sopra un altro asciugamano asciutto, dagli la forma che desideri, e lascia asciugare.
Se non sei soddisfatto del risultato, non preoccuparti! Puoi ripetere nuovamente l'intero processo.

Continua la lettura
55

Il metodo che prevede l'utilizzo della lavatrice è molto simile a quello visto in precedenza con le due pentole: dovrai fare un primo lavaggio a 60°, e subito dopo un lavaggio a freddo. Le fibre della lana così si restringeranno proprio come abbiamo visto precedentemente. Anche in questo caso puoi ripetere i due lavaggi più volte, fino ad ottenere il risultato che preferisci. Per aumentare l'effetto di follatura, mettere in lavatrice un oggetto duro e voluminoso, come una scarpa.
Una volta finito, poni la lana cotta ad asciugare proprio come abbiamo già visto, ricordando sempre di fare molta attenzione e di torcere con delicatezza l'asciugamano su cui abbiamo posto la lana.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come realizzare i copri sedili per l'auto

Ogni auto necessita di un di un costume interno personalizzato e creare un design originale per proprio seggiolino auto copre è il modo più originale di ottenere il suddetto obbiettvo. Gli appassionati di tuning lo sanno perfettamente: non ci sono automobili...
Cucito

Lana cotta: consigli per non sbagliare

Se in casa intendiamo preparare un tessuto originale, come ad esempio in lana cotta, è importante sapere che non è difficile; infatti, basta usare vecchie sciarpe o maglioni ed irrigidirli e sfibrarli, e poi seguire attentamente delle linee guida specifiche...
Cucito

Come realizzare dei decori per dei cappelli in lana cotta

I cappelli in feltro sono leggeri, allo stesso tempo caldi e impermeabili. Ottimi per l'inverno, in questo periodo li portano donne di ogni età. Sono pratici da indossare, grazie alla varietà di colori si abbinano al resto dell'abbigliamento. Come realizzare...
Casa

Come pulire e prendersi cura delle pentole antiaderenti

Eccoci qui pronti a proporre a tutte le donne e gli uomini, che amano la cucina ed in particolar modo avere ogni spazio, pentola, piatto ecc sempre in ordine e ben pulito e curato, un articolo molto attuale ed anche interessante. Nello specifico vogliamo...
Bricolage

Come trattare e usare le pentole di terracotta nuove

Le pentole di terracotta consentono ai cibi di poter cuocere in modo completamente uniforme e di riuscire a sprigionare tutto il loro gusto anche se non si eccede con i condimenti. È quindi molto importante sapere come utilizzare queste pentole nel miglior...
Materiali e Attrezzi

Come realizzare una casseruola in acciaio

Nella gamma delle pentole da cucina, le casseruole hanno un posto rilevante. Si tratta di utensili più profondi rispetto ai tegami, dotati quindi di alti bordi al fine di poter contenere e cuocere svariate tipologie di cibi che necessitano di questo...
Casa

10 modi per usare la carta da cucina

La carta da cucina è uno degli strumenti più utilizzati per la pulizia: ha sostituito quasi del tutto il panno tradizionale in stoffa ed è quasi sempre a nostra disposizione per un uso quotidiano, per assorbire sostanze liquide o come supporto per...
Cucito

Come fare una presina a forma di tazza

Le presine sono indispensabili in cucina perché consentono di spostare pentole bollenti senza correre il rischio di bruciarsi. Nei negozi ne troviamo di tantissime tipologie e colorazioni. Potrebbe essere una bella idea, anche per un eventuale regalo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.