16

Come Fissare Il Battiscopa

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Negli appartamenti solitamente prestiamo attenzione all'arredamento, all'oggetto di design particolare, come una lampada moderna oppure dei quadri astratti. Non dobbiamo dimenticare, però, che anche quegli elementi che ci sembrano più insignificanti, come le pareti perfettamente tinteggiate, le porte, gli infissi o il battiscopa, sono importanti per rendere la nostra casa accogliente e fresca. Il battiscopa ha la funzione di protezione delle pareti, ma anche di decorazione. Il suo obbiettivo, ovviamente anche quello più utile, è di non farci battere i piedi contro il muro, lo protegge dagli eventuali danni causati dalle scope durante la pulizia, forma anche una barriera dalla polvere, copre il raccordo sempre imperfetto tra muri e pavimento e può mimetizzare i cavi elettrici. Allo stesso tempo serve come abbellimento: questo può essere di vari colori e fantasie in base ai gusti. Andiamo a vedere come fissare il battiscopa.

26

Occorrente

  • martello
  • tasselli e viti
  • mastice apposito
  • chiodini d'acciaio
36

Prima di procedere con il fissaggio bisogna capire cosa c'è dietro il vostro battiscopa: da ciò dipenderà il tipo di fissaggio che dovrete eseguire. Molto dipende da quanto è vecchio il battiscopa che vi accingete a fissare. Se è relativamente recente l'intonaco sarà stato messo fino al pavimento: il lavoro per voi sarà molto più semplice. Dovrete semplicemente inchiodare il battiscopa sopra le vostre pareti. I chiodi che utilizzerete dovranno essere d'acciaio e sufficientemente lunghi da passare attraverso l'intonaco e arrivare alla muratura.

46

Potrebbe capitare che i chiodi non tengano, perché di scarsa qualità oppure per altri motivi relativi alle nostre pareti. Niente paura! Procuratevi delle vite e dei tasselli e usa questi al posto dei chiodi. Ci sono altri modi per fissare il battiscopa. Questo sistema è più pratico: consiste nell'impiegare un mastice apposito e maneggiarlo è estremamente facile. Ma attenzione perché l'eventuale futura rimozione del battiscopa diventerà più difficile. Quindi, sul retro del pezzo di battiscopa da attaccare dovrete applicare alcuni punti di mastice per mezzo di una spatola o direttamente con il foro erogatore (se il mastice è in tubetto).

Continua la lettura
56

Arrivati a questo punto dovrete posizionare il battiscopa e premerlo contro le parenti in modo che l'adesivo aderisca anche negli anfratti del muro retrostante. Ora lasciate asciugare per uno o due giorni circa. Una volta asciutto avrai un risultato ottimo soprattutto dal punto di vista della resistenza.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizzate dei guanti
17

Come applicare un battiscopa in legno

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Il montaggio di un battiscopa in legno non richiede necessariamente un'enorme esperienza oppure delle particolari conoscenze: infatti, è possibile affermare che si tratta di un lavoro estremamente facile da compiere.
Per ottenere un risultato veramente soddisfacente, basterà seguire alcune regole, avere gli attrezzi indispensabile nei lavori "fai da te" e metterci abbastanza impegno: nella seguente esaustiva e pratica guida che vi consiglio di leggere molto attentamente nei passaggi successivi, vi spiegherò come bisogna applicare correttamente un battiscopa in legno, risparmiando tempo e denaro.

27

Occorrente

  • Trapano
  • Seghetto per legno
  • Colla per legno extraforte
  • Metro
  • Viti
  • Tasselli
  • 1 matita
  • 1 block notes
  • 1 spatolina
  • Carta vetrata
37

Generalmente, il battiscopa in legno si abbina ai pavimenti fatti con il parquet, ma potrebbe anche trovare un'ottima collocazione all'interno di una casa avente un pavimento in cotto o rustico.
Comunque, prima di cominciare i lavori, dovrete prendere bene le misure per regolarvi sulla quantità da comprare: considerate che ciascuna lista di legno misura all'incirca "3,00 m" e bisognerà calcolarne lo spessore per la scelta delle viti e dei tasselli da acquistare.
Esistono due modalità per applicare alla parete un battiscopa in legno:
- con le viti ed i tasselli, utilizzando un trapano;
- con la colla oppure il silicone.
Fondamentalmente, sarà necessario ripulire il muro in cui posizionare i battiscopa (aiutandovi con una spatola) e rendere liscio quest'ultimi impiegando della carta vetrata: solitamente, viene utilizzato il primo metodo quando lo spessore del battiscopa è maggiormente grosso e la seconda tecnica con quello più fine.

47

Le tipologie di legno maggiormente utilizzate sono due il Tanganica e il Ramin (molto versatili e provenienti dall'Africa), che possono essere reperiti facilmente presso tutti i negozi di bricolage e lavori per la casa.
Se avete deciso di utilizzare le viti e i tasselli, le semplici operazioni che dovrete compiere sono le seguenti:
- appoggiare il battiscopa alla parete e bucarlo con un trapano, che dovrà avere una punta dal diametro ideale per introdurre gli stessi tasselli (solitamente pari a circa "6 mm");
- inserite anche le viti e fissare il battiscopa;
- impiegare delle rondelle, se la testa di una vite dovesse affondare;
- procedere allo stesso con tutte le altri viti, distanziandole di circa "80 cm" tra loro.
Quando dovrete accorciare un battiscopa, prendete sempre la misura con il metro ed una matita, annotando tutto sopra un block notes, per avere la situazione sotto controllo: per tagliare, adoperate il seghetto a mano o elettrico.

Continua la lettura
57

Quando bisognerà definire gli angoli, la parte interessata deve essere ritagliata di sbieco, con un'angolatura di 45°C, secondo il verso dell'angolo (interno o esterno): in commercio, esistono delle angoliere che risolvono il problema abbastanza rapidamente, ma anche in questo caso occorrerà calcolare le misure e riempire gli eventuali spazi con il gesso.
Nella seconda tecnica indicata nel "passo 1", basterà applicare uniformemente la colla o il silicone e premere contro la parete per circa 2 minuti: se quest'ultima è discontinua, potrete anche impiegare dei piccoli chiodi di rinforzo.

67

Guarda il video

16

Come posare un battiscopa in pvc

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

Per rendere la casa ancora più confortevole e piacevole, bisogna tenere conto di ogni piccolo particolare. Anche il battiscopa fa parte di questi piccoli particolari. Infatti, per terminare una parete in maniera elegante e fine, bisogna usare un battiscopa particolare e utile. Esistono moltissimi tipi di battiscopa: in legno, plastica, metallo e molto altro. Tramite questo tutorial vi spiegheremo come posare un battiscopa in pvc. Questi tipi di battiscopa in pvc sono molto resistenti a urti o danneggiamenti. Inoltre sono adatti per un arredamento moderno. Ma potete prendere anche quelli rivestiti, in modo da combinarsi con qualsiasi arredamento. Il procedimento è molto semplice, serve solo un po’ di attenzione.

26

Occorrente

  • Battiscopa in pvc
  • Metro
  • Seghetto
  • Matita
  • Panno
  • Carta vetrata
  • Stucco
  • Colla da muro
  • Spatolina o distanziatore
36

La prima cosa da fare è quella di prendere attentamente tutte le misure della stanza. In questo modo potete comperare la quantità giusta del vostro battiscopa in pvc. Dopo averlo acquistato del colore che si adatta maggiormente alla casa, potete procedere alla posa. Prima di tutto riportate le misure perimetrali sul battiscopa in pvc. Tagliate le parti in eccesso, aiutandovi con il seghetto. Il procedimento è molto delicato, perché se sbagliate rischiate di rovinare tutto il lavoro. Preparati tutti i battiscopa potete iniziare ad incollarli sulla parete.

46

Continuate con la preparazione della parete. Dovete eliminare tutte le imprecisioni altrimenti il battiscopa in pvc non si attacca. Con una pezza lavate bene la parete, eliminando polvere e macchie. Lasciate asciugare. Levigate la parete con la carta vetrata. Prendete una carta vetrata con grana grossa. Se noterete dei buchi sul muro dovete stuccarli. Fate asciugare bene lo stucco e levigate nuovamente. Dopo questo procedimento potete posare il battiscopa. Con la colla da muro realizzate due striscioline sul muro. Devono essere distanti tra loro in modo da coprire tutta la superficie del battiscopa in pvc. Procedete nello stesso modo anche con il battiscopa.

Continua la lettura
56

Con molta delicatezza e precisione, poggiate il battiscopa in pvc sulla parete. Aiutatevi con una spatolina o un distanziatore. Vi consigliamo di procedere in questa operazione, facendovi aiutare. Appoggiate l'inizio del battiscopa, mentre il restante deve rimanere scostato dal muro. Fate molta pressione e man mano continuate con il restante. Procedete in questo modo fino al termine del battiscopa. Dopo aver terminato una parete, procedete con la seconda. State ben attenti ad attaccare con cura le due parti. Infine asportate la colla in eccesso.

66

Guarda il video

17

Come sigillare i battiscopa in marmo

tramite: O2O
Difficoltà: media

Introduzione

I battiscopa sono dei listelli che vengono applicati tra la parete e il pavimento e hanno il compito di proteggere le pareti da eventuali colpi e dalle macchie causate dalla pulizia del pavimento. Inoltre, i battiscopa svolgono un ruolo importante anche nell'estetica della casa, in quanto rendono elegante e rifinito ogni ambiente. Esistono diverse tipologie di battiscopa, che variano in relazione allo spessore, all'altezza, al colore e al materiale con cui sono realizzati. Tra quelli più eleganti troviamo sicuramente i battiscopa in marmo che, oltre alla loro indiscutibile bellezza, hanno anche la caratteristica di essere particolarmente resistenti, duraturi e molto facili da pulire. Queste peculiarità rendono i battiscopa in marmo abbastanza costosi, ma considerando la loro durata, si può dire con certezza che il costo sarà abbondantemente ammortizzato dalla loro lunga durata. L'unica pecca di questi battiscopa è la difficoltà nella loro messa in opera, che andrà eseguita da un operaio esperto, affinché il risultato finale risulti armonioso e ordinato. Quindi, se avete delle ottime competenze in questo ambito e volete applicare i battiscopa in marmo alle vostre pareti, potete provare a cimentarvi in questa impresa. Nei passaggi successivi di questa guida vi daremo semplicemente alcuni consigli su come bisogna procedere per sigillare i battiscopa in marmo.

27

Occorrente

  • Malta cementizia
  • Acqua
  • Scalpello
  • Spatolina per stuccare
  • Boiacca
  • Spugna umida
  • Pennello
  • Seghetto
  • Battiscopa in marmo
37

Innanzitutto dovete procurarvi tutto il materiale necessario alla messa in opera, prestando particolare attenzione alla qualità dei prodotti, il particolar modo alla malta cementizia. Questa, infatti, rappresenta il collante principale e, pertanto, dovrà avere la giusta consistenza affinché il risultato finale sia ottimale. Possiamo ora iniziare il lavoro e, il primo passo consiste nello scalpellare la parete lungo tutto il perimetro in cui andrà il battiscopa: bisognerà realizzare un lieve solco alto quanto il battiscopa e spesso qualche millimetro.

47

A questo punto si dovrà preparare la malta cementizia e, per farlo, bisognerà miscelare il cemento sabbia con l'acqua, fino a ottenere un composto dalla consistenza pastosa. Quindi, dopa aver bagnato il perimetro scalpellato, partendo dagli spigoli, si può procedere alla messa in opera dei battiscopa: basterà applicare uno strato di malta al listello e applicarlo alla parete. Bisognerà procedere applicando un listello dopo l'altro, facendo in modo che lo spazio di fuga tra l'uno e l'altro abbia sempre la stessa distanza. Qualora fosse necessario, bisognerà provvedere a tagliare qualche listello per adattarlo alla parete.

Continua la lettura
57

Una volta concluso tutto il lavoro, bisognerà attendere qualche ora per fare in modo che la malta si asciughi completamente e che i battiscopa risultino ben sigillati alle pareti. Quando avete la certezza che saranno del tutto incollati, potete provvedere a stuccare le fughe e a pulire il materiale in eccesso con una spugnetta umida. Come avrete capito, il procedimento per sigillare i battiscopa in marmo è piuttosto semplice, ma richiede molta accortezza per fare in modo che il risultato finale sia ottimale e duraturo.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se avete difficoltà o competenze non sufficienti, il consiglio è quello di far svolgere il lavoro a un esperto
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.