Come fare uno sciarpone di lana ai ferri

Difficoltà: media
Come fare uno sciarpone di lana ai ferri
16

Introduzione

Il cosiddetto “sciarpone” è da un po’ di anni che è il must della moda femminile e, caldo com’è, pare destinato a durare per molto tempo ancora. Se ci pensiamo, poi, tale sciarpone non è altro che la rivisitazione moderna dello scialle di lana che le nostre nonne tanto amabilmente realizzavano ai ferri. E quindi, perché non provare a realizzare uno sciarpone anche noi? Del resto, farne uno richiede molto meno tempo di quanto si possa immaginare.

26

Occorrente

Assicurati di avere a portata di mano:
  • Ferri
  • Ferro ausiliario
  • Lana
  • Metro a nastro
Come fare uno sciarpone di lana ai ferri
36

Prima di tutto, decidiamo i ferri da impiegare: il consiglio è prendere quelli da 8 mm, perché con ferri più piccoli si rischia di metterci troppo tempo. Il filato va scelto sia in base alla pesantezza, sia al tipo di tessuto e anche per lo stile con il quale lo vogliamo realizzare (elegante, sportivo, casual, ecc.). Il filato deve essere abbondante: per andare sul sicuro, bisogna averne a disposizione per almeno due gomitoli. Del resto, in quanto sciarpone deve essere enorme, più è grande e più è comodo. Dopo di che, bisogna stabilirne le misure: per ottenere uno sciarpone degno di questo nome, basiamoci su una lunghezza di circa 180 cm e una larghezza di 36 cm.

Come fare uno sciarpone di lana ai ferri
46

Fai i campioni dei due punti che devi utilizzare: treccia a tre fasce e maglia rasata rovescio, ti serve per stabilire il numero di maglie da lavorare, ma anche il numero di ferri e la lana necessaria. Quando il tutto sarà stabilito, si potrà dare avvio alle maglie. Fermo restando che ognuno può usare il metodo che preferisce, il consiglio è di iniziare con un solo ferro. L’esecuzione deve essere molto precisa, soprattutto quando si realizza un bordino che rimarrà a vista. Le maglie devono avere una larghezza media, in modo che scorrano facilmente sul ferro, ma senza esagerare. Le maglie devono sempre essere equidistanti, e la cosa va controllata costantemente durante la lavorazione. Se proprio non ci si riesce, a fine lavoro bisognerà ridefinirlo diversamente.

56

Chiamando “x” le maglie che abbiamo stabilito di dover lavorare a maglia rasata rovescio, per tutti i ferri dello sciarpone bisogna lavorare: diciotto maglie per la prima treccia, quindi “x” maglie a maglia rasata rovescio, poi successive diciotto maglie sulla treccia centrale, ancora “x”, e infine sulle ultime diciotto maglie la treccia finale. A fine lavoro bisogna ovviamente chiudere: ricordarsi di fare una normale chiusura sul rovescio del lavoro, in modo che si ottenga un bordino simile a quello dell’avvio.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Lo sciarpone dovrebbe essere caldo e non troppo pesante e la lana necessaria potrebbe essere molto costosa. Ci sono lane pregiate che hanno prezzi esorbitanti: ti consiglio, se puoi, di approfittare di svendite, liquidazioni e simili.
  • Molto belli sono anche gli sciarponi nelle versioni primaverile, da realizzarsi con filati in lana non pesanti, ferri grandi e punti traforati, ed estiva, simile alla primaverile, ma in cotone.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala l'immagine o le immagini che ritieni inappropriate
Devi selezionare almeno un'immagine
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità delle nostre guide