Come fare un futon

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Alcune volte ci capita di perdere molto tempo girando per i vari negozi alla ricerca di un regalo unico e particolare per i nostri amici o parenti e spesso dopo tanta fatica per la ricerca il suo costo risulta anche molto elevato. Potremo quindi provare a realizzare da soli degli oggetti spendendo veramente molto poco. In questa guida, in particolare, vedremo come fare per riuscire ad utilizzare un bellissimo futon. Il termine “futon” starebbe ad indicare un “materassino arrotolato”. E’ una tradizione prettamente del mondo orientale.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Tessuto denim, ago, fettuccia, falde cotone, lattice, macchina per cucire, filo, zip, forbici, ferro da stiro
37

Informazioni sull'occorente

La prima cosa che dobbiamo fare è decidere ovviamente le dimensioni che dovrà avere il nostro futon. In ragione di questa decisione, una volta che avremo rilevato le dimensioni occorrenti, dovremo recarci in un negozio di tappezzeria o in quelli addetti alla realizzazione di materassi personalizzati, e acquistare il metraggio di tessuto occorrente, nonché un certo numero di falde di cotone.

47

Quale futon scegliere

Per quanto attiene poi alla quantità di falde di cotone da utilizzare, come imbottitura, essa è in ragione non solo delle dimensioni del futon, ma anche del tuo peso corporeo. Più è elevato il peso che deve sopportare il futon e più falde d'imbottitura ci vogliono. Prima di lasciare il negozio acquistiamo anche della fettuccia per trapuntare il materassino, un ago lungo con la cruna molto grande esclusivo per materassi, nonché una zip di cm 90 oppure di cm 200. Tale scelta dipenderà dal lato della custodia che intendiamo lasciare aperto per inserirci l’imbottitura.

Continua la lettura
57

Preparazione della custodia

Stendiamo sul nostro piano di lavoro il tessuto e poi rivoltiamone una parte sull'altra, nel senso delle lunghezza. Disposto il tessuto a doppio, muniamoci di un ago normale con filo e imbastiamo le parti laterali del tessuto, e più precisamente quelle indicate nella foto. Una volta effettuata l’imbastitura, passiamo il sacco sotto la macchina da cucire. Terminato il tutto, risvoltiamo la custodia al rovescio e con il ferro da stiro ripassiamo sulle cuciture per schiacciarle a dovere. Poi riportiamo la custodia dal lato “dritto” e, muniti della zip, cerchiamo di appuntarla, prima con gli spilli e poi con ago e filo, sul lato che deve essere lasciato aperto. Successivamente passiamo le impunture sotto la macchina da cucire.

67

Trapuntare il materasso

Non ci resta che prendere le falde di cotone ed inserirle, di volta in volta, attraverso l’apertura, nel sacco, una sopra l’altra, con pazienza e accuratezza. Alla fine chiudiamo la zip e trapuntiamo il materassino. Lo scopo del trapuntare è quello di mantenere le falde di cotone in sede ed evitare che si possano con l'uso spostare, ammassandosi magari in qualche punto. Per effettuare il trapunto innanzitutto tagliamo la fettuccia in pezzi da 15 cm o poco più. Infiliamo il primo pezzo nella cruna dell’ago e iniziando da sopra spingiamo l’ago in giù, facendolo uscire dalla parte sottostante e poi da questa posizione rinfiliamolo nuovamente quasi vicino al buco da dove ne è uscito e risaliamo in su. Stringiamo i due capi terminali della fettuccia più che possiamo, annodandoli ed eliminandone successivamente la parte in esubero. Continuiamo a trapuntare il materasso per tutta la sua lunghezza, ad una distanza di circa 45- 50 cm.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Bricolage

Come fare la custodia per le posate d'argento

Hai la fortuna di possedere delle posate d'argento? Come sicuramente saprai, spesso può capitare che si ossidino a contatto con l'aria e diventino ...
Casa

Come realizzare un materasso ad acqua

In commercio esistono diversi tipi di materassi come quelli classici, ortopedici ma anche ad acqua, questi ultimi comodi e al tempo stesso rilassanti. In genere ...
Bricolage

Come realizzare un dinosauro di pannolenci

Il pannolenci è un tessuto particolarmente robusto, che si può trovare in tantissimi colori differenti, e queste sua caratteristiche lo rendono particolarmente adatto alla realizzazione ...
Cucito

Come realizzare la tecnica del trapunto

Il trapunto, come tante altre tecniche ad ago, è abbastanza antico ed è stato sempre impiegato non soltanto per gli indumenti, ma anche per le ...
Cucito

Come creare un sacco a pelo con materiali riciclati

Il sacco a pelo non è altro che uno “scalda sonno” da utilizzare quando non si è a casa. Sostanzialmente è il giaciglio che ci ...
Cucito

Come realizzare una pochette di tessuto

L'eleganza generalmente si ha con l'abbinamento dei dettagli e degli accessori ad un determinato vestito. Un elemento che non può mancare in certe ...
Bricolage

Come realizzare un decorativo paracolpi

I paracolpi sono degli elementi progettati appositamente per evitare che il bambino urti involontariamente contro la testata della culla o del lettino. Proprio per il ...
Altri Hobby

Come riutilizzare un materassino

Senza dubbio il miglior modo di riutilizzare un vecchio materasso è riciclarlo. Oggi con la crisi che incombe incessante sulle nostre tasche, non si butta ...
Bricolage

Come realizzare una custodia magnetica per tablet

Quando acquistiamo un tablet solitamente ci viene consegnato privo di custodia e se ne vogliamo una dovremmo acquistarla con un ulteriore esborso di denaro. La ...
Bricolage

Come realizzare una custodia per il cellulare con materiali di recupero

La custodia è indispensabile per il cellulare, in quanto il più delle volte attutisce gli urti ed evita che accidentalmente possa graffiarsi. Anche se bisogna ...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.