Come Fare Un Allegro Cappello Per L'Inverno

tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Chi è appassionato di moda sa che spesso per dare un tocco in più ad un semplice outfit basta aggiungere degli accessori particolari. Gli accessori meno utilizzati, ma che hanno grandi potenzialità sono i cappelli. In inverno il cappello si può trasformare da un semplice accessorio fashion ad un elemento indispensabile per ripararsi dal freddo. Leggendo questo tutorial si hanno delle indicazioni su come è possibile fare un allegro cappello che rende le giornate invernali meno scure e fredde. La sua lavorazione viene fatta all'uncinetto e poi si ricama in modo semplice; il modello è a cuffia con paraorecchie. Per la sua realizzazione è sufficiente conoscere i punti base della lavorazione all'uncinetto ed avere un po' di pazienza.

26

Occorrente

  • gr. 200 di lana a 4 fili
  • uncinetto n. 4
  • pochi fili di lana blu, rossa, arancio, verde, turchese e bianca
  • ago da lana
36

Per la sua creazione bisogna cominciare dalla cima del cappello. Si devono lavorare soltanto maglie basse che bisogna aumentare ad ogni giro, fino a quando non si raggiunge la circonferenza della testa. Successivamente si prosegue senza aumentare le maglie; ciò va fatto fino all'altezza delle orecchie. A questo punto bisogna fare solo un paio di diminuzioni ai lati; poi, si deve proseguire prima su un lato e poi sull'altro per realizzare i paraorecchie.

46

Adesso in corrispondenza di un orecchio bisogna continuare a lavorare su venti maglie. Si deve diminuire una maglia sui lati a giri alterni fino a che non restano dieci maglie. Successivamente si deve eseguire lo stesso procedimento dal lato opposto per creare l'altro paraorecchie. A questo punto il cappello è quasi finito; bisogna solo ricamare dei fiori abbastanza colorati intorno a tutto il bordo e sui paraorecchie.

Continua la lettura
56

È consigliabile ricamare i fiori in modo grossolano ed in colori diversi; come un disegno fatto dai bambini. In seguito con la lana che è rimasta bisogna fare due trecce; queste ultime devono essere cucite alla fine dei paraorecchie e servono per legare il cappello sotto la gola. Per la realizzazione delle trecce bisogna eseguire delle semplici catenelle. Il cappello può essere creato con filati di colori differenti.

66

Logicamente variando le misure ed i colori si possono realizzare cappelli differenti, ad esempio si può creare un copricapo alla francese. In questo caso bisogna realizzare delle maglie differenti ed il lavoro può risultare abbastanza complicato per le persone che hanno meno esperienza nel campo. Se si vuole realizzare un cappello per i più piccini si può dare libero sfogo alla propria fantasia per creare un berrettino con righe di colori differenti.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Cucito

Come fare un cappellino da Minion

I Minion sono personaggi Disney che hanno riscontrato grandissimo successo indistintamente tra grandi e piccoli. Personaggi immaginari di colore giallo vestiti da una tutina blu, scaturiscono da un famoso film di animazione "Cattivissimo me", diventando...
Cucito

Come realizzare un cappello da Babbo Natale

San Nicola, Santa Claus e Babbo Natale: questo allegro vecchietto festivo ha veramente tantissimi nomi, in tutto il mondo. Qualunque sia il nome con cui lo chiamate, il suo cappello rosso e bianco è diventato il simbolo del periodo natalizio. Creare...
Altri Hobby

Come realizzare un cappello di paglia

I cappelli di paglia sono stati utilizzati per secoli e, nessuno sa esattamente quando la loro storia ha avuto inizio; infatti, alla fine del 1800 erano di gran moda negli Stati Uniti. Infatti se andiamo a vedere alcuni film antichi le signore già lo...
Cucito

Come stringere un cappello

Stringere un cappello non è mai semplice, visto che bisogna in molti casi ricreare completamente il cilindro interno per poter dare una forma più piccola al nuovo. Nel mercato dell'abbigliamento, esistono diverse forme e tipi di cappelli, tutti diversi...
Bricolage

Come intrecciare cappelli di paglia

La paglia non è solo quella che viene utilizzata nei campi per l'allevamento, ma viene anche sfruttata per la realizzazione dei cappelli. Ad oggi se ne vedono sempre meno ma saper intrecciare la paglia è un'arte non indifferente: la si vedeva fare ai...
Cucito

Come stringere un cappello di lana

I cappelli di lana sono accessori indispensabili nelle fredde giornate invernali. Negli ultimi anni sono tornati di nuovo in voga, soprattutto tra i più giovani. Ci permettono di tenere la testa al caldo, senza però rinunciare alla classe. Il più delle...
Casa

Come pulire un cappello di canapa

Anche i cappelli, come tutti gli altri capi di vestiario, richiedono una cura particolare e accorgimenti vari, sia per la loro pulizia che per assicurare una più lunga conservazione. C'è da dire che, le la composizione di un tessuto, cioè la natura...
Cucito

Come cucire un cappello a bombetta

I famosissimi cappelli a bombetta molto popolari usati in attività sportive, anche dai giocatori di bowling che hanno apprezzato la protezione dalla parte dell’anello molto rigido, conosciuto anche come derby, è stato esposto nel 1850 come una sostituzione...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.