Come fare uno sciarpone di lana ai ferri

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

È da un po' di anni che il cosiddetto “sciarpone” fa tendenza nel mondo della moda femminile e, caldo com'è, pare destinato a durare per molto tempo ancora. Se ci pensiamo, tale sciarpone non è altro che la rivisitazione moderna dello scialle di lana che le nostre nonne tanto amabilmente realizzavano ai ferri. Perché non provare a realizzare uno sciarpone anche noi? Del resto, farne uno richiede molto meno tempo di quanto si possa immaginare. Vediamo insieme come procedere per la sua realizzazione.

27

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Ferri
  • Ferro ausiliario
  • Lana
  • Metro a nastro
37

Come prima cosa decidete i ferri da impiegare. Prendete quelli da otto millimetri, perché con ferri più piccoli rischiereste di impiegarci troppo tempo. Il filato va scelto sia in base alla pesantezza, sia al tipo di tessuto e anche per lo stile con il quale lo desiderate realizzare: elegante, sportivo o casual. Il filato deve essere abbondante; per andare sul sicuro bisogna averne a disposizione almeno due gomitoli. Del resto, in quanto lo sciarpone deve essere enorme, più è grande e più è comodo. Successivamente è necessario stabilirne le misure: per ottenere uno sciarpone degno di questo nome, basatevi su una lunghezza di circa centottanta centimetri e una larghezza di trentasei centimetri.

47

Fate i campioni dei due punti che dovete utilizzare (treccia a tre fasce e maglia rasata rovescio): questa operazione vi serve per stabilire il numero di maglie da lavorare, ma anche il numero di ferri e la lana necessaria. Quando il tutto sarà stabilito, potrete dare avvio alle maglie. Fermo restando che ognuno può usare il metodo che preferisce, il consiglio è di iniziare con un solo ferro. L’esecuzione deve essere molto precisa, soprattutto quando state realizzando un bordino che rimarrà a vista. Le maglie devono avere una larghezza media, in modo che scorrano facilmente sul ferro, ma senza esagerare.

57

Guarda il video

67

Le maglie devono sempre essere equidistanti; tale fattore va controllato costantemente durante la lavorazione. Se proprio non ci riuscite, a fine lavoro dovrete ridefinirlo diversamente. Chiamando “x” le maglie che avete stabilito di dover lavorare a maglia rasata rovescio, per tutti i ferri dello sciarpone bisogna lavorare diciotto maglie per la prima treccia, quindi “x” maglie a maglia rasata rovescio, poi successive diciotto maglie sulla treccia centrale, ancora “x”, e infine sulle ultime diciotto maglie la treccia finale. A fine lavoro bisogna ovviamente chiudete. Ricordatevi di fare una normale chiusura sul rovescio del lavoro, in modo che si ottenga un bordino simile a quello dell’avvio. Buon lavoro!

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fermo restando che ognuno può usare il metodo che preferisce, il consiglio è di iniziare con un solo ferro.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Il presente contributo è stato redatto dall'autore ivi menzionato a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e può essere modificato dallo stesso in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Banzai Media S.r.l., quale editore dello stesso, non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tale contributo e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer»”.

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti