Come fare una corona d’alloro per la laurea

di Miss Ariel difficoltà: media

Come fare una corona d’alloro per la laureaLeggi La tradizione della corona di alloro da indossare il giorno della laurea ha origini molto lontane che risalgono all’epoca degli antichi Romani. L'alloro, a quel tempo, chiamato anche “lauro”, era la pianta consacrata ad Apollo, che era il dio di tutte le arti (musica, poesia, pittura, scultura, ecc.) oltre ad essere il dio del Sole. Dal momento che Apollo rappresentava per i Romani il simbolo di saggezza, gloria, vittoria, onore e fama, coloro che si distinguevano in uno di questi campi, come ad esempio i poeti, i generali vittoriosi, gli imperatori, venivano incoronati con un ornamento circolare fatto con ramoscelli di alloro posto sul capo durante le feste di celebrazione e le feste religiose. Da qui deriva che se una persona, come avviene per la laurea, viene celebrata per le sue conoscenze in un campo, ha diritto ad essere incoronata con le foglie di alloro che simboleggiano appunto la sapienza. Oltretutto lo stesso termine “laurea” deriva proprio dalla pianta di alloro, poiché il termine scientifico per indicare l’alloro è proprio “Laurus Nobilis”. I poeti venivano perciò definiti “laureati”: ricordiamo che nell’immaginario collettivo l’immagine di Dante, il sommo poeta, porta una corona di alloro sul capo. Anche nella pittura troviamo che la corona di alloro è un distintivo simbolo iconografico per rappresentare poeti o imperatori, raffigurati spesso con una corona di ramoscelli di alloro sul proprio capo. Quindi il “laureato” (in latino laurĕātus) è proprio colui che ha sul capo una corona di alloro, come tutti i sapienti e i poeti.La corona di alloro quindi è un simbolo tipico della cultura latina e non bisogna confonderla con la corona di ulivo con cui venivano insigniti gli atleti vittoriosi al ritorno dei giochi olimpici nell'antica Grecia. Una piccola curiosità: in Friuli Venezia Giulia c’è l’usanza particolare di mettere ai laureati la corona di alloro non sul capo, bensì al collo. Detto questo, se vogliamo “celebrare” un neo-laureato a noi caro, possiamo realizzare una ghirlanda d’alloro con cui incoronarlo una volta terminata la discussione della tesi di laurea. E’ un rito simpatico dalle antiche origini, per celebrare la saggezza appena acquisita, che non può assolutamente mancare ! Se volete avere un pensiero originale per vostro figlio o per il vostro amico che deve laurearsi, quindi, invece di acquistare la corona di alloro dal fioraio, potete facilmente confezionarla con le vostre mani: sarà un omaggio molto originale, sicuramente apprezzato, da consegnare, insieme alle vostre lacrime di commozione, dopo l’assegnazione del voto e la proclamazione della laurea.

Assicurati di avere a portata di mano: teneri ramoscelli di alloro un filo di ferro (oppure quello verde del fioraio) del nastro di carta verde alcuni nastri di raso rosso piccoli peperoncini rossi altre decorazioni (bacche, fiori, ecc.) lacca per capelli

1 Come prima cosa bisogna procurarsi del filo di ferro sottile o, in alternativa, quel filo di ferro, ricoperto di uno strato di plastica verde, che si usa in giardinaggio e che si può facilmente trovare anche in un ferramenta. Con questo occorre formare un cerchio appena un po' più grande della misura della testa. Quindi bisogna rivestirlo con del nastro di carta colorato, possibilmente dello stesso verde dei ramoscelli di alloro.Scegliere dei ramoscelli di alloro possibilmente freschi e giovani, e quindi più flessibili, per rendere meno difficile la loro applicazione. Quindi bisogna avvolgerli attorno al filo di ferro, fermandoli ogni tanto con un po' di nastro di carta. Compiere almeno un paio di giri al fine di rendere la corona più folta e consistente.

2 Al termine di questa operazione bisogna procedere fissando il ramo con del nastro adesivo, possibilmente di colore verde, oppure dei punti metallici, per far sì che non si smonti quando silo poggerà sul capo del neo-laureato. Per concludere la corona si possono aggiungere ulteriori decorazioni quali bacche rosse, fiori o altre foglie. Il tocco finale consiste nell’applicare del nastro rosso avvolto attorno alla corona, avendo cura di lasciare liberi alcuni lembi che si possono poi legare per formare un fiocco. Spruzzare il tutto con un po’ di lacca per capelli.

Continua la lettura

3 E’ molto importante, in questo contesto, unire il colore rosso alla corona verde in modo da darle un ulteriore significato, in quanto il colore rosso simboleggia prosperità e buon augurio per l’inizio di una qualcosa di nuovo: in questo caso si augura una prosperosa vita lavorativa.  Un ultimo accorgimento per personalizzare la vostra corona di alloro: al nastro rosso si può aggiungere un altro nastro, o in alternativa un fiocco, del colore che è rappresentativo della facoltà universitaria.  Approfondimento Come realizzare la Corona dell'Avvento (clicca qui) Si possono anche aggiungere, sempre per buon augurio, dei peperoncini rossi portafortuna.. 

Non dimenticare mai: Per non farla seccare, o meglio, per farla seccare ma senza farle perdere il colore verde, bisogna conservarla in un luogo molto buio.

Come preparare una Corona dell'Avvento Come creare una corona per capelli con le rose Come realizzare una ghirlanda con peperoncino e foglie di alloro Come fare un costume da Re Artù

Stampa la guida Segnala inappropriato
Devi inserire una descrizione del problema

Altre guide utili